Pensione di inabilità: quanto spetta? Esempi di calcolo

Pensione di inabilità: ecco chi può richiederla, l'importo e come calcolare la maggiorazione contributiva

3' di lettura

La pensione di inabilità viene erogata dall’INPS in favore di persone a cui è riconosciuta una inabilità lavorativa totale (100%) permanente e che si ritrovano in una situazione economica delicata (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

In questo articolo andremo a vedere quali sono i requisiti per poter richiedere e ottenere la pensione di inabilità e ci addentreremo nel calcolo dell’importo spettante.

Se sei interessato all’argomento e vuoi saperne di più, continua a leggere l’articolo.

Pensione di inabilità: requisiti per riceverla

Dicevamo in apertura che la pensione di inabilità è un sostegno economico in favore dei soggetti inabili al lavoro, in condizioni economiche delicate.

Il sussidio è corrisposto agli invalidi totali con un’età tra i 18 e i 67 anni, che soddisfano alcuni requisiti e sono residenti in Italia.

La pensione di invalidità viene erogata per 13 mensilità, il pagamento scatta dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda oppure, in casi eccezionali, dalla data che viene indicata dalle commissioni sanitarie competenti.

Attualmente il contributo ammonta a 287,09 euro al mese, ma per poterne beneficiare il richiedente deve avere un reddito personale annuo non superiore a 16.982,49 euro.

La misura della pensione di inabilità può subire delle maggiorazioni in casi di condizioni economiche particolari del richiedente, che ne usufruirà fino al compimento dei 67 anni (a quest’età scatta il diritto all’assegno sociale). A quel punto la pensione di inabilità si trasforma in assegno sociale sostitutivo.

Anche i cittadini stranieri comunitari (iscritti all’anagrafe del comune di residenza) ed extracomunitari (permesso di soggiorno di un anno almeno), che risiedono stabilmente in Italia, possono richiedere la pensione di inabilità.

Si può presentare domanda direttamente sul sito dell’INPS, oppure tramite un patronato o un’associazione di categoria, allegando al modulo un’autocertificazione dello stato di famiglia, il modello ISEE, il CUD degli ultimi tre anni e la dichiarazione relativa al diritto alle detrazioni d’imposta. L’ente previdenziale invierà al richiedente un verbale di invalidità civile tramite raccomandata A/R o tramite Pec.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Pensione di inabilità: calcolo maggiorazione contributiva

Spiegata cos’è la pensione di inabilità e i requisiti per ottenerla, andiamo a vedere qualche esempio di calcolo dell’importo della maggiorazione contributiva.

L’importo dipenderà dagli anni di contributi versati e può essere calcolato in base al sistema retributivo (se il lavoratore ha almeno 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995), contributivo (se il richiedente ha iniziato a lavorare dopo il 31 dicembre 1995) o misto (se il lavoratore ha intrapreso l’attività prima del 31 dicembre 1995, ma non raggiunge i 18 anni di contributi).

pensione di inabilità

L’articolo 1, comma 15 della legge 335 del 1995, riconosce all’invalido una maggiorazione contributiva pari agli anni che lo separano dal compimento dei 60 anni, con un tetto di 40 anni di contributi.

Un utile esempio

Per esempio: un lavoratore di 45 anni con 15 anni di contributi versati, ritenuto inabile al mondo del lavoro, riceverà un sussidio di 15 anni, quelli che lo separano dal compimento dei 60 anni di età, calcolata su 30 anni di contributi.

Se hai ancora dubbi su come richiedere la pensione di inabilità e come calcolare l’importo della maggiorazione contributiva, non esitare a scriverci su Instagram.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie