Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni » Previdenza e Invalidità / Pensione anticipata 2022, ecco come fare

Pensione anticipata 2022, ecco come fare

Pensione anticipata 2022, ecco come fare: quali sono le possibilità di uscita consentite dalle leggi e di quanto si può ridurre l'importo della pensione.

di The Wam

Marzo 2022

Pensione anticipata 2022, ecco come fare. La voglia di uscire in anticipo dal lavoro non è mai stata così intensa nel nostro Paese. (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Obiettivi che si possono raggiungere con Quota 102 (solo quest’anno) e Opzione Donna, che potrebbe essere la base per le prossime possibilità di pensione anticipata.

Chi invece non ha ancora l’età o la contribuzione necessaria per accedere a quei trattamenti si sta attivando per raggiungere al più presto i requisiti minimi.

Tra le chance offerte dal governo c’è anche il riscatto agevolato degli anni di studi all’Università.

Pensione anticipata 2022: riscatto agevolato

L’opzione “riscatto studi” è oggi più praticabile rispetto al passato, perché è stata agevolata. Fino al 2018 costava parecchie decine di migliaia di euro. Una cifra che ha spinto in tanti a rinunciare.

Dal 2019 il riscatto agevolato costa il 70% in meno. Ma non è gratis: quel risparmio impone infatti che il calcolo dell’assegno pensionistico sia tutto con il sistema contributivo. Anche se si è iniziato a lavorare prima del 1996, quando il calcolo era con il più vantaggioso sistema retributivo.

Quindi prima di pensare al riscatto agevolato è meglio fare due conti: se gli anni di lavoro prima del 1996 sono pochi potrebbe convenire. In caso contrario armatevi di calcolatrice o rivolgetevi a un consulente.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Pensione anticipata 2022: 4 anni di anticipo

Il CorriereEconomia ha analizzato diversi casi, potrebbero essere d’aiuto per avere un’idea di quanto costa il riscatto e fino a che punto potrebbe essere conveniente. Partendo però da un presupposto: potreste andare in pensione con 4 anni di anticipo (che di questi tempi potrebbe essere una importante via d’uscita).

Rivalutazione delle pensioni 2022, aumenti ufficiali: le tabelle

Pensione anticipata 2022: iniziare a lavorare a 25 anni

C’è il caso di una persona che ha iniziato a lavorare a 25 anni. Grazie al riscatto della laurea potrebbe andare in pensione in anticipo o con un importo maggiore.

Obiettivo che si potrebbe centrare con il riscatto tradizionale (prima in pensione e con più soldi). Ma che non è distante neppure con quello agevolato: l’assegno mensile della pensione nella seconda ipotesi sarebbe ridotto solo del’1,6%. Non sarebbe tanto.

Pensione anticipata 2022: iniziare a lavorare a 32 anni

Chi ha iniziato a lavorare a 25 anni lo ha fatto subito dopo la laurea. È più probabile il caso di chi dopo aver terminato gli studi ha impiegato un po’ di tempo prima di trovare un contratto vero, diciamo a 32 anni. In questo caso purtroppo il riscatto della laurea non potrà comportare anche una uscita anticipata dal lavoro, ma consentirebbe di migliorare l’importo dell’assegno pensionistico.

In pensione con 15 anni di contributi: ecco come

Pensione anticipata 2022: Opzione donna e Quota 102

Ci sono anche i cittadini che grazie al riscatto della laurea riescono a centrare i requisiti necessari per Opzione Donna o Quota 102. Ma in questo caso la scelta sarà interamente contributiva e si perderà:

Percentuali decisamente importanti e che inducono a una necessaria riflessione prima di scegliere.

Oensione di reversibilità con assegno di vedovanza: la guida

Pensione anticipata 2022: meno di 20 anni di contributi

Il CorriereEconomia ha preso in esame anche un altro caso piuttosto comune: persone che hanno raggiunto i 67 anni per la pensione di vecchiaia senza però avere la contribuzione minima di 20 anni. Il che significa attendere fino a 71 anni prima di ricevere una pensione minima, che ammonta a 6.809,79 euro l’anno. Davvero pochi.

In questo caso il riscatto agevolato della laurea potrebbe consentire di raggiungere i requisiti minimi a 67 anni, ma si intasca sempre lo stesso importo della pensione minima.

Se gli anni di laurea sono precedenti il 1996 il riscatto può essere ancora più basso (22.199 euro invece di 27.007). Significa ammortizzare quella spesa in 3 anni e 2 mesi. Potrebbe essere economicamente conveniente.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp