Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Risparmio e Investimenti / Pannelli solari nel centro storico: ecco le regole

Pannelli solari nel centro storico: ecco le regole

Pannelli solari nel centro storico: ecco le regole per sistemare gli impianti senza chiedere autorizzazione.

di The Wam

Maggio 2023

Pannelli solari nel centro storico, vediamo se è possibile e qual è la procedura da seguire. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Il Ministero della Transizione ecologica (Mite) ha introdotto nuove regole e diverse semplificazioni per facilitare l’installazione dei pannelli solari nei centri storici. Le nuove regole hanno riguardato in particolare:

Ricordiamo che nei centri storici dei Comuni italiani risiede un milione e mezzo di cittadini, il 2,5 per cento della popolazione. Mentre a lavorarci sono 2,2 milioni di abitanti.

Scopri la pagina dedicata ala gestione del risparmio e agli investimenti.

I centri storici rappresentano dunque una fetta importante del Paese. Ma non solo: in molte città si registra un costante aumento della popolazione residente e delle attività commerciali, produttive e ricettive. 

Su questo argomento potrebbe interessarti un articolo che spiega cosa serve per installare pannelli solari nel cortile condominiale; in un altro post si spiega cosa è indispensabile per realizzare degli impianti sul terrazzo condominiale; e infine vediamo come funziona il bonus fotovoltaico 2023 e quanto si risparmia.

Pannelli solari nel centro storico: serve il permesso?

Non serve, come altrove, alcun permesso per installare un impianto fotovoltaico in un centro storico. Si tratta di edilizia libera, che non deve quindi prevedere autorizzazioni o atti amministrativi.

Non è indispensabile neppure l’autorizzazione del condominio (basta la comunicazione all’amministratore) se lo spazio occupato sul tetto dai pannelli solari è proporzionale ai millesimi di proprietà.

Sono esclusi dalla “liberalizzazione” solo gli edifici sottoposti a vincoli.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.                 

Pannelli solari nel centro storico: le nuove regole

La normativa di riferimento per l’installazione di impianti solari fotovoltaici è contenuta nel decreto legge numero 17 del 2022 (convertito nella legge 34 del 2022).

È prevista  la semplificazione per impianti fino a 200 kW (prima il limite era stato fissato a 50 kW). La legge e in particolare il decreto numero 297 del 2 agosto 2022, del ministero della Transizione Ecologica, ha fornito i dettagli necessari per attivare gli interventi da adottare per installare i nuovi impianti di autoproduzione di energia.

Pannelli solari nel centro storico: se l’edificio è vincolato

Come accennato la semplificazione riguarda in particolare gli edifici dei centri storici che non sono vincolati.

Se invece sull’edificio esiste un vincolo, si deve procedere in modo diverso: sarà prima indispensabile avere l’autorizzazione comunale.

La semplificazione, inoltre, non riguarda gli immobili che sono ritenuti di notevole interesse pubblico.

Pannelli solari nel centro storico: senza autorizzazione

Elenchiamo i casi nei quali non è necessario chiedere delle autorizzazioni per installare un impianto fotovoltaico in un edificio che si trova nel centro storico di un Comune:

Se si rispettano queste condizioni è anche più semplice avere la possibilità di sistemare gli impianti su edifici sottoposti a vincoli.

Pannelli solari nel centro storico: la richiesta

Dunque non serve l’autorizzazione, basta una richiesta Scia (Segnalazione certificata di inizio attività) semplificata. Questo è possibile se gli impianti rispettano queste condizioni:

Per questi tipi di impianti (fino quindi a una potenza di 200 kW) si può chiedere al Gestore dei Servizi Energetici (Gse) il ritiro dell’energia elettrica prodotta in eccesso. In alternativa si può sottoscrivere un contratto di dispacciamento con un altro gestore.

Il modello unico semplificato (che appunto non prevede alcun tipo di autorizzazione) può essere utilizzata non solo per la realizzazione di nuovi impianti fotovoltaici, ma anche per modificare e potenziare quelli già esistenti.

Pannelli solari nel centro storico: ecco le regole
Nella foto pannelli solari nel centro storico di una città

Pannelli solari nel centro storico: i più indicati

Come detto la normativa prevede che gli impianti fotovoltaici siano integrati nell’edificio. Questo per evitare un eccessivo disturbo visito e salvaguardare il contesto.

Ci sono numerose soluzioni innovative che consentono di inserire i pannelli solare in elementi architettonici senza deturpare il paesaggio:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp