Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni » Previdenza e Invalidità / Pensione anticipata di 5 anni fino al 2023, ecco per chi

Pensione anticipata di 5 anni fino al 2023, ecco per chi

Pensione anticipata di 5 anni fino al 2023: è stato prorogato con l'ampliamento della platea di beneficiari il contratto di espansione, come funziona.

di The Wam

Dicembre 2021

Pensione anticipata di 5 anni fino al 2023 grazie al contratto di espansione che è stato rinnovato nella legge di Bilancio per altri due anni.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su Invalidità e Legge 104 ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Potrà infatti essere utilizzato (nel 2022 e nel 2023) dalle aziende, sono inclusi tutti i settori, che occupano almeno 50 dipendenti. Nella formulazione iniziale questa possibilità era invece aperta solo ad aziende con u minimo di 100 lavoratori.

Questa proroga è stata decisa dal governo nell’ambito di una serie di misure a sostegno del welfare.

Pensione anticipata di 5 anni fino al 2023: contratto di espansione

Il contratto di espansione avrebbe dovuto scadere il 31 dicembre del 2021. L’obiettivo principale di questo strumento è quello di favorire il ricambio generazionale nelle aziende. Ma offre anche la possibilità di riqualificare il personale.

E proprio nell’ambito di queste due priorità le aziende possono attivare riduzioni orarie e sospensione del personale dipendente.

A questo personale “sospeso” verrà riconosciuto un trattamento di cassa integrazione guadagni straordinaria di 18 mesi, anche non continuativi. Ma viene anche prevista, e questo è il punto che riguarda il “prepensionamento”, la risoluzione anticipata del rapporto di lavoro al persone che è a 5 anni dal raggiungimento della pensione.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su invalidità e legge 104 da questo gruppo Telegram. Informati anche su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Pensione anticipata di 5 anni fino al 2023: l’indennità

Ma cosa accade per il “prepensionamento”.

In questo caso sarà l’azienda a versare al lavoratore (tramite l’Inps) una indennità mensile che equivale alla pensione che è maturata nel giorno stesso in cui è stato interrotto il rapporto di lavoro.

Pensione anticipata di 5 anni fino al 2023: vecchiaia o anticipata

Questa indennità sarà versata fino a quando:

C’è comunque una differenza sostanziale tra queste due forme di accesso alla pensione:

l’indennità che accompagna alla pensione di vecchiaia sarà calcolata sulla base della pensione maturata alla data della risoluzione del contratto e non è previsto il versamento di contributi figurativi. Oltretutto il costo del prepensionamento per l’imprenditore è sgravato da un bonus che corrisponde alla Naspi a cui teoricamente avrebbe diritto il lavoratore (e quindi per un massimo di 24 mesi);

se invece il contratto di espansione conduce alla pensione anticipata (42 anni e 10 mesi di contributi), l’azienda dovrà anche versare la contribuzione, calcolata come per la Napsi sulla media degli stipendi che sono stati corrisposti al lavoratore negli ultimi quattro anni.

Per le imprese con più di 1000 dipendenti scatta anche il bonus supplementare.

Pensione anticipata di 5 anni fino al 2023: differenza dei costi

E quindi, schematizzando vediamo la differenza di costi per il datore di lavoro tra chi accede alla pensione di vecchiaia e chi invece alla pensione anticipata:

pensione di vecchiaia:

Pensione anticipata:

Pensione anticipata di 5 anni fino al 2023: ampliata la platea

Con il prolungamento del contratto di espansione fino al 2023 (l’ultima risoluzione del rapporto del lavoro è previsto il 30 novembre 2023), si è di fatto ampliata la platea delle aziende, e quindi dei lavoratori, che possono accedere a questa forma di pensione anticipata.

Il passaggio dal requisito 100 dipendenti a quello di 50 include moltissime attività che prima erano escluse. Se poi si aggiunge che il requisito dei 50 dipendenti è possibile raggiungerlo anche con una aggregazione stabile di imprese, unite da una sola finalità produttiva, è facile immaginare di quanto sia cresciuta nei numeri la possibilità di accesso al contratto di espansione.

Pensione anticipata di 5 anni fino al 2023: come funziona

L’indennità mensile decorre dal primo giorno successivo a quello del mese successo alla fine del rapporto di lavoro. Viene corrisposta fino a quando non si raggiunge la prima data utile per la pensione (di vecchiaia o anticipata).

La stipula del contratto è un requisito base, dunque, ma deve essere successivo alla sottoscrizione di un accordo tra il datore di lavoro e le rappresentative sindacali dell’azienda e all’adesione da parte del lavoratore.

Proprio per questo motivo si può accedere al contratto di espansione solo se la cessazione del rapporto di lavoro è consensuale.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp