Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni / Pensione minima per lavoratori agricoli con pochi contributi

Pensione minima per lavoratori agricoli con pochi contributi

Qual è la pensione minima per lavoratori agricoli e cosa succede quando non si hanno i contributi minimi richiesti? Vediamolo insieme in questo articolo.

di The Wam

Dicembre 2021

Qual è l’importo della pensione minima per lavoratori agricoli, se vengono versati pochi contributi? (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

Lo vedremo insieme in questo approfondimento sul sistema previdenziale per il settore agricolo.

Se sei interessato all’argomento e vuoi saperne di più, continua a leggere l’articolo.

Pensione minima per lavoratori agricoli: contributi

Per calcolare la pensione minima per lavoratori agricoli è importante sapere che, il sistema previdenziale del settore è praticamente lo stesso dei dipendenti e dei lavoratori autonomi gestiti dall’Inps, seppure con qualche particolarità.

La principale differenza riguarda il computo dei contributi giornalieri, caratteristica dovuta al fatto che si tratta di un lavoro che a cadenza stagionale.

Un anno di contributi corrisponde a 270 giornate di lavoro effettivo all’anno. Non valgono ai fini del conteggio le giornate di disoccupazione e di malattia.

Per quanto riguarda invece la pensione anticipata, di anzianità o la contribuzione dei lavoratori autonomi, sono invece necessarie 156 giornate.

Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Cosa succede con pochi contributi

Dopo aver visto le soglie minime di contribuzione, vediamo cosa succede alla pensione minima per lavoratori agricoli in caso di scarsi contributi.

Il lavoratore che non raggiunge i 270 contributi obbligatori giornalieri nell’arco dell’anno di lavoro, può effettuare un’integrazione con i cosiddetti contributi integrativi volontari.

Inoltre è possibile per il lavoratore agricolo ottenere la pensione di vecchiaia all’età di 71 anni (fino al 2022), sia per le donne che per gli uomini, con almeno 5 anni di contribuzione effettiva.

pensione minima per lavoratori agricoli
Pensione minima per lavoratori agricoli con pochi contributi

Speriamo di aver fatto un po’ di chiarezza, ma se hai ancora dubbi sulla pensione minima per lavoratori agricoli non esitare a scriverci su Instagram.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp