Pandemia covid addio, l’annuncio di Draghi

Pandemia covid addio, l'annuncio di Draghi è arrivato: si volta pagina, è ufficiale l'addio allo stato di emergenza, all'Italia a colori e gradualmente al green pass. Finiscono anche tutte le strutture emergenziali, la quarantena dopo un contatto stretto e nelle prossime settimane le mascherine a scuola. Stiamo finalmente voltando pagina.

4' di lettura

Pandemia covid addio, l’annuncio di Draghi sgombra il campo dai dubbi residui, che erano pochi in verità. (Scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Il premier ha ieri dichiarato ufficialmente la fine dello stato di emergenza per il 31 marzo. Il che significa che finiranno in uno solo colpo molte delle restrizioni che hanno bloccato il Paese.

Finiranno le fasce a colori e l’Italia sarà presto tutta bianca. A prescindere.

Ma non solo. Lo stop allo stato di emergenza decreta anche la fine:

  • del Comitato tecnico scientifico;
  • del Commissario straordinario per l’emergenza;
  • delle regole semplificate per lo smart working;
  • dei poteri speciali per il governo.

Si torna a prima della pandemia. Con le Regioni che si occuperanno delle vaccinazioni insieme a medici di base e ospedali.

E non è tutto: sono finite anche le quarantene dopo un contatto positivo e le mascherine Ffp2 in classe. Un significativo colpo di spugna, al quale seguiranno molti altri. Siamo a un passo dalla fine dell’emergenza sanitaria e di un tunnel che è durato due anni. La famosa normalizzazione.

Pandemia covid addio: stop alle zone colorate

Con l’addio delle fasce di colore per il rischio contagi l’Italia tornerà tutta in zona bianca entro un mese. Questa volta – ne siamo tutti un po’ più consapevoli – per restarci.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Pandemia covid addio: smart working

Il cambio di prospettiva impone anche dei cambiamenti. Come quello che riguarda lo smart working: non ci sarà più un accesso semplificato al lavoro agile. E quindi ogni azienda dovrà trattare con i propri dipendenti le modalità per il lavoro da casa (se ci sono contratti collettivi con i sindacati).

Si escludono solo i dipendenti pubblici, che hanno già firmato un protocollo d’intesa.

Quali banche concedono un mutuo del 100% per comprare casa

Pandemia covid addio: green pass

Dal 31 marzo – e questa volta lo ha comunicato lo stesso presidente del Consiglio – inizierà anche il graduale addio all’uso del green pass, in particolare quello rafforzato, che si può ottenere solo con la vaccinazione o la guarigione. Si parte con tutte le attività all’aperto, comprese manifestazioni sportive, feste, fiere, sagre e spettacoli.

Pensione per donne casalinghe con e senza contributi: le cifre

Pandemia covid addio: quarantene e scuola

Dal 31 marzo addio a tutte le regole che riguardano l’isolamento degli studenti (negli ultimi mesi hanno generato un bel po’ di confusione). In quarantena andranno solo gli studenti risultati positivi dopo un tampone. I contratti stretti saranno liberi di fare quello che vogliono.

Un cambio di prospettiva notevole dopo due anni di quarantene e isolamenti. La fine dello stato di emergenza significa anche la fine dell’obbligo di indossare le mascherine in classe.

La fine dell’Italia divisa per colori di rischio porta via anche i meccanismi legati al numero di persone ricoverate in ospedale, all’indice Rt. Anche questa dopo due anni di numeri, statistiche e percentuali è un passo importante.

Pandemia covid addio: strutture emergenziali

Un altro segnale importante è lo stop alle attività del commissario straordinario per l’emergenza Covid. Comporta la chiusura degli hub vaccinali. La struttura del generale Figliuolo non dovrà più occuparsi, ovviamente, dell’approvvigionamento di materiale sanitario (i vaccini in particolare) e di coordinare tutto l’aspetto logistico della campagna.

Tutte le tabelle per l’invalidità civile suddivise per patologie con relative percentuali

Il passaggio più atteso riguarda il green pass, con la fine graduale dell’obbligo di utilizzare il certificato verde rafforzato. Questo passaggio potrebbe segnare la fine della contrapposizione tra vaccinati e no vax (speriamo).

La strada che porta all’addio del green pass sarà comunque meno immediata. Si inizia con le attività all’aperto, per quelle al chiuso potrebbe ancora servire per qualche settimana il certificato verde rafforzato o più probabilmente quello base (con tampone negativo).

Pandemia covid addio: voltare pagina

Ormai ci siamo. E questa voltasi inizia a parlare di post pandemia molto prima dell’estate. Sta accadendo in tutto il mondo. Anzi, altri Paesi europei stanno andando anche più velocemente con l’azzeramento delle restrizioni, green pass compreso. Bisogna aspettare qualche settimana ancora, poi si volterà pagina.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie