Mimì Pagnozzi, condanna annullata con rinvio dalla Cassazione

1' di lettura

La Cassazione annulla, con rinvio dinanzi a un’altra sezione della Corte di Appello, la condanna a 16 anni e 10 mesi inflitta in secondo grado a Domenico Pagnozzi, 59 anni, boss dell’omonimo clan di San Martino Valle Caudina (Pagnozzi è difeso dagli avvocati Dario Vannetiello e Alfonso Furgiuele).

Pagnozzi: operazione “La montagna”

Un’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia, delegata alla Squadra Mobile di Benevento e ai carabinieri della Compagnia di Montesarchio. Gli inquirenti avevano ricostruito l’attività del clan Pagnozzi e ipotizzato, a vario titolo, i reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione, spaccio di stupefacenti e armi (fatti culminati in un blitz del giugno 2012). L’operazione, ribattezzata “La montagna”, poggiava su una gran mole di intercettazioni. Un castello di accuse granitico aveva convinto altri 11 imputati a scegliere il rito abbreviato.

Pagnozzi: la condanna in secondo grado

Pagnozzi, al termine del processo di primo grado, era stato condannato a 19 anni poi ridotti in Appello dove era stato assolto da due capi di imputazione. Adesso la Cassazione ha disposto un nuovo giudizio davanti a un’altra sezione dei giudici di secondo grado.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie