Partita Iva regime forfettario esempio di calcolo tasse

Partita Iva regime forfettario esempio di calcolo tasse. Quando spende in tasse una Partita Iva in regime agevolato e che vantaggi ha.

3' di lettura

Partita Iva regime forfettario esempio calcolo tasse – Vediamo insieme quali sono i costi fissi che pesano annualmente sull’attività di un lavoratore autonomo (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

In questo articolo troverete qualche esempio utile a farsi un’idea di come si calcolano tasse e contributi.

Se sei interessato all’argomento e vuoi saperne di più, continua a leggere l’articolo.

Partita Iva forfettario costi annuali: quali sono?

Partita Iva regime forfettario esempio calcolo tasse – Quali sono i costi “fissi” che un lavoratore autonomo deve sostenere durante l’anno? Su questo versante molto dipende dal tipo di attività che questi esercita.

Tutte le Partite Iva devono sicuramente fare i conti con tasse e contributi. Per gestire correttamente i versamenti delle une e delle altre, di solito, bisogna avvalersi della consulenza di un commercialista: altro costo praticamente obbligato.

Anche da questo punto di vista, incide molto l’attività che si esercita: ad esempio, bisogna versare i contributi a una determinata cassa previdenziale (alcune sono più costose di altre).

Inoltre, a seconda del fatturato si può rientrare nel regime forfettario, quindi, pagare meno tasse rispetto a chi rientra nel regime ordinario.

Allo stesso tempo, però, i forfettari non possono scaricare le spese dall’importo dovuto a titolo di imposta.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Partita Iva regime forfettario esempio di calcolo di tasse

Partita Iva regime forfettario esempio calcolo tasse – Prima di fornire un’idea piuttosto generale delle spese annuali che un lavoratore autonomo forfettario deve sostenere, è da precisare, innanzitutto, che bisogna versare il 5% di tasse sul reddito imponibile per i primi 5 anni per poi passare al 15%.

Per calcolare l’imponibile bisogna applicare il cosiddetto coefficiente di redditività a quanto si fattura: tale coefficiente varia da attività ad attività.

Dunque, si ponga il caso di un agente di commercio (coefficiente al 40%). Per calcolare le tasse da pagare, dovrà calcolare prima il reddito imponibile: l’operazione consiste nell’applicare il 40% al proprio guadagno annuo lordo. Il risultato è il reddito imponibile.

Successivamente si può sottrarre a tale cifra l’importo versato a titolo di contributi. Infine, applicando il 5% (o il 15%) si otterrà l’importo delle tasse da versare per l’anno di imposta di riferimento.

Partita Iva regime forfettario: esempio di calcolo tasse
Partita Iva regime forfettario esempio calcolo: quali sono i costi “fissi” che pesano sugli autonomi?

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie