Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Lavoro domestico » Pensioni / Pensione anticipata per una badante: quando è possibile?

Pensione anticipata per una badante: quando è possibile?

Quando è possibile richiedere la pensione anticipata per una badante e per tutti gli appartenenti alla categoria dei lavoratori domestici? Scoprilo in questo articolo.

di The Wam

Marzo 2022

Quando è possibile richiedere la pensione anticipata per una badante (e per tutti gli appartenenti alla categoria dei lavoratori domestici)? Vediamolo insieme, in questo articolo (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Pensione anticipata per una badante: è possibile?

Tra le prestazioni INPS a cui possono accedere i collaboratori domestici c’è anche la pensione anticipata.

È importante, prima di capire quali sono i requisiti per accedere al trattamento, comprendere quali sono le diverse tipologie di pensione anticipata.

Naturalmente – come abbiamo già detto in apertura – la normativa riguardo al trattamento pensionistico anticipato non è valida solo per badanti, ma per l’intera categoria di lavoratori domestici.

Chiarito questo punto, nel prossimo paragrafo vediamo quali sono i requisiti per richiedere la pensione anticipata per una badante.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Requisiti della pensione anticipata per una badante

Dopo aver visto quali sono le opzioni per richiedere la pensione anticipata per una badante, vediamo ora, attraverso una tabella riassuntiva, quali sono i requisiti necessari per accedere al trattamento pensionistico Inps:

PENSIONE ANTICIPATA ORDINARIAPuò essere richiesta fino al 2026 da tutti i collaboratori domestici che hanno: 41 anni e 10 mesi di contributi (donne), 42 anni e 10 mesi di contributi (uomini).
PENSIONE ANTICIPATA PRECOCEComplessa per i lavoratori domestici, questa tipologia di pensione anticipata richiede: 41 anni di contributi, iscrizione alla previdenza obbligatoria prima del 1996, almeno 12 mesi di contributi da effettivo lavoro versati prima del diciannovesimo anno di età; appartenenza alle categorie tutelate (disoccupati di lungo corso, invalidi dal 74%, caregiver, addetti ai lavori gravosi).
QUOTA 100Sono necessari: 62 anni di età, 38 anni di contributi (di cui 35 al netto di periodi di disoccupazione e malattia).
PENSIONE ANTICIPATA CONTRIBUTIVARichiede il requisito dei 64 anni di età più: 20 anni di contributi effettivi;
un importo del trattamento contributivo di almeno 2,8 volte l’assegno sociale (cioè a 1.287,52 euro al mese).
OPZIONE DONNACon 58 anni di età (o 59 anni per le autonome) e 35 anni di contributi alla data del 31 dicembre 2019 con una finestra di attesa prima dell’uscita dal lavoro di 12 mesi.
PENSIONE DI ANZIANITA’ IN TOTALIZZAZIONE41 anni di contributi (e qui può essere sommata la contribuzione a differenti casse, comprese quelle dei liberi professionisti) e l’attesa di 21 mesi.
PENSIONE DI ANZIANITA’ PER LAVORI USURANTI E NOTTURNIIn questo caso, oltre ai requisiti della tipologia di attività lavorativa gravosa, sono necessari 61 anni e 7 mesi di età, 35 anni di contributi.
Pensione anticipata per una badante
Pensione anticipata per una badante: quando è possibile?

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp