Pensione minima: sarà più alta nel 2022? La verità

Pensione minima: sarà più alta nel 2022? cosa c'è di vero sull'aumento delle pensioni minime, a chi spetterebbe e cos'è la perequazione.

3' di lettura

Pensione minima – Le condizioni economiche rispetto all’anno scorso sono migliorate e con la crescita sono aumentati anche i prezzi (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

L’aumento dei prezzi a sua volta comporterà una rimodulazione delle pensioni, che vanno ricalcolate in base al costo della vita.

Ci sarà quindi un aumento delle pensioni nel 2022, sia di quelle minime che di quelle regolari.

In questo articolo cercheremo di capire di che importi si sta parlando e se anche la pensione minima 2022 sarà coinvolta da questo cambiamento.

Pensione minima, previsto l’aumento?

La pensione minima, o sarebbe meglio definirla come una integrazione al raggiungimento del minimo di pensione, è regolata dal meccanismo della perequazione, esattamente come tutte le altre pensioni.

La perequazione è la rivalutazione dell’importo pensionistico, che varia di anno in anno in base al costo della vita. Il costo della vita è un indice che viene calcolato dall’ISTAT (Istituto nazionale di statistica).

In teoria quindi l’importo può anche diminuire. Negli anni passati comunque, visti i tassi di inflazione, le variazioni sono state irrisorie, nell’ordine di decine di euro all’anno.

L’anno prossimo le cose cambieranno. La crescita economica che è seguita al periodo pandemico determinerà un aumento dei prezzi e quindi anche delle pensioni.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Aumento pensione minima 2022, di quanto sarà?

Secondo una stima di Repubblica il prossimo anno i pensionati che percepiscono 1.500 euro lordi al mese dovrebbero avere un aumento di 126 euro medi all’anno.

I calcoli sono complessi e comprendono varie voci, ma se dovessimo semplificare facendo una proporzione significherebbe che una minima, che nel 2021 vale 515,58 euro al mese, dovrebbe avere un aumento di 43 euro.

Per trattamenti più alti le cifre si fanno più interessanti. Una pensione di oltre 60mila euro si avrebbe diritto a 1.027 euro lordi annui.

Pensione minima: sarà più alta nel 2022? La verità
Pensione minima: sarà più alta nel 2022? La verità

Pensione minima, cos’è e a chi spetta

La pensione minima è un’integrazione alle pensioni che non raggiungono un importo minimo fissato dalla legge, che varia di anno in anno. Per quest’anno l’importo è di 515,58 euro.

Un pensionato che non abbia raggiunto quella cifra, facendo domanda all’Inps, potrà ricevere la differenza per arrivarci.

Trattandosi di un’integrazione significa che prima bisogna aver ottenuto la pensione di vecchiaia. La pensione di vecchiaia si ottiene con almeno 67 anni di età e 20 di contributi.

L’integrazione non spetta a chi ha versato sempre con il sistema contributivo,ossia dal 1996 a oggi. Inoltre, si otterrà l’importo massimo solo se non si superano 6702,54 euro di reddito (20.107,62 di reddito coniugale in caso il pensionato abiti in coppia).

La pensione minima con importo ridotto invece spetta ai pensionati single con redditi fino a 13.405,08 euro (26.810,16 euro in caso di reddito coniugale).

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie