Pasta e patate con provola: ricetta e nostalgia anni ’90

Ricetta pasta e patate con provola: come cucinare una pasta deliziosa. E una riflessione sugli anni '90 e i loro rapporti che erano più autentici.

4' di lettura

Ricetta pasta e patate con provola – Sono nata e cresciuta nell’epoca sbagliata. Ormai è un dato di fatto! L’ho sempre pensato ed ora ne ho la piena consapevolezza.

Voglio ritornare negli anni novanta. Non so se è perché ero più piccola, ma ricordo che la vita era diversa. Sembrava che c’era più unicità e passione in tutto ciò che si faceva.

Si godeva di ogni momento con una pienezza disarmante; tutto appariva più semplice e genuino.

I rapporti personali e quelli tra uomo-donna presentavano connotati di autenticità.

I film erano diversi; la bellezza delle attrici di un tempo e le loro forme erano rassicuranti.

C’erano le serenate, i cioccolatini, i bigliettini. C’era romanticismo, c’era voglia di coltivare le relazioni (non solo sentimentali), c’erano gli sguardi, le mani che si sfioravano, e gli abbracci.

Oggi, invece… Signori e signori… benvenuti nell’era dell’apparenza e della vacuità.

L’epoca dei social che – al di là dei suoi utili aspetti – ci ha insegnato a nasconderci dietro uno schermo. Se mi piaci ti metto un like, se non mi piaci non visualizzo le tue storie Instagram, e se finalmente due si piacciono, magari si incontrano e, dopo un’ approccio fisico…bye bye.

Tutto è cambiato!

I social, ormai, sono pieni di immagini che, a mio parere, rasentano la contrarietà alla pubblica decenza.

Premetto: sono una donna che non ama competere con altre donne, né nel campo lavorativo né in quello personale; lo trovo un inutile dispendio di energie che dovrebbero, invece, essere investite in solidarietà femminile.

Talvolta, però, ammetto di rimanere interdetta di fronte al messaggio che alcune donne decidono di dare, mercificando il proprio corpo.

Guardo video e foto di tette e culi così tondi e levigati da assomigliare a biglie giganti.

Io, con le biglie, ci giocavo da piccolina e nessuno allora mi spiegò che si potevano impiantare nel corpo umano.

Ed invece… eccoci qua… tutti abitanti di plasticlandia.

Per carità, non sono contraria alla chirurgia plastica ed estetica, ma solo nella misura in cui non stravolge la fisionomia di una persona.

Dove sono le donne morbide e sensuali, quelle dalla femminilità innata? Dove sono le donne senza addominali e senza glutei e tette trapiantati?

Ma, soprattutto, dove sono gli uomini di un tempo, quelli che conservano i loro peli sul corpo, che non hanno necessità di tirarsi le sopracciglia e di disegnare tartarughe sull’addome?

Quelli che quando ci esci a cena, ti guardano e dicono: ”Beviamo del vino? Prendiamo un dolce?

E non: “Scusa! Stasera non mangerò molto”.

A quel punto tu, ingenuamente, rispondi: “Non preoccuparti, magari dividiamo una pizza!”.

E lui, con la stessa espressione di chi ha appena assistito ad uno scippo perpetrato ai danni di sua nonna, ti guarda e dice: ”No! Ho lo scarico dei carbo!

E a questo punto, come direbbe una famosa opinionista televisiva: “MARIA IO ESCO”!

Ecco, usciamo da questo argomento che mi urta il sistema nervoso, ed entriamo in quello che tutti noi amiamo: la cucina.

Cosa portiamo in tavola oggi?

Pasta e patate con provola ricetta
Pasta e patate con provola ricetta

Pasta e patate con provola

Pasta e patate con provola… rigorosamente azzeccata come piace a me!

Ingredienti per 4 persone

320 g di pasta mista corta di Gragnano trafilata a bronzo, se potete

800 g di patate (non novelle, p’ ammmore ‘e Dddio!)

40 g di olio extravergine di oliva, nello specifico lo Chef ha usato un olio del Cilento, profumatissimo e leggero

200 g di provola

100 g di pancetta

1 costa di sedano

6 pomodorini del piennolo solo per dare colore
3 foglie di basilico

1 cipolla bianca

1 spicchio di aglio

Parmigiano reggiano q.b.

Pepe nero q.b.
Sale q.b.


La ricetta di pasta e patate con provola

Soffriggi in una pentola piuttosto profonda ed in olio evo la cipolla tagliata finemente, con il sedano e l’aglio tritato. Fai imbiondire, avendo cura di non bruciare la cipolla.

Aggiungi le patate precedentemente tagliate a tocchetti, non troppo grandi, ma neanche troppo piccoli perché non perdano di consistenza.

Aggiungi la pancetta tagliata a sua volta a tocchetti.

Fai cuocere per qualche minuto, facendo attenzione che non si attacchi nulla al fondo della pentola.

A metà cottura delle patate, aggiungi i pomodorini tagliati a pezzi, che serviranno solo per dare un po’ di colore al piatto, sale, pepe e continuare la cottura mescolando.

Aggiungi le foglie di basilico spezzettate.

Quando le patate saranno cotte, aggiungi l’acqua per la cottura della pasta.

Sarà opportuno le prime volte versarne un piccolo quantitativo, aggiungendone altra se del caso.

Porta ad ebollizione, ed aggiungi, ove necessario, un altro po’ di sale.

Butta la pasta e porta a cottura sempre mescolando.

Tieni presente che la pasta di grano duro di Gragnano, soprattutto se trafilata al bronzo, ha un tempo di cottura un po’ lungo, ma scolala sempre al dente.

Spegni il fuoco ed aggiungi la provola tagliata a tocchetti, mescolando fino a che sarà sciolta.

Aggiungi il parmigiano. Lascia riposare in modo che si addensi, irrora con un filo di olio extravergine di oliva e servi.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie