Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni » Previdenza e Invalidità / Pensione anticipata donne 57 anni

Pensione anticipata donne 57 anni

Pensione anticipata alle donne a 57 anni: vediamo le soluzioni possibili, a chi è consentito e i requisiti da soddisfare.

di Carmine Roca

Settembre 2023

In questo approfondimento vedremo insieme quali sono le possibilità per la pensione anticipata alle donne a 57 anni (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Pensione anticipata alle donne a 57 anni: le possibilità

Le donne possono andare in pensione a 57 anni? Assolutamente sì, ma le possibilità a disposizione sono soltanto quattro e neppure così facili da cogliere.

Ci riferiamo a:

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Pensione anticipata alle donne a 57 anni con la legge Fornero

Andare in pensione a 57 anni, per le donne è un obiettivo possibile, ma non sempre fattibile.

Per avere diritto alla pensione anticipata ordinaria (legge Fornero), le donne devono lavorare 41 anni e 10 mesi, a prescindere dall’età anagrafica.

Dunque, se volessero accedervi a 57 anni, dovranno aver iniziato a prestare servizio a 15 anni, senza interruzioni di carriera. Un obiettivo sicuramente proibitivo, ma consentito dall’ordinamento.

Pensione anticipata alle donne a 57 anni con Quota 41 precoci

Se non fosse possibile arrivare alla pensione anticipata ordinaria, si potrebbe provare ad accedere a Quota 41 per lavoratrici precoci, la misura che consente l’uscita anticipata con 41 anni di contributi versati, di cui uno prima dei 19 anni di età, a prescindere dall’età anagrafica.

Facendo un rapido e semplice calcolo, considerando l’età anagrafica (57 anni) e gli anni di contributi versati (41), per andare in pensione con Quota 41 è obbligatorio aver iniziato a lavorare a 16 anni, senza interruzioni.

Un traguardo non sempre alla portata: basta un anno non lavorato o non coperto da contribuzione, e la possibilità viene meno a 57 anni.

Chi può accedere a Quota 41 precoci?

Inoltre, Quota 41 non è accessibile a tutte le lavoratrici, ma solo a determinate categorie tutelate dallo Stato.

Parliamo di:

In conclusione: andare in pensione a 57 anni, con Quota 41 precoci, è possibile soltanto alle lavoratrici appartenenti alle categorie sopra elencate, che hanno iniziato a lavorare a 16 anni, senza interruzioni.

Pensione anticipata alle donne a 57 anni: invalide civili

La terza soluzione per andare in pensione a 57 anni è la pensione di vecchiaia anticipata per invalidi/e civili.

Anche in questo caso, la possibilità è concessa soltanto alle lavoratrici dipendenti private, mentre non è accessibile alle dipendenti del settore pubblico e alle lavoratrici autonome.

Per provare a rientrare tra le potenziali beneficiarie della pensione di vecchiaia anticipata per invalide civili, è necessario essere state riconosciute invalide con una percentuale di riduzione della capacità lavorativa non inferiore all’80%.

Per quanto riguarda gli anni di contributi da maturare, ne occorrono almeno 20. Il diritto alla pensione scatta al compimento dei 56 anni di età (a 61 anni per gli uomini) ma per la decorrenza (l’erogazione del primo assegno pensionistico) è necessario attendere 12 mesi di finestra mobile.

Pensione anticipata alle donne a 57 anni: la RITA

E chiudiamo la nostra panoramica sulla pensione anticipata alle donne a 57 anni con la RITA.

La Rendita Integrativa Temporanea Anticipata è un’opzione riservata ai sottoscrittori di un fondo previdenziale complementare.

Grazie alla RITA, se in possesso dei requisiti previsti, si avrà la possibilità di anticipare di 10 anni l’accesso alla pensione: dunque a 57 anni, anziché a 67 anni, età minima per la pensione di vecchiaia.

Per avere diritto alla RITA è necessario aver maturato almeno 5 anni di partecipazione a una forma pensionistica complementare e:

Se in possesso di tutti questi requisiti, vi sarà possibile anticipare la pensione a 57 anni di età.

Pensione anticipata alle donne a 57 anni
Pensione anticipata alle donne a 57 anni: in foto due donne sorridenti.

Faq su come andare in pensione a 57 anni

Cosa devo fare per richiedere la pensione?

Per richiedere la pensione in Italia, di solito devi presentare una domanda all’ente previdenziale competente. È consigliabile farlo con anticipo, in modo da avere tutto in regola per il momento in cui desideri andare in pensione.

Come presentare domanda per la pensione precoci caregiver?

Se il richiedente è in possesso dei requisiti per accedere a quota 41, potrà presentare domanda di pensione online sul sito dell’INPS, accedendo con le proprie credenziali (SPID, CIE o CNS) oppure tramite contact center o rivolgendosi ai patronati.

Quanto si prende di pensione a 57 anni di età, con 20 anni di contributi?

Per fare un esempio di quanto si prende di pensione con 20 anni di contributi e 57 anni di età, prendiamo una lavoratrice con quest’anzianità contributiva versata esclusivamente dal 1996: una contributiva pura, in pratica.

Con una retribuzione di circa 30.000 euro lordi l’anno, ogni 12 mesi accantonerà 9.900 euro nel montante contributivo, che dopo 20 anni di lavoro sarà pari a 198.000 euro.

Su questo valore si applica il coefficiente di trasformazione, che a 57 anni è del 4,270%. Il 4,270% di 198.000 euro è 8.455 euro circa, l’importo lordo di un anno di pensione, pari a circa 650 euro lordi al mese.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp