Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Previdenza e Invalidità / Pensione di vecchiaia e inabilità civile insieme

Pensione di vecchiaia e inabilità civile insieme

Pensione di vecchiaia e inabilità civile insieme: vediamo se e quando questi due trattamenti sono compatibili.

di The Wam

Agosto 2022

Pensione di vecchiaia e inabilità civile insieme: vediamo se e quando un pensionato può ricevere anche il trattamento per invalidità. Quando è cioè possibile cumulare il trattamento previdenziale con quello assistenziale. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati sui diritti delle persone invalide e la Legge 104

Se sei interessato a capire le differenze tra invalidità e inabilità c’è un articolo interessante. Puoi anche vedere come è stata rinnovata l’inabilità civile nel 2022 e come fare per presentare la domanda all’Inps. Ti segnaliamo un articolo che spiega le differenze tra assegno ordinario e pensione di inabilità.

Pensione di vecchiaia e inabilità civile: cumulabili

Nell’ultima frase del primo paragrafo abbiamo in parte risposto alla domanda iniziale. E cioè la pensione di vecchiaia è cumulabile con quella di inabilità perché si tratta di due misure che hanno una natura diversa:

Scopri la pagina dedicata alla pensione di invalidità e le agevolazioni collegate.

Proprio il limite di reddito è l’unico problema che può frapporsi alla possibilità di cumulo della pensione di inabilità civile e la pensione di vecchiaia.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Pensione di vecchiaia e inabilità civile: requisiti

Vediamo quali sono i requisiti per ricevere la pensione di inabilità civile:

La pensione spetta anche quando la persona con invalidità totale è ricoverata in un istituto che provvede al suo sostentamento.

Pensione di vecchiaia e inabilità civile: importo

La pensione di inabilità civile viene versata per 13 mensilità

L’importo della pensione (per il 2022, viene incrementata di anno in anno con la rivalutazione legata alla svalutazione) è pari a 291,69 euro al mese.

Pensione di vecchiaia e inabilità civile: compatibilità

La pensione di inabilità civile è compatibile:

La pensione di inabilità civile è compatibile con l’attività lavorativa.

Pensione di vecchiaia e inabilità civile: inabilità lavorativa (differenze)

Non bisogna però fare confusione con la pensione di inabilità lavorativa (la guida completa su invaliditàediritti.it), che è una misura previdenziale (come l’assegno ordinario di invalidità) e viene concessa a chi ha una assoluta e permanente impossibilità di svolgere una qualsiasi attività lavorativa.

Non è quindi compatibile con un lavoro e viene riconosciuta solo – oltre ai requisiti sanitari – ha chi ha versato almeno 5 anni di contribuzione (di cui almeno 3 nell’ultimo quinquennio). Si tratta quindi di una misura del tutto diversa, per natura, rispetto alla pensione di inabilità civile.

Pensione di vecchiaia e inabilità civile: lavoro

Invece, come abbiamo visto, la pensione di inabilità civile è compatibile sia con le pensioni dirette, sia con l’attività lavorativa.

Per cui se una persona con disabilità 100% ha avuto il riconoscimento della pensione di inabilità e ha poi lavorato per più di 20 anni (ovviamente versando i contributi) può avere accesso a 67 anni alle pensione di vecchiaia conservando anche il diritto a percepire la pensione di inabilità.

Ricevi subito la guida illustrata con tutte le agevolazioni per l’invalidità civile

C’è però da rispettare quel limite di reddito di 17.050 euro l’anno, oltre il quale la pensione di inabilità viene revocata.

Se si rientra in questa soglia non c’è problema e la pensione di inabilità civile potrebbe aiutare a rendere più consistente il trattamento pensionistico complessivo di chi, con una invalidità al 100% difficilmente (ma non è impossibile, dipende dal tipo di occupazione) può aver avuto carriere lavorative capaci di assicurare un importo pensionistico consistente.

Pensione di vecchiaia e inabilità civile: invalidità civile

Non abbiamo valutato la possibilità di cumulo tra la pensione di vecchiaia e la pensione di invalidità civile solo per un motivo: in quel caso il limite di reddito è di poco superiore a 5.000 euro l’anno.

Ora, per raggiungere la pensione minima di vecchiaia è necessario aver versato almeno 20 anni di contribuzione ed è molto probabile che l’importo complessivo (compresa la tredicesima) comporti il superamento di quella soglia limite (poco più di 5.000 euro) e quindi l’inevitabile revoca dellapensione di invalidità civile.

Pensione di vecchiaia e inabilità civile: requisiti invalidità

Ricordiamo per chiarezza quali sono i requisiti per l’assegno mensile agli invalidi civili (la cosiddetta pensione di inabilità).

La pensione agli invalidi civili viene riconosciuta a chi ha una riduzione della capacità lavorativa compresa tra il74 e il 99% e un reddito personale non superiore a 5.015,14 euro (per il 2022, la cifra viene aggiornata ogni anno con il tasso di svalutazione), l’importo mensile è di 291,98 euro e viene erogato per 13 mensilità.

Dopo i 67 anni l’assegno agli invalidi civili si trasforma in assegno sociale sostitutivo.

Ti può interessare anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp