Pensione anticipata: ora si punta sulle 3 fasce

Pensione anticipata: ora si punta sulle tre quote, una mediazione che potrebbe consentire un passaggio meno traumatico al post quota 100. La soluzione potrebbe essere un graduale passaggio fino a Quota 104, nel 2024, in attesa che si concretizzi una riforma strutturale delle pensioni con una chiara definizione della pensione anticipata e del futuro dell'assistenza.

4' di lettura

Sulla pensione anticipata o meglio sulla mini riforma che dovrebbe evitare il ritorno alla Legge Fornero (uscita a 67 anni), si sta tentando una mediazione dell’ultima ora.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Non convince molti partiti la proposta che è arrivata dal Ministero Economie e Finanze per superare lo scalone di 5 anni generato dalla soppressione di Quota 100 (scade il 31 dicembre del 2021). Una proposta che prevede:

  • Quota 102 per il 2022 (64 anni più 38 di contributi);
  • Quota 104 per il 2024 (66 anni più 38 di contributi).

Una proposta che penalizza troppi lavoratori e consente una uscita, in due anni, a poco meno di 50.000 assistiti.

Pensione anticipata: le tre fasce (o quote)

C’è una mediazione in corso all’interno del governo. Si spinge per una decisione più ragionevole, ma sempre in attesa di una riforma strutturale del sistema pensionistico nazionale.

L’ipotesi (che al momento sembra la più probabile), è questa:

  • quota 102 per il 2022;
  • quota 103 per il 2023;
  • quota 104 per il 2024 (con l’età di uscita fissata a 64 anni e un aumento del requisito contributivo: 40 anni, evidentemente).

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Pensione anticipata: lavori usuranti

Ma non solo. Fonti interne dell’esecutivo, molto probabilmente lo stesso Draghi, hanno chiesto di prevedere una maggiore attenzione per i lavori usuranti, quelli indicati dalla Commissione Damiano (ne sono stati aggiunti all’elenco dell’Ape Sociale altri 27).

Pensione anticipata: risorse aggiuntive

Ma la strada non è semplice. Servono delle risorse aggiuntive per un qualsiasi intervento sulle pensioni. Si sta cercando di racimolare il possibile per evitare delle penalizzazioni troppo severe (al momento la situazione è decisamente critica per chi è nato tra il 1960 e il 1961).

Ma non si andrà comunque oltre un miliardo di euro.

Pensione anticipata: Ape sociale e le altre

Troppo poco per immaginare misure davvero significative o una vera riforma delle pensioni.

Con queste risorse c’è da verificare anche la possibile continuazione di Opzione donna (uscita a 58 anni). Non dovrebbero rischiare né l’Ape Sociale, né il Contratto di espansione. Ma anche in questo caso è saggio attendere prima di lanciarsi in ipotesi.

Pensione anticipata e le altre riforme

Le previsioni della vigilia non sono state fino a oggi rispettate, anche perché il governo sta facendo i conti con soldi che al momento non ci sono, o sono stati dirottati verso riforme che evidentemente si ritenevano più impellenti, come quella del Fisco, l’eventuale riduzione delle tasse (in particolare per il ceto medio) e misure per il supporto e l’assistenza di imprese e cittadini dopo la pandemia.

Pensione anticipata: la legge di Bilancio

Per tutte queste ragioni, per la complessità della situazione che si sta affrontando, la legge di Bilancio non verrà approvata questa settimana. Una manovra, lo ricordiamo, da 23,4 miliardi.

Il Consiglio dei Ministri verrà rinviato a mercoledì, o molto più probabilmente a giovedì. Questo significa uno slittamento a martedì del summit in programma tra Mario Draghi, il ministro dell’Economia, Daniele Franco, e i sindacati.

Niente Cabina di Regia, invece. Anche perché al momento il presidente del Consiglio ritiene chiusa la discussione e le possibili aperture per trattative politiche su un punto o un altro della manovra. In questa fase si stanno valutando solo degli aggiustamenti (come l’inserimento di Quota 103).

Una decisione dovrà essere presa anche su come ripartire gli otto miliardi necessari per la riduzione delle tasse e la riconferma dei bonus dedicati all’edilizia.

Pensione anticipata: un po’ di delusione

Certo chi si aspettava una riforma delle pensioni strutturale, in grado sanare non solo lo scalone di 5 anni provocato dalla fine di Quota 100, ma anche di immaginare delle uscite anticipate non eccessivamente penalizzanti con uno sguardo a chi dovrà andare in pensione nel futuro, beh, chi se lo aspettava è rimasto senza subbio deluso.

Molto probabilmente per una riforma delle pensioni più articolata, complessiva e si spera definitiva, bisognerà aspettare tempi meno caotici. Forse l’anno prossimo, quando altre riforme che si ritengono più urgenti saranno già state adottate.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie