Pensione di reversibilità ai figli maggiorenni disabili

Pensione di reversibilità ai figli maggiorenni disabili: non è un diritto che scatta in automatico alla presenza di una eventuale pensione di inabilità. Serve infatti una certificazione che attesti l'incapacità della persona disabile a svolgere un qualsiasi tipo di attività lavorativa. Anche perché un invalido al 100% potrebbe comunque essere adatto per determinati lavori.

4' di lettura

Pensione di reversibilità ai figli maggiorenni disabili. Una questione che riguarda molti nuclei familiari e tanti genitori preoccupati per le sorti del figlio quando loro non ci saranno più.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su Invalidità e Legge 104 ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

La questione non è così semplice. E infatti, il figlio maggiorenne invalido, già titolare della pensione di inabilità civile e dell‘indennità di accompagnamento, non ha diritto automaticamente a ricevere la pensione ai superstiti alla morte del genitore (sia esso un pensionato o un lavoratore).

Serve infatti anche altro. Ovvero un requisito sanitario specifico (come previsto dall’articolo 8 delle legge 222 del 1984).

Il documento deve chiarire che il disabile non ha la possibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa confacente alle proprie capacità.

Pensione di reversibilità ai figli maggiorenni disabili: non basta l’inabilità civile

Si tratta di un punto sul quale è bene prestare attenzione. Anche perché sono molte le persone che ritengono invece sia automatico il diritto alla reversibilità della pensione del genitore per il semplice fatto che il figlio sia stato già ritenuto inabile civile al 100%.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su invalidità e legge 104 da questo gruppo Telegram. Informati anche su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Pensione di reversibilità ai figli maggiorenni disabili: requisito più stringente

Il requisito sanitario imposto dalla normativa è in realtà più severo. Richiede in pratica di accertare che il disabile sia effettivamente incapace di svolgere l’attività lavorativa per condizioni fisiche, età, preparazione culturale ed esperienza professionale.

Non basta dunque il riferimento alle tabelle Inps per la valutazione della invalidità civile.

Le tabelle, infatti, sono indicative solo per accertare in modo generico la capacità del soggetto (rispetto alla patologie della quale soffre) di lavorare.

La pensione di reversibilità ai figli maggiorenni disabili chiede invece una verifica ulteriore: l’accertamento della riduzione della capacità lavorativa non in maniera generica, ma rispetto a occupazioni precise adatte alle attitudini del lavoratore.

Pensione di reversibilità ai figli maggiorenni disabili: domanda rigettata

Per questi motivi, senza un accertamento sanitario mirato non può essere concesso il diritto alla pensione ai superstiti. O meglio: di certo non basta il requisito della pensione di inabilità.

I criteri di valutazione per questo accertamento sono diversi rispetto a quelli che ne hanno invece riconosciuto l’invalidità civile.

Per intenderci: un invalido civile al 100% può svolgere una attività lavorativa se è compatibile con le sue condizioni fisiche. In questo caso la domanda della pensione di reversibilità verrà rigettata, perché non è stata confermata la totale inabilità al lavoro del disabile.

Il ragionamento è piuttosto chiaro.

La questione, che rischia di avere delle valutazioni soggettive, è stata più volte affrontata dalla magistratura. In questo modo è stato fissato un canone che fissa i parametri per l’interpretazione corretta e univoca della normativa.

Pensione di reversibilità ai figli maggiorenni disabili: le basi del giudizio

Il giudizio deve poggiare su queste basi obiettive quando il riferimento è alle capacità lavorative di una persone affetta di disabilità:

  • eventuali energie residue per il lavoro in relazione al tipo di disabilità;
  • le attitudini del disabile.

E quindi: effettiva capacità di lavoro e attitudine generale del contribuente.

In questo modo – sancisce la sentenza numero 26181 del 2016 della Cassazione – si può «verificare, anche nel caso del mancato raggiungimento di una riduzione del cento per cento della astratta capacità di lavoro, la permanenza di una capacità dello stesso di svolgere attività idonee nel quadro dell’articolo 36 della Costituzione e tali da procurare una fonte di guadagno non simbolico».

Pensione di reversibilità ai figli maggiorenni disabili: contano solo le condizioni di salute

I giudici non inseriranno nella valutazione elementi che sono estranei alle sole condizioni di salute della persona disabile. Vengono dunque escluse, dalla decisione sul diritto a ricevere la pensione di reversibilità, circostanze che riguardano altri fattori.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie