Paolo Rossi, furto in casa: colpo premeditato

Mentre si piange la morte di Paolo Rossi, scomparso giovedì notte a 64 anni, per un male incurabile, sono in corso le indagini dei Carabinieri per risalire all'identità dei ladri che, durante i funerali dell'ex campione del Mondo, hanno svaligiato l'abitazione in cui viveva con la moglie e le figlie. Si tratterebbe di una banda, forse dell'Est Europa, sicuramente organizzata. Il colpo era premeditato.

3' di lettura

Non è stato un ladro solitario, ma una banda di delinquenti organizzata nei minimi particolari. Hanno atteso che la casa di Paolo Rossi a Bucine, in provincia di Arezzo, si svuotasse di gente per svaligiarla, portare via oggetti preziosi e soldi, gioielli e un rolex appartenuto al calciatore, scomparso nella notte tra mercoledì e giovedì a soli 64 anni, per un male incurabile.

I ladri, forse frenati da un briciolo di umanità nascosta dentro ai loro cuori, hanno lasciato in casa le medaglie e i trofei conquistati dal campione del Mondo del 1982, capocannoniere di quell’edizione che gli valse il Pallone d’Oro.

Furto a casa di Paolo Rossi: indagini in corso

A indagare sul furto sono i Carabinieri della compagnia di San Giovanni Valdarno. L’azione delittuosa è avvenuta durante i funerali di Paolo Rossi tenuti a Vicenza, città in cui ha militato nei primi anni di carriera arrivando fino alla convocazione per i Mondiali di Argentina 1978, durante i quali mise in mostra le sue qualità che riuscirono, successivamente, a elevarlo sul tetto del Mondo con la Nazionale di Enzo Bearzot, suo primo e più grande estimatore. “Hanno voluto infangarlo anche nel giorno in cui tutta Italia lo piangeva. Potrebbero essersi portati via anche 100mila euro, non me ne fregherebbe niente. E’ il gesto che stordisce”, aveva dichiarato la moglie Federica Cappelletti, ai microfoni della stampa.

Paolo Rossi (Photo by Bob Thomas Sports Photography via Getty Images)

I militari della stazione del comune aretino sono sulle tracce della banda di scassinatori, probabilmente composta da cittadini dell’Est Europa, sicuramente organizzata e consapevole di rubare in casa di Paolo Rossi. Chi ha agito sapeva benissimo di non trovare nessuno in casa. Avranno compiuto appostamenti la notte precedente, mentre il campione moriva in una stanza di ospedale, e si sono mossi qualche ora dopo, sfruttando il buio e l’assenza di testimoni.

Qualcuno, però, ha raccontato agli inquirenti di aver visto transitare alcune auto di grossa cilindrata. I rapinatori potrebbero avere usato almeno due autovetture e un furgone e sono sicuramente “del mestiere” considerata l’assenza di impronte lasciate in casa. Hanno portato via anche il dischetto con le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza. E questo rende più complicate le indagini.

La solidarietà, lo stadio intitolato a Paolo Rossi

I malviventi sono entrati in casa dopo aver rotto una finestra. Il danno è stato notato da un collaboratore della famiglia di Paolo Rossi Rossi, che ha subito allertato la moglie del calciatore, che a sua volta ha avvisato i Carabinieri denunciando il furto subito.

Solidarietà è stata mostrata dal Sindaco di Bucine, Nicola Bernini, che ha annunciato l’intitolazione dello stadio locale all’ex campione del Mondo: “Paolo era amico di tutti, potevi trovarlo dal macellaio, al bari, in qualche cena pubblica. Era come se fosse nato qui. Una volta ho disputato una partita amichevole di beneficenza: giocavo con lui in attacco. Spero che i banditi vengano presi al più presto”.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie