Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Economia e Finanza » Pensioni / Pensione di reversibilità 2022: aumento in vista?

Pensione di reversibilità 2022: aumento in vista?

Pensione di reversibilità 2022: ci sarà un aumento quest'anno? Scopriamo insieme le ultime novità.

di Carmine Roca

Gennaio 2022

Pensione di reversibilità 2022: è previsto l’aumento dell’importo nell’anno appena cominciato? (aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

Dal 1° gennaio 2022, per effetto della rivalutazione degli importi decisa dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, i valori di tutti gli assegni previdenziali subiranno un piccolo ritocco verso l’alto.

Se sei interessato all’argomento e vuoi saperne di più sull’importo della pensione di reversibilità 2022, continua a leggere l’articolo.

Pensione di reversibilità 2022: di quanto aumenterà?

Come per gli altri assegni previdenziali, anche l’importo della pensione di reversibilità 2022 subirà un leggero ritocco verso l’alto.

Questo è dovuto alla rivalutazione delle pensioni, ovvero quel meccanismo che, ogni anno, provoca l’aumento dei trattamenti previdenziali rispetto al costo della vita.

L’adeguamento delle pensioni, detto anche perequazione, avverrà con una percentuale già decisa dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, pari all’1,7%: tutti gli assegni previdenziali, quindi anche la pensione di reversibilità, dal 1° gennaio 2022 avranno un importo lievitato di pochi euro rispetto al 2021.

Il ritocco verso l’alto è davvero minimo: si va dai 25,50 ai 73,83 euro lordi in più al mese, in base all’importo delle pensioni.

Nei prossimi paragrafi vedremo insieme di quanto aumenteranno gli importi della pensione di reversibilità, in base all’importo dell’assegno mensile, dell’indice di perequazione e della rivalutazione applicata.

Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Pensione di reversibilità 2022: tabella rivalutazione

Come spiegato in apertura, l’importo della pensione di reversibilità 2022 subirà un lieve aumento rispetto al 2021, per effetto della rivalutazione fino all’1,7% applicato su tutti gli assegni previdenziali.

Ricordandovi che, la pensione di reversibilità spetta ai familiari (coniuge, figli, nipoti, genitori oltre i 65 anni senza pensione, fratelli e sorelle a carico del defunto e senza pensione) superstiti del pensionato deceduto, in relazione al grado di parentela e del reddito annuo, ecco la tabella con gli importi maggiorati per il 2022:

PensioniAumento lordo mensilePensione lorda 2022Indice di perequazioneRivalutazione applicabile
1500 euro25,50 euro1525,50 euro100%1,7%
2000 euro34,00 euro2034 euro100%1,7%
2500 euro41,76 euro2541 euro90%1,53%
3000 euro48,33 euro3048,33 euro75%1,275%
3500 euro54,70 euro3554,70 euro75%1,275%
4000 euro61,08 euro4061,08 euro75%1,275%
4500 euro67,45 euro4567,45 euro75%1,275%
5000 euro73,83 euro5073,83 euro75%1,275%

La rivalutazione piena (1,7%) si calcola sulle pensioni con un importo fino a 2.062,32 euro al mese. La rivalutazione è parziale (1,53%) per le pensioni con un importo da 2.062,33 a 2.577,90 euro al mese. Si parla di rivalutazione minima (1,275%), invece, per le pensioni superiori a 2.577,91 euro al mese.

Nei prossimi paragrafi vedremo insieme qualche esempio di calcolo, per conoscere l’importo della pensione di reversibilità 2022 a partire dal 1° gennaio di quest’anno.

Pensione di reversibilità 2022: esempi di calcolo

Dopo avervi parlato di rivalutazione e perequazione, entriamo nel dettaglio dei due termini, con alcuni semplici calcoli per conoscere l’importo della pensione di reversibilità 2022, in base alla percentuale di rivalutazione.

Come abbiamo visto, per i trattamenti previdenziali fino a 2.062,32 euro al mese ci sarà una rivalutazione piena dell’1,70% lordo.

Di conseguenza, una pensione di 2.000 euro al mese aumenterà di 34 euro, con questa semplice operazione: 2.000 moltiplicato 1,70 diviso 100.

La rivalutazione parziale, invece, si applica sulle pensioni con un importo compreso da 2.062,33 a 2.577,90 euro al mese.

Quindi, per esempio, con una pensione di 2.300 euro al mese, dovremo calcolare l’1,7% su 2.062,32 euro, per un totale di 35,05 euro, mentre l’1,53% (rivalutazione parziale) lo calcoleremo sui restanti 237,68 euro (2.300 – 2.062,32) con la stessa operazione di prima: 237,68 moltiplicato 1,53 diviso 100.

Il totale è di 3,63 euro che, aggiunto ai 35,05 euro, danno come totale finale 38,68 euro in più al mese.

Infine, la rivalutazione minima si calcola sui trattamenti previdenziali con un importo superiore ai 2.577,91 euro al mese.

Prendiamo ad esempio una pensione di 2.700 euro al mese. Calcoleremo l’1,7% fino a 2.062,32 euro, l’1,53% fino a 2.577,90 euro e l’1,275% (indice di perequazione minimo) sul resto dell’importo.

Il calcolo è il seguente: l’1,7% di 2.062,32 euro, come abbiamo visto, dà come totale 35,05 euro. Quindi, calcoliamo l’1,53% su 518,58 (ovvero lo scarto dato dalla sottrazione tra l’importo massimo per la rivalutazione parziale e l’importo massimo della rivalutazione totale, quindi 2.577,90 – 2.062,32), che dà come risultato 7,88 euro.

Pensione di reversibilità 2022
Pensione di reversibilità 2022: ci sarà un aumento quest’anno?

Infine, calcoliamo l’1,275% sui 122,10 euro rimanenti (2.700 – 2.577,90) per un totale di 1,55 euro.

I tre importi (35,05, 7,88 e 1,55) li addizioniamo per ottenere il totale dell’aumento mensile lordo, ovvero 44,48 euro.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp