Speranza, illusioni e passaporti vaccinali per l’estate

Pass sanitario: tra Speranza e illusioni. La riflessione dell'avvocato Gerardo Di Martino sulle dichiarazioni del ministro della Salute, Roberto Speranza, che auspica il ritorno alla normalità grazie al nuovo certificato medico europeo.

3' di lettura

Tra tante illusioni, ci mancava la speranza del passaporto vaccinale.

In un’intervista pubblicata ieri, il ministro Speranza ha aperto alle vacanze ed ai viaggi con il passaporto vaccinale.

Era stato l’omologo del Turismo, Massimo Garavaglia, mercoledì sera a parlare, invece, del passaporto vaccinale come di uno strumento fondamentale per il settore turistico.

Meglio non farsi grandi illusioni

Ormai siamo abituati ad interviste ed interventi del capo del Dicastero della Salute incentrati più sull’auspicio che sulla razionalità. Non fosse altro che per il cognome, Speranza: un fardello con cui fare i conti, in questo momento storico.

In un’Europa ancora stordita per il pasticciaccio vaccini e con la Germania in grande difficoltà per le evidenti difficoltà della Merkel – apparsa, negli ultimi tempi, molto, troppo stanca – dobbiamo rivolgere meglio lo sguardo all’Inghilterra ed ascoltare il suo Premier, Boris Johnson, il quale scapigliato e senza freni, riesce ad essere sicuramente più incisivo: «È una buona soluzione», ha detto qualche giorno fa, aggiungendo, però «Lo utilizzeremo solo quando la prima dose sarà stata somministrata a tutti i residenti nel Regno Unito».

Johnson ha ragione, per due motivi

Come dargli torto. È proprio così, anzi. Per due ordini di motivi, almeno.

Il primo è più semplice di quanto il nostro ministro della Salute possa immaginare.

Se non abbiamo almeno il 70% o meglio l’80% del Paese vaccinato, il pass diventa solo un momento per discriminare, penalizzare e creare differenziazioni socialmente inaccettabili, tra fasce di popolazione che avranno ricevuto l’inoculazione ed altre che non riescono o non sono state ancora messe nelle condizioni di accedere al vaccino anti Covid-19.

Per età, per esempio, perché ragazzi e trentenni, ma anche i quarantenni, nel nuovo piano Draghi/Figliuolo, saranno tra gli ultimi.

O per lavoro, perché tanti rimarranno indietro rispetto a tanti altri, per un mero caso.

O, ancora, per residenza, perché non tutte le Regioni riescono ad avere le stesse velocità e perché è sotto gli occhi di tutti l’applicazione caotica, anzi, più correttamente, la disapplicazione di fatto delle regole stabilite per la vaccinazione, con base di partenza l’età (e non il lavoro), già di suo una ferita da rimarginare.

Speranza, illusioni e passaporti vaccinali per l'estate
Pass sanitario, tra Speranza e illusioni.

Il secondo motivo è ancor più dirompente. Per salvaguardare la Salute pubblica si metta a rischio la Salute pubblica.

Se non siamo tutti o quanto meno per tre/quarti vaccinati, almeno con una dose, la circolazione dei patentati, senza controllo, potrà certamente far bene a loro, ma sarà un bel rischio per chi vaccinato non lo è ancora, posto anche che non vi sono evidenze scientifiche per escludere che il vaccinato (che di certo non muore) si infetti ed infetti.

Per non parlare della parte più “interessante” dell’annuncio del ministro.

Se si promette il mare a chi ha il passaporto vaccinale, saranno veramente pochi, almeno in questa strabica italiona, quelli che a giugno si faranno trovare senza. Di riffa, o di raffa.

Scopri di più sull’autore di questo articolo, Gerardo Di Martino.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie