Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Contributi per Partite Iva » Fisco e tasse » Lavoro / Partita Iva agevolata: ecco costi, vantaggi e svantaggi

Partita Iva agevolata: ecco costi, vantaggi e svantaggi

Partita Iva agevolata: quali sono vantaggi e svantaggi per chi rientra nel regime forfettario? Scoprilo insieme a noi in questa panoramica

di Guglielmo Sano

Luglio 2021

Partita Iva agevolata: cosa si indica esattamente con questa espressione?

Vediamo nel dettagli quali sono i requisiti che permettono ai lavoratori autonomi di accedere al regime di tassazione agevolata e che costi devono sostenere in tale evenienza.

(Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Partita Iva agevolata: quali sono i vantaggi

Partita Iva agevolata: cosa si intente esattamente con questa espressione?

In poche parole, i lavoratori autonomi che rientrano in alcuni particolari parametri (non si devono superare i 65mila euro di fatturato annuo) possono usufruire di un regime di tassazione agevolata.

Anche detto regime forfettario quest’ultimo prevede, appunto, una quota di imposte da pagare più bassa rispetto al regime ordinario.

Inoltre, le partite Iva forfettarie hanno meno obblighi dei propri colleghi ordinari: basta dire che non sono tenuti a effettuare la fatturazione elettronica.

Per riepilogare quali sono i vantaggi della Partita Iva agevolata:

Ricevi tutte le news su partita iva agevolata, bonus e notizie dal mondo del lavoro su whatsapp.

Partita Iva agevolata: quali sono gli svantaggi

D’altra parte, anche l’applicazione del regime forfettario prevede alcuni svantaggi per i liberi professionisti.

Chi rientra nel regime ordinario – anche se in generale paga più tasse ed è obbligato alla fatturazione elettronica – può infatti detrarre tantissimi costi sostenuti nel quadro dell’attività dalla quota di imposte dovuta.

Questi, tra l’altro, si scaricano a forfait (cioè, a percentuale fissa) in base a un certo coefficiente di redditività che varia da professione a professione.

A livello generale, non ci sono molte altre differenze tra partita Iva agevolata e ordinaria.

Per esempio, sia per la prima sia per la seconda è previsto il versamento obbligatorio dei contributi previdenziali.

Tuttavia in alcuni casi, come quello della gestione artigiani e commercianti Inps, chi rientra nel regime forfettario può accedere a consistenti sconti su questo genere di spesa.

Se vuoi fare domande specifiche sulla partita iva agevolata, i bonus o i temi legati al mondo del lavoro seguici su Instagram

Per ricevere tutte le ultime notizie sui pagamenti del reddito di emergenza: entra subito nei gruppi social per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Aggiungiti a 78mila persone e guarda le video-guide sui bonus sul canale YouTube di TheWam.net.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp