Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni / Pensione anticipata prima dei 62 anni: ipotesi per il 2023

Pensione anticipata prima dei 62 anni: ipotesi per il 2023

Pensione anticipata prima dei 62 anni: è possibile? Quali sono le ipotesi per il 2023? Vediamolo in questo articolo.

di Carmine Roca

Febbraio 2022

Pensione anticipata prima dei 62 anni: è possibile? E qual è l’ipotesi per il 2023? Ne parliamo in questo articolo (Scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Pensione anticipata prima dei 62 anni: ipotesi

Come spiegato in questo articolo, è al vaglio la riforma delle pensioni con eventuali introduzioni a partire dal prossimo anno.

Il Governo Draghi e i sindacati di Cgil, Cisl e Uil si stanno confrontando soprattutto sulla pensione anticipata, ad oggi fissata a 64 anni di età con almeno 20 anni di contributi effettivi (non si contano i contributi figurativi).

La volontà dei sindacati è di prevedere scivoli pensionistici già a partire dai 62 anni di età (o con 41 anni di contributi versati a prescindere dall’età anagrafica) rispetto ai 64 anni richiesti per Quota 102, introdotta da quest’anno in sostituzione di Quota 100, che prevedeva la possibilità di uscire dal mondo del lavoro una volta compiuti 62 anni di età con almeno 38 anni di contributi maturati.

Dall’altro lato, però, il Governo Draghi mira all’introduzione del sistema di calcolo contributivo pieno, in maniera strutturale. Di conseguenza, con assegni più bassi, sarebbero proprio i lavoratori a pagarsi la pensione anticipata.

Il punto di incontro tra Governo e sindacati rischia di punire il lavoratore che intende andare in pensione a 62 anni: un assegno previdenziale meno ricco in cambio dell’uscita anticipata dal mondo del lavoro.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Pensione anticipata prima dei 62 anni: cosa accadrà?

Come detto in precedenza, dal 2023 potrebbe essere ufficiale uscire anticipatamente dal mondo del lavoro a 62 anni, ma con lo “sconto” a carico dei lavoratori e delle lavoratrici italiane.

Dal prossimo anno, quindi, si potrebbe andare in pensione con il sistema contributivo sfruttando gli scivoli pensionistici a partire dai 62 anni.

Una sorta di ritorno al recente passato e a Quota 100, uscita di scena dopo tre anni per fare posto a Quota 102, introdotta, al momento, per il solo 2022, con le prime uscite previste tra maggio ed agosto a causa della finestra di tre e sei mesi previste, rispettivamente, per i dipendenti del settore privato e del settore pubblico.

Pensione anticipata prima dei 62 anni
Pensione anticipata prima dei 62 anni: è possibile? Quali sono le ipotesi per il 2023?

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp