Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile » Previdenza e Invalidità / Pensione e invalidità civile: quando e quanto spetta?

Pensione e invalidità civile: quando e quanto spetta?

Pensione e invalidità civile: ecco quando e quanto spetta. Vediamo quali sono i requisiti per poterne usufruire.

di Carmine Roca

Dicembre 2021

Pensione e invalidità civile. A chi si è visto riconoscere la Legge 104 spetta la pensione? (aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

L’invalidità è una limitazione della capacità lavorativa della persona dovuta a una menomazione o a infermità. Per i soggetti con età inferiore ai 18 anni e uguale o superiore a 67 anni, quindi fuori dal mondo del lavoro, si valutano le capacità nello svolgimento di compiti e funzioni della vita quotidiana.

In questo articolo vedremo insieme se il disabile può beneficiare della pensione di invalidità.

Pensione e invalidità civile: quando spetta?

Pensione e invalidità civile. La pensione di invalidità non spetta per il semplice riconoscimento di un handicap nel soggetto che la richiede. Per poter usufruire del trattamento di assistenza deve essere riconosciuta l’invalidità o la non autosufficienza dell’individuo.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Per usufruirne, al soggetto deve essere riconosciuta un’invalidità civile dal 74 al 99 per cento. Questo requisito fisico si lega ad altri due requisiti di natura economica e sociale: stato di disoccupazione e limite reddito annuo personale non superiore a 4.931,29 euro. L’assegno di invalidità, nel 2021, ammonta a 287,09 euro al mese.

Se sussistono alcune condizioni, all’invalido civile spetta pure una mini-maggiorazione di 10,33 euro al mese.

Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Pensione di inabilità civile e altre prestazioni

Pensione e invalidità civile. Agli invalidi civili con un’invalidità riconosciuta del 100 per cento spetta la pensione d’inabilità civile, per un importo pari a 287,09 euro al mese. Per usufruire della pensione, non bisogna avere un reddito annuo personale superiore a 16.982,49 euro. Non è richiesto lo stato di disoccupazione.

La pensione di inabilità civile può subire una maggiorazione di 10,33 euro al mese in presenza di specifiche condizioni o beneficiare dell’incremento al milione raggiungendo un importo massimo di 651,51 euro al mese, se il reddito personale annuo non sia superiore a 8.469,63 euro o se il reddito annuo cumulato con quello del coniuge non è superiore a 14.447,42 euro.

Ai soggetti beneficiari di pensione di inabilità o invalidità civile, che sono in età pensionabile, spetta l’assegno sociale sostitutivo. Gli invalidi civili parziali ricevono un assegno di 374,85 euro al mese, se il reddito personale annuo non supera i 4.931,29 euro. Gli invalidi civili totali ottengono 374,85 euro al mese, ma con un reddito personale annuo non superiore a 16.982,49 euro.

L’assegno sociale sostituito può ricevere una maggiorazione sino a un importo di 460,28 euro al mese, in presenza di determinati requisiti singoli o di coppia. Agli invalidi civili totali spetta anche l’indennità di accompagnamento di 522,10 euro al mese, senza limiti di reddito.

Pensione di inabilità e di vecchiaia anticipata

Pensione e invalidità civile. Il lavoratore, titolare dell’assegno di invalidità, che si trova nell’assoluta e permanente impossibilità a svolgere la sua professione, ha diritto alla pensione di inabilità.

Per usufruirne bisogna possedere almeno cinque anni di contributi, di cui tre versati negli ultimi cinque anni.

Gli invalidi hanno anche la possibilità di richiedere la pensione di vecchiaia anticipata.

Pensione e invalidità civile
Pensione e invalidità civile: ecco quando e quanto spetta.

Per ottenerla bisogna rispettare alcuni requisiti, come l’invalidità riconosciuta di almeno l’80 per cento, almeno venti anni contributi versati e un’età non inferiore ai 61 anni (per gli uomini) o 58 anni (per le donne).

Per i non vedenti l’età scende a 56 anni, per gli uomini, e 51 anni, per le donne. Al beneficio, però, non sono ammessi i lavoratori del settore pubblico e gli autonomi.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp