Pagamento reddito di cittadinanza novembre 2021 in arrivo

Pagamento reddito di cittadinanza novembre 2021 in arrivo. Scopri subito quando arriverà la ricarica Rdc e a chi spetta.

4' di lettura


Pagamento reddito di cittadinanza novembre 2021 in arrivo. Vediamo quanto sarà pagata la prima ricarica e a chi spetta. (Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

Nell’articolo parleremo di:

  • primo pagamento del reddito di cittadinanza di novembre,
  • requisiti per questa ricarica dell’Rdc,
  • quando arriveranno le integrazione del sussidio garantite dall’assegno temporaneo

INDICE

Pagamento reddito di cittadinanza novembre 2021 in arrivo

Il pagamento del reddito di cittadinanza di novembre 2021 arriverà da lunedì, 15 novembre 2021. Ieri, 11 novembre 2021, ci sono state alcune lavorazioni. Questa ricarica è destinata a:

  • chi riceve il primo pagamento del sussidio,
  • chi incassa la prima ricarica dopo aver rinnovato l’Rdc,
  • chi ha aggiornato l’ISEE dopo la sospensione del beneficio.

Tutti gli altri beneficiari, invece, dovranno aspettare la fine del mese per ricevere la ricarica. Molto probabilmente, i pagamenti partiranno da venerdì, 26 novembre 2021, anticipando di un giorno la data prevista di solito per gli accrediti (giorno 27 di ogni mese).

pagamento reddito di cittadinanza novembre 2021 date

Nei prossimi paragrafi vedremo come verificare il saldo dell’Rdc. L’importo mensile del reddito di cittadinanza cambia rispetto alla scala di equivalenza. Un valore numerico che varia rispetto alla numerosità e alla composizione del nucleo familiare.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Pagamento assegno unico Rdc – Quando arriva?

Dopo il 15 novembre 2021, sono attesi i pagamenti dell’assegno unico temporaneo sulla carta Rdc relativi al mese di ottobre.

L’integrazione spetta ai titolari del reddito di cittadinanza che hanno diritto a ricevere il contributo per figli a carico perché:

  • hanno cittadinanza in Italia o un permesso di soggiorno di lungo corso;
  • hanno residenza in Italia da almeno due anni, anche non continuativi, o sono titolari di un contratto di lavoro a tempo determinato o indeterminato di almeno sei mesi,
  • hanno un Isee inferiore a 50mila euro,
  • non ricevono e non possono ricevere gli assegni al nucleo familiare (ANF),
  • hanno uno o più figli a carico di età inferiore a 18 anni.

Chi possedeva questi requisiti non doveva fare domanda per l’assegno unico temporaneo. L’integrazione, infatti, è prevista in automatico proprio sulla carta Rdc.

Come controllare il saldo del reddito di cittadinanza

Il saldo dell’Rdc può essere verificato:

  • sul portale redditodicittadinanza.gov.it,
  • attraverso il numero di Poste Italiane 800.666.888,
  • con uno sportello ATM dopo aver inserito la scheda Rdc e aver digitato il PIN.

Come si può spendere il reddito di cittadinanza?

I pagamenti Rdc vanno spesi per comprare beni di prima necessità. Sono vietate spese come l’acquisto di pellicce o alcolici. Il sussidio si può usare anche per pagare le bollette presso gli uffici postali, le rate dell’affitto o del mutuo.

In questa guida scoprirai tutto quello che si può comprare con il reddito di cittadinanza. La ricarica del sussidio va spesa entro l’ultimo giorno del mese successivo alla ricarica (chi la riceve questo mese, entro il 31 dicembre 2021). Altrimenti? Scatteranno i tagli INPS fino al 20% dell’importo.

Reddito di cittadinanza: requisiti e importi

Le regole per il beneficio sono le stesse previste dal decreto 4/2019 convertito dalla Legge 26/2019.

I requisiti di residenza:

  1. Cittadino italiano o europeo o un familiare titolare del diritto o permesso di soggiorno anche permanente o che rientra in Paesi che hanno sottoscritto convenzioni bilaterali di sicurezza sociale.

  2. Residente in Italia da almeno dieci anni al momento della presentazione della domanda, gli ultimi due in modo continuativo.

I requisiti di reddito:

  1. ISEE inferiore a 9.360 euro

  2. Patrimonio immobiliare diverso dalla casa di abitazione non superiore ai 30.000 euro

  3. Patrimonio mobiliare non superiore a 6.000 euro. La soglia è aumentata di duemila euro per ogni persona nel nucleo familiare fino a 10.000 euro e cresce di altri 1.000 per ogni figlio successivo al secondo e di altri 5.000 euro per ogni persona disabile della famiglia.

  4. Reddito familiare inferiore a 6.000 euro moltiplicato per i valori della scala di equivalenza che trovi in questo elenco:

  • Pari a 1 per il primo componente del nucleo

  • Aumentato di 0,4 per ogni ulteriore componente di età maggiore di 18 anni

  • Aumentato di 0,2 per ogni ulteriore componente minorenne, fino a un massimo di 2,1.

I patrimoni presi in considerazione sono quelli relativi al 2019 e quindi due anni prima della data di presentazione della Dsu 2021 (qui la guida per averla). Ti consigliamo di leggere questa guida per scoprire come chiedere il reddito di cittadinanza.

Se hai delle domande sul pagamento del reddito di cittadinanza di novembre, scrivici su Instagram.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie