Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Tecnologia / Patente digitale, l’avrai sullo smartphone (da giugno)

Patente digitale, l’avrai sullo smartphone (da giugno)

La patente digitale sostituirà o affiancherà quella tradizionale. Non bisognerà attendere molto, l’innovazione dovrebbe essere introdotta a partire da giugno. Sarà contenuta nello smartphone o nel Wallet. Vediamo come funziona.

di The Wam

Febbraio 2024

La patente digitale sostituirà entro l’estate quella tradizionale e potrà essere conservata nello smartphone o nel wallet (portafoglio digitale). Un passaggio che segna l’addio del documento fisico. Sarà però necessario non dimenticare il telefono o non averlo scarico se è necessario esibire la patente. Vediamo come funziona. (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Patente digitale, da quando?

La patente digitale è una realtà molto prossima per gli automobilisti italiani. Entro l’estate 2024, la patente tradizionale lascerà il posto o meglio, sarà per ora affiancata, da una versione digitale. In pratica, avrai la patente direttamente sul tuo smartphone o nel tuo wallet, il portafoglio digitale.

Patente digitale sullo smartphone: come funziona?

La patente digitale funzionerà in modo simile ad altri documenti digitali che già utilizzi. Sarà accessibile facilmente dal tuo telefono, rendendo inutile portare con te la versione cartacea.

La transizione verso la patente digitale inizia nell’estate 2024, molto probabilmente da giugno. È un passo importante nella gestione dei documenti ufficiali. Una piccola rivoluzione. Non sarà più necessario avere la patente fisica con sé.

Addio alla patente cartacea

Una volta lanciata la patente digitale, la versione cartacea tradizionale non sarà più obbligatoria. Se la polizia ti ferma e non hai la patente fisica, non ci saranno problemi. La versione digitale sul tuo smartphone sarà riconosciuta come valida.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come si usa la patente digitale?

La patente digitale funzionerà in maniera simile al green pass. Sarà accessibile tramite l’app IO, l’applicazione ufficiale della Pubblica Amministrazione italiana. Per utilizzarla, avrai bisogno dello Spid, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, che garantisce sicurezza e affidabilità nell’identificazione digitale.

Facilità d’uso

Con oltre 37 milioni di download, l’app IO è già molto diffusa tra i cittadini, e dimostra un esteso utilizzo dei servizi digitali. L’applicazione ha una interfaccia intuitiva e un accesso facilitato: ideale per gestire la anche tua patente digitale.

Integrazione con wallet digitali

Il governo sta valutando la possibilità di integrare la patente digitale in portafogli digitali popolari come Google wallet e Apple wallet. In questo modo i cittadini avranno ulteriori opzioni e una maggiore comodità nell’uso quotidiano del documento.

Lo smartphone, strumento sempre più centrale

Con la patente digitale, il tuo smartphone diventerà ancora più indispensabile. Sarà fondamentale ricordarsi di portarlo sempre con sé e tenerlo carico, poiché conterrà un documento importante come la patente di guida.

Altri vantaggi

I benefici della patente digitale si estendono al rinnovo del documento e al suo riconoscimento in tutti i Paesi dell’Unione Europea, semplificando la vita dei guidatori a livello internazionale.

Se dimentico la patente cosa rischio?

Se dimentichi a casa il tuo smartphone con la patente digitale, la situazione è simile a quella attuale con la patente cartacea. La multa per non avere con sé la patente è di 41 euro.

Sanzioni aggiuntive

Se non presenti la patente alla polizia o alla questura entro un periodo specificato nel verbale, la situazione si aggrava. In questo caso, potresti subire una seconda sanzione, che varia tra 430 e 1731 euro.

Queste regole sottolineano l’importanza di avere sempre con sé lo smartphone e assicurarsi che sia carico. Con la patente digitale sul tuo dispositivo, potrai evitare sanzioni e dimostrare la tua idoneità alla guida in qualsiasi momento.

Un altro vantaggio della patente digitale è la possibilità di accedere facilmente a informazioni come il saldo dei punti patente e l’elenco delle infrazioni passate. In caso di controllo, basterà mostrare il QR code sullo smartphone, offrendo un modo veloce e sicuro per verificare i tuoi dati di guida.

Il pericolo delle false patenti online

Unasca, ente che rappresenta le autoscuole e gli studi di consulenza automobilistica in Italia, ha però sollevato un possibile allarme. Sono in aumento i siti web che offrono la possibilità di ottenere la patente di guida in modo non corretto e ingannevole.

Questi siti seducenti promettono di farti avere la patente di guida velocemente e senza uscire di casa. Alcuni sostengono addirittura che non è necessario frequentare corsi di guida fisici o sostenere gli esami reali, proponendo una sorta di acquisto della patente dopo alcune lezioni online.

I pericoli nascosti

Unasca mette in guardia: queste offerte illegali non sono solo ingannevoli, ma rappresentano un serio pericolo. Chi cade in queste trappole rischia di incappare in truffe online o di phishing, ricevendo alla fine una patente falsa e quindi non valida.

La legge italiana è molto chiara su questo punto. Per ottenere una patente di guida, ci sono procedure e tempi ben definiti, indispensabili per garantire che l’automobilista sia realmente preparato e capace di guidare in sicurezza.

Patente digitale, l’avrai sullo smartphone (da giugno)
Nell’immagine un automobilista mostra la sua patente digitale a un poliziotto.

FAQ (domande e risposte)

Quando sarà disponibile la patente digitale?

La patente digitale sarà disponibile a partire dall’estate 2024. Questa transizione segna un notevole cambiamento nel modo in cui i documenti vengono gestiti, spostandosi da una forma fisica a una digitale.

Come funziona la patente digitale tramite l’app IO?

La patente digitale funzionerà in modo simile al green pass. Sarà accessibile tramite l’app IO, l’applicazione ufficiale della Pubblica Amministrazione italiana. Per utilizzarla al meglio, sarà necessario lo Spid, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. L’app IO, già scaricata da 37 milioni di persone, mostra una vasta accettazione verso l’utilizzo di servizi digitali.

Qual è la multa per dimenticare la patente digitale?

Se dimentichi a casa lo smartphone con la patente digitale, la multa sarà di 41 euro, simile a quella per aver lasciato a casa il documento cartaceo. Inoltre, se non esibisci la patente entro un periodo specificato, potresti subire una seconda sanzione tra 430 e 1.731 euro.

Quali documenti saranno inclusi nel portafoglio digitale?

Nel Portafoglio digitale, oltre alla patente digitale, saranno inclusi altri documenti importanti come la tessera sanitaria e il certificato di invalidità. Questo permetterà una gestione più semplice e immediata di documenti essenziali.

Qual è il rischio delle false patenti online?

Il rischio delle false patenti online, segnalato da Unasca, riguarda siti che promettono l’ottenimento facile della patente di guida, ma in modo non corretto. Queste offerte illegali possono portare a truffe online o phishing, risultando in una patente falsa e non valida. È importante seguire le procedure legali stabilite per l’ottenimento della patente.

Che iniziativa UE include la patente digitale?

L’iniziativa della patente digitale fa parte di un più ampio pacchetto per la sicurezza stradale proposto dalla Commissione UE nel marzo 2023. Questa iniziativa mira a uniformare gli automobilisti a livello europeo, migliorando la sicurezza e la gestione dei documenti di guida.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp