Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni / Pensione 2023 senza contributi: chi può averla

Pensione 2023 senza contributi: chi può averla

Pensione 2023 senza contributi: cos'è, a chi spetta e come ottenerla? Scopri tutto in questo approfondimento.

di Carmine Roca

Dicembre 2022

Pensione 2023 senza contributi: chi può averla? Ne parliamo in questo approfondimento (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Pensione 2023 senza contributi: cos’è e chi può averla?

Esiste una pensione 2023 senza contributi: è l’assegno sociale, che l’INPS eroga ai cittadini italiani, comunitari e extracomunitari residenti in Italia, senza o con basso reddito e senza contributi all’attivo.

La prestazione di tipo assistenziale dal 1996 ha sostituito la pensione sociale. Spesso ci si riferisce ad essa come “pensione sociale per donne casalinghe”, poiché spetta a chi non è riuscito a maturare contributi o ne ha versati meno di quelli previsti per avere diritto a una pensione.

Per poterne beneficiare, oltre alla residenza in Italia, è necessario aver compiuto 67 anni e avere un reddito pari a 0: in questo caso l’assegno sociale spetta in misura piena (468,11 euro per 13 mensilità).

Con un reddito personale superiore a 0 e inferiore a 6.529,67 euro l’anno e con un reddito da coniugato inferiore a 13.059,33 euro l’anno, la pensione 2023 senza contributi spetta in misura ridotta.

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali.

In tal caso l’importo della prestazione è dato dalla differenza tra il reddito massimo (6.529,67 euro) e il reddito del richiedente. Ad esempio, se il reddito del richiedente è di 4.000 euro l’anno, spetta un assegno sociale di 2.129,67 euro l’anno, pari a circa 164 euro al mese.

Ai fini dell’ottenimento della pensione 2023 senza contributi, si prendono in considerazione questi redditi:

Sono, invece, esclusi dal calcolo i seguenti redditi:

La pensione 2023 senza contributi non spetta automaticamente, ma è necessario presentare domanda all’INPS, accedendo al sito dell’istituto con una delle credenziali personali (SPID, CIE o CNS).

Una volta avuto accesso al sito, cliccate su “domanda di prestazioni pensionistiche” e dopo aver inserito il vostro codice fiscale cliccate su “nuova prestazione pensionistica – assegno sociale”, per poi compilare tutti i campi richiesti.

Per saperne di più sulla pensione 2023 senza contributi, ti consigliamo la visione di questo video:

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Pensione 2023 senza contributi: requisiti e aumento 2023

Abbiamo visto quando spetta la pensione 2023 senza contributi, comunemente nota come assegno sociale.

La prestazione di tipo assistenziale spetta a chi non ha maturato anni di contributi o ne ha versati meno di quelli previsti per accedere alla pensione e con un reddito basso.

Dal 1° gennaio 2023, come le altre prestazioni previdenziali e assistenziali, anche l’importo dell’assegno sociale aumenterà del 7,3% rispetto al 2022.

L’importo attuale – 468,11 euro – verrà incrementato di 34,17 euro lordi arrivando a 502,28 euro al mese, per 13 mensilità.

Di conseguenza, cambieranno anche le soglie di reddito, che nel 2023 saranno più alte rispetto a quelle attuali.

Per garantirsi un assegno sociale in misura piena si dovrà avere un reddito personale pari a 0 euro e un reddito da coniugato non superiore a 13.059,28 euro.

Per percepire la pensione 2023 senza contributi in misura ridotta, invece, sarà necessario non superare il limite massimo di reddito personale fissato a 6.529 euro l’anno.

Pensione 2023 senza contributi
Pensione 2023 senza contributi: cos’è, a chi spetta e come ottenerla?

Pensione 2023 senza contributi: come aumentare l’importo?

L’importo della pensione 2023 senza contributi può essere aumentato rispetto ai 502,28 previsti a partire dal prossimo 1° gennaio.

Fino ai 70 anni di età è possibile ricevere le maggiorazioni sociali INPS pari a 12,92 euro al mese, mentre al compimento dei 70 anni l’importo dell’assegno sociale può essere incrementato di 206,75 euro al mese, in base ai redditi complessivi del nucleo familiare.

Inoltre, chi percepisce l’assegno sociale può fare domanda e ottenere anche la pensione di cittadinanza, che è cumulabile con la pensione 2023 senza contributi.

La pensione di cittadinanza è una prestazione assistenziale che spetta agli over 67 che rientrano in determinati parametri reddituali, come potete leggere in questo approfondimento di The Wam.net.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp