Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni / Pensione minima e assegno sociale 2022: le differenze

Pensione minima e assegno sociale 2022: le differenze

Pensione minima e assegno sociale 2022: quali sono le differenze? Ne parliamo in questo approfondimento.

di Carmine Roca

Marzo 2022

Pensione minima e assegno sociale 2022: vediamo insieme quali sono le differenze che distinguono le due misure INPS (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Pensione minima e assegno sociale 2022: cos’è la pensione minima?

Abbiamo spesso sentito parlare di pensione minima e assegno sociale 2022. Le due prestazioni hanno differenze che andremo ad analizzare in questo articolo.

Iniziamo spiegando cos’è la pensione minima. Parliamo di quell’integrazione economica che spetta a chi percepisce una pensione di importo inferiore alla soglia di sopravvivenza.

In poche parole, è un aiuto che lo Stato offre ai pensionati per permettere un’esistenza dignitosa. Dal 1° gennaio 2022, l’importo della pensione minima è di 523,83 euro al mese (6.807,79 euro all’anno). Un incremento di circa 8 euro rispetto al 2021, per effetto della rivalutazione dell’1,7%.

L’incremento di importo è previsto per le pensioni calcolate con il sistema retributivo (sono escluse le pensioni calcolate col regime interamente contributivo) e spetta ai pensionati che soddisfano determinati requisiti reddituali.

Attualmente si ha diritto alla pensione minima con un reddito personale annuo di 13.619,58 euro e con un reddito da coniugato di 27.239,16 euro all’anno, nel caso in cui la decorrenza del trattamento è successiva al 1° gennaio 1995.

Se la pensione decorre nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 1994, il reddito annuo personale non deve superare i 13.619,58 euro, mentre quello da coniugato deve essere al massimo di 34.048,95 euro all’anno.

In caso di decorrenza della pensione per i periodi fino al 31 dicembre 1993, il limite di reddito è pari a 13.619,58 euro all’anno. Nel calcolo del reddito non si tiene conto del reddito della casa di abitazione, dell’importo della pensione da integrare al trattamento minimo e dei trattamenti di fine rapporto (TFR).

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Pensione minima e assegno sociale 2022: cos’è l’assegno sociale?

Dopo aver visto cos’è la pensione minima, vediamo insieme qual è la funzione dell’assegno sociale. Parliamo di una prestazione economica che viene erogata a domanda, prevista per chi vive in condizioni economiche disagiate, con redditi inferiori alle soglie di sopravvivenza.

L’assegno sociale spetta ai cittadini italiani, comunitari, extracomunitari con permesso di soggiorno di lungo periodo, che hanno residenza in Italia da almeno 10 anni e che hanno compiuto 67 anni. L’importo dell’assegno sociale, aggiornato al 2022, è di 468,10 euro al mese per 13 mensilità (6.085,30 euro all’anno).

Ne beneficia chi ha un reddito personale annuo non superiore a 6.085,30 euro e un reddito da coniugato non superiore a 12.170,60 euro all’anno. L’assegno sociale viene erogato in misura piena (467,58 euro) quando il reddito personale del richiedente è uguale a 0 euro e in misura ridotta se il reddito è compreso tra i 6.085,30 euro e i 12.170,60 euro all’anno.

In questo caso l’importo dell’assegno sociale si calcola sottraendo il reddito personale annuo dall’assegno sociale annuo (6.085,30), dividendo il totale per 13 mensilità. Se il richiedente ha un reddito personale annuo di 4.000 euro, si sottrae questo valore a 6.085,30. Il risultato 2.085,30 viene diviso per 13 mensilità, per un totale di 160,41 euro al mese di assegno sociale.

Nel calcolo del reddito non si tiene conto del reddito della casa di abitazione, del TFR e delle anticipazioni dello stesso, delle indennità di accompagnamento per invalidi civili, ciechi civili e sordi, dell’assegno vitalizio per gli ex combattenti della guerra del 1915-1918 e delle competenze arretrate soggette a tassazione separata.

Pensione minima e assegno sociale 2022
Pensione minima e assegno sociale 2022: quali sono le differenze?

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp