Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni / Pensione di reversibilità, spetta la quattordicesima

Pensione di reversibilità, spetta la quattordicesima

Pensione di reversibilità, spetta la quattordicesima: vediamo quando e come l'Inps calcola l'importo.

di The Wam

Giugno 2022

Pensione di reversibilità, spetta la quattordicesima: cosa dice l’Inps per i superstiti che ricevono una pensione ai superstiti. (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

A luglio non ci sarà solo il bonus 200 euro, i pensionati troveranno sull’importo mensile anche la quattordicesima. Questa mensilità aggiuntiva (che si completa con la tredicesima di dicembre) spetta ai titolari di pensioni che sono inferiori a due volte il trattamento minimo. Per essere più chiari, a chi percepisce meno di 1.050 euro lordi al mese. C’è anche un altro requisito: avere meno di 64 anni.

Pensione di reversibilità: spetta la quattordicesima

Spesso i lettori chiedono se la quattordicesima spetta anche a chi riceve la pensione di reversibilità. E se quindi questa somma aggiuntiva può essere disponibile anche al coniuge superstite del pensionato defunto. (Bonus 200 euro ai pensionati con invalidità e reversibilità)

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali.

Lo diciamo subito: la risposta è sì. Ma solo se si realizzano determinate condizioni. Vediamo quali.

Se il coniuge superstite è anche titolare di una pensione diretta, avrà diritto alla quattordicesima solo sulla pensione diretta. Il motivo è semplice: in caso contrario riceverebbe due volte la quattordicesima.

Se invece il coniuge riceve solo la pensione ai superstiti, in quel caso avrà diritto a ricevere la quattordicesima sull’importo di quell’assegno.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Pensione di reversibilità: quattordicesima ridotta

È anche vero che gli importi riconosciuti sulla quattordicesima possono essere inferiori a quelli che sarebbero stati accreditati al lavoratore defunto. Perché l’anzianità contributiva complessiva (che è fondamentale per il calcolo della somma aggiuntiva) deve essere calcolata in base a un altro parametro: l’aliquota di reversibilità.

Pensione di reversibilità: se il superstite ha una pensione diretta

Facciamo un esempio pratico (calcolato da Pensionioggi): se una vedova con più di 64 anni riceve una pensione di 600 euro lordi al mese (ottenuta grazie a 20 anni di contributi versati come lavoratrice dipendente), e una persone di reversibilità (lasciata dall’ex coniuge) che è parti al 60% della pensione che già riceve (60% di 600 euro = 360), avrà un reddito complessivo pensionistico di 960 euro. (Reversibilità, conta la percentuale di invalidità?)

Su quella cifra avrà una quattordicesima che è parti a 420 euro. La cifra dovrà essere calcolata in base alla contribuzione versata dalla lavoratrice che come abbiamo detto è di 20 anni.

Pensione di reversibilità: se il superstite non ha nulla

Se invece la lavoratrice non ha svolto nessuna attività lavorativa e quindi non ha una pensione diretta (può accadere anche se non ha conseguito il minimo contributivo) e riceve solo la pensione di reversibilità, il calcolo procede in questo modo. (Opzione donna, con la reversibilità conviene)

Mettiamo che il lavoratore deceduto avesse diritto a 1.200 euro al mese (con 30 anni di contributi). La pensione ai superstiti sarà di 720 euro al mese (il 60% di 1.200 euro). La vedova riceverà una quattordicesima pari a 546 euro. Nella determinazione della cifra, bisogna ridurre l’anzianità contributiva del marito per l’aliquota di reversibilità.

E quindi, con 30 anni di contributi l’anzianità contributiva sarà di 18 anni (il 60% di 30), ed è su quella base che sarà assegnata la quattordicesima che equivale appunto a 546 euro.

In genere comunque la quattordicesima sulla pensione di reversibilità prevede importi che partono da 336 euro e possono arrivare a 655. Come abbiamo visto si calcolano tenendo conto degli anni di contribuzione dei lavoratori defunti e del reddito complessivo del pensionato.

Pensione di reversibilità: nessuna domanda

Il pagamento viene ovviamente effettuato in automatico dall’Inps e non c’è alcun bisogno di presentare una domanda provvisoria.

Se l’ente di previdenza non eroga la quattordicesima, ma si rientra nel diritto, è possibile presentare una domanda di Ricostituzione Reddituale per quattordicesima.

Pensione di reversibilità: a chi spetta

Vi ricordiamo che la pensione ai superstiti è un assegno pensionistico corrisposto a uno dei coniugi o ai figli inabili. Il titolare della pensione o il lavoratore deve aver maturato almeno:

15 anni di assicurazione o di contribuzione (o 780 contributi settimanali):

o cinque anni di assicurazione e contribuzione ( o 260 contributi settimanali) di cui almeno 3 nei cinque anni che precedono la data del decesso.

Con determinate condizioni la pensione di reversibilità può essere riconosciuta:

Pensione di reversibilità: importi

L’importo varia a seconda dei casi. Vediamo le percentuali che sono state stabilite dalla legge 225 del 1995:

Chi ha letto questo articolo si è interessato anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp