Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni » Previdenza e Invalidità / Pensione di reversibilità figli studenti universitari

Pensione di reversibilità figli studenti universitari

Pensione di reversibilità e figli studenti universitari: quando spetta e fino a che età? Perché va presentata una dichiarazione sostitutiva? Ne parliamo in questo articolo.

di Carmine Roca

Gennaio 2024

Oggi vi parleremo di pensione di reversibilità e figli studenti universitari (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Pensione di reversibilità e figli studenti universitari: quando spetta?

La pensione di reversibilità spetta anche ai figli studenti universitari? , la legge lo prevede.

Tra i beneficiari della prestazione riservati ai familiari superstiti del pensionato deceduto ci sono anche i figli studenti universitari, fino al compimento del 26° anno di età.

Ma se oltre a frequentare un corso universitario, lavorano e hanno un reddito, i figli maggiorenni hanno comunque diritto alla reversibilità?

La regola generale non lo prevede, ma la Corte Costituzionale ha chiarito che se il giovane svolge un’attività lavorativa precaria o saltuaria, non perde il diritto alla pensione di reversibilità, ma soltanto se il reddito personale è inferiore alla soglia stabilita.

Per il 2024, per continuare ad avere diritto alla prestazione ai superstiti, il figlio studente universitario che lavora deve dichiarare un reddito non superiore all’importo del trattamento minimo INPS maggiorato del 30%.

L’importo della pensione minima nel 2024 è di 598,61 euro al mese, che aggiunto al suo 30% (179,58 euro), restituisce una soglia massima di reddito di 778,19 euro al mese.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Pensione di reversibilità e figli studenti universitari: la dichiarazione sostitutiva

I figli maggiorenni studenti universitari, fino al 26° anno di età, che percepiscono la pensione di reversibilità sono obbligati a presentare, annualmente, una dichiarazione sostitutiva con le necessarie informazioni sul percorso di studi e sulle attività lavorative svolte.

Inoltre, come riferito nella circolare INPS numero 185 del 18 novembre 2015 e nei messaggi INPS numero 2758 del 21 giugno 2016 e numero 4413 del 7 novembre 2017, sono tenuti a comunicare ogni eventuale variazione tramite il servizio “Dichiarazione annuale dei figli maggiorenni studenti titolari di pensione ai superstiti”, sul sito dell’INPS.

Il servizio è rivolto ai figli maggiorenni ed equiparati:

Possono richiederlo, poiché equiparati:

Come e quando compilare la dichiarazione sostitutiva?

Ai sensi del decreto numero 445 del Presidente della Repubblica del 2000, la dichiarazione sostitutiva di certificazione va compilata online ogni anno dai figli maggiorenni titolari di pensione ai superstiti, prima del termine del percorso annuale di studi.

La scadenza è fissata, ogni anno, al 31 agosto per gli studenti universitari e di scuola di alta formazione, e le quote sono erogate di norma fino al 31 ottobre dell’ultimo anno del corso di studi.

Lo studente all’estero per ottenere la proroga può presentare presso la sede INPS di competenza la dichiarazione sostitutiva per le eventuali attività lavorative.

Quali documenti occorre allegare alla dichiarazione sostitutiva?

Come riportato sul sito dell’INPS, per il percorso di studi occorre allegare alla dichiarazione sostitutiva una documentazione specifica:

Se si è iscritti a corsi di studio di livello universitario (AFAM e altri corsi di formazione superiore), occorre consegnare la documentazione richiesta dal Ministero dell’Università e della Ricerca specificata sul sito del Ministero, insieme al certificato di iscrizione con relativa traduzione, ai sensi dell’articolo 33 del decreto del Presidente della Repubblica numero 445 del 2000, per l’invio al Ministero limitatamente alla prima verifica della validità del corso di studi frequentato.

Pensione di reversibilità e figli studenti universitari
Pensione di reversibilità e figli studenti universitari: in foto uno studente universitario.

Faq sulla pensione di reversibilità

Dove richiedere la pensione di reversibilità?

La pensione di reversibilità è una prestazione erogata dall’INPS al coniuge, ai figli o, nel caso, agli altri familiari del pensionato deceduto.

La pensione di reversibilità va richiesta all’INPS, inoltrando la domanda in via telematica sul sito dell’ente previdenziale. Se a richiederla è il coniuge, l’INPS, sul suo sito, ha messo a disposizione un modello precompilato con le informazioni più importanti. Invece, se a richiederla sono tutti gli altri familiari superstiti, sarà necessario presentare domanda seguendo la normale procedura.

In alternativa, il richiedente o la richiedente può fare domanda tramite:

Quali documenti allegare alla domanda per la reversibilità?

Alla domanda per la pensione di reversibilità vanno allegati diversi importanti documenti, quali:

Inoltre, se la domanda viene presentata dal coniuge separato con addebito, occorre allegare alla domanda anche la copia della sentenza di separazione legale.

Chi può richiedere la pensione di reversibilità?

La pensione di reversibilità può essere richiesta dal o dai:

C’è un’eccezione: i figli studenti possono godere della pensione di reversibilità anche se svolgono un’attività lavorativa con reddito annuo non superiore ad un importo pari al trattamento minimo annuo di pensione previsto dal Fondo Pensioni lavoratori dipendenti maggiorato del 30%.

Se non sono presenti coniuge e figli, la pensione di reversibilità può essere richiesta:

Se la richiesta viene inoltrata dal coniuge divorziato, occorre allegare la copia della sentenza di divorzio, nel caso in cui c’è il coniuge superstite (qualora il pensionato abbia contratto nuovo matrimonio).

In che percentuale spetta la pensione di reversibilità?

L’importo della pensione di reversibilità è calcolato in percentuali, sulla base della pensione percepita dal defunto.

Spetta al:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp