Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Reddito di cittadinanza / Posso pagare il dentista con il reddito di cittadinanza?

Posso pagare il dentista con il reddito di cittadinanza?

Pagare il dentista con il reddito di cittadinanza. Scopri in questo articolo se la legge consente l'impiego degli accrediti in questo modo.

di Antonio Dello Iaco

Febbraio 2022

Posso pagare il dentista con il reddito di cittadinanza? Vediamo insieme se è possibile oppure se è vietato dalla legge. (Scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Nei prossimi paragrafi scopriremo nel dettaglio quali prestazoni mediche è possibile coprire con i soldi mensili dell’assegno.

Se sei interessato/a all’argomento e vuoi saperne di più, continua a leggere l’articolo.

Pagare il dentista con il reddito di cittadinanza

È possibile pagare le visite odontoiatriche col reddito di cittadinanza? Assolutamente sì. La legge permette di saldare il dentista con il sussidio governativo.

Le spese odontoiatriche rientrano a pieno titolo tra i costi ritenuti necessari dalla legge che regola l’incentivo.

Ricordiamo che puoi pagare il dentista sia con Carta Rdc, quindi con moneta elettronica, sia cash attraverso i prelievi mensili che puoi fare dall’Atm postale.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Pagare le visite mediche con il reddito di cittadinanza

Dopo aver visto se è possibile pagare il dentista con il reddito di cittadinanza, scopriamo come funziona con tutte le altre visite mediche.

La regola non cambia. Qualsiasi prestazione sanitaria rientra tra le spese di prima necessità che è possibile sostenere con gli accrediti del sussidio di cittadinanza.

Anche in questo caso le modalità di pagamento ammesse sono sia con la moneta elettronica sia cash, con le banconote.

Ricordiamo che il limite massimo per i prelievi in contanti è fissato a 100 euro al mese per i nuclei familiari composti da un solo adulto percettore dell’Rdc. L’importo poi aumenta con il crescere delle persone presenti nello stato di famiglia del beneficiario.

Pagare il dentista con il reddito di cittadinanza: è possibile davvero?
Pagare il dentista con il reddito di cittadinanza: è possibile davvero?

Pagare i farmaci con il reddito di cittadinanza: è possibile?

L’acquisto dei farmaci è paragonato a quello di qualsiasi bene di prima necessità. Quindi il concetto è lo stesso del pagare il dentista con il reddito di cittadinanza.

Occhio però agli acquisti online.

Anche se esistono farmacie che consentono l’acquisto telematico dei propri prodotti, la legge vieta tutte le spese effettuate online a meno che non prevedano il ritiro in negozio della merce.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp