Peculato, pm: “3 anni al tabaccaio irpino”. Condanna a 6 mesi

Peculato, pm:
1' di lettura

Peculato in Irpinia, è stato condannato a sei mesi, con pena sospesa, un 44enne titolare di una tabaccheria di Grottolella, comune in provincia di Avellino. Il pubblico ministero aveva chiesto tre anni di reclusione. Ma i giudici presso il tribunale di Avellino hanno accolto la tesi degli avvocati difensori Dario Cierzo e Palmira Nigro, stabilendo una pena più mite. Le indagini si sono focalizzate su 5 mesi del 2016, durante i quali l’imputato era accusato di non aver versato all’erario gli importi relativi alle giocate della Lottomatica, di qui l’accusa di peculato. (La foto di copertina è tratta da Google e non si riferisce al tabacchi oggetto di indagine)

La difesa del tabaccaio irpino

L’avvocato, Dario Cierzo, in aula ha sostenuto come non fosse configurabile il reato di peculato, dimostrando che, anche se in ritardo, il pagamento era stato effettuato e quindi la fattispecie andava inquadrata diversamente e nello specifico con una legge speciale sul gioco. Il pm era di altro avviso: ha chiesto, come detto, tre anni di reclusione. Ma i giudici hanno stabilito una pena molto più mite, accogliendo quanto sostenuto dai difensori che, ora, ricorreranno in Appello per ottenere un ulteriore sconto di pena.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie