Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni / Pensione a 64 anni, quanti soldi si perdono

Pensione a 64 anni, quanti soldi si perdono

In pensione a 64 anni: quanto si perde al mese uscendo 3 anni prima dal mondo del lavoro? Ecco qualche semplice calcolo.

di Carmine Roca

Agosto 2022

Quanti soldi si perdono andando in pensione a 64 anni? Ne parliamo in questo approfondimento (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE:

Pensione a 64 anni con Quota 102

Una delle opzioni di pensione anticipata attualmente in vigore, Quota 102, permette di andare in pensione a 64 anni, con 38 anni di contributi.

Come ogni forma di pensione anticipata, anche per accedere a Quota 102, uscendo prima dal mondo del lavoro, c’è un prezzo da pagare.

Andare in pensione a 64 anni, cioè 3 anni prima di poter accedere dalla pensione di vecchiaia (67 anni di età e almeno 20 anni di contributi) comporta un assegno previdenziale più basso del normale.

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali.

Questo perché il lavoratore, andando in pensione a 64 anni, matura 3 anni di contributi in meno sui quali calcolare l’importo della pensione e poi, a causa dell’età, il suo coefficiente di trasformazione sarà più basso di quello che si applica a 67 anni.

Per questi due motivi, dunque, l’importo della pensione a 64 anni sarà sicuramente più basso rispetto all’importo che percepisce chi accede alla pensione di vecchiaia.

Volendo fare un calcolo sommario della pensione a 64 anni paragonata a quella che si riceverebbe a 67 anni, poniamo il caso di un lavoratore di 64 anni con 38 anni di contributi che accede a Quota 102.

Ammettiamo che il suo stipendio annuo ammonta a 25.000 euro. Andando in pensione a 64 anni riceverebbe un assegno mensile di 1.017 euro, a fronte di uno stipendio di poco più di 1.300 euro.

Se andasse in pensione a 67 anni, con 3 anni di contributi in più, riceverebbe una pensione mensile di circa 1.140 euro. Quindi, andando in pensione a 64 anni, con 38 anni di contributi, comporta al nostro lavoratore una perdita di 124 euro al mese.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Alternative a Quota 102

Oltre a Quota 102 si può andare in pensione a 64 anni anche con la pensione anticipata contributiva, se si versano i 20 anni di contributi a partire dal 1° gennaio 1996 (a patto di avere un assegno 2,8 volte l’assegno sociale, ovvero 1310,71 euro al mese).

Il prezzo da pagare, per chi accede a questo tipo di pensione, è praticamente lo stesso che affronta chi va in pensione a 64 anni con Quota 102.

Scopri quanto si prende di pensione con:

Invece, chi ha maturato anni di contributi prima del 1996 e sceglie di andare in pensione con il computo in Gestione Separata, affronterà un costo maggiore, essendo la pensione calcolata con il sistema contributivo.

Quindi oltre a un montante contributivo e a un coefficiente di trasformazione più bassi del dovuto, chi va in pensione a 64 anni con il computo in Gestione Separata deve considerare anche la differenza di calcolo per le quote di contributi versati prima del 1996.

In pensione a 64 anni
In pensione a 64 anni: quanto si perde?

La perdita economica è difficilmente quantificabile, poiché bisognerebbe tenere conto di vari fattori, come la retribuzione annua del lavoratore. La perdita, infatti, è favorita dalla media dei redditi che, di solito, sono più alti negli ultimi anni di carriera.

Volendo quantificare la perdita, potremmo ipotizzare un 20-25% in meno rispetto all’assegno che si percepirebbe andando in pensione a 67 anni, con picchi di perdita che possono toccare anche il 50%.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp