Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni / Pensione per casalinghe: pensioni erogate e pagamento

Pensione per casalinghe: pensioni erogate e pagamento

Pensione per casalinghe: importo, contributi e pensioni previste per le iscritte al Fondo. Ecco tutto ciò che c'è da sapere.

di Carmine Roca

Marzo 2022

Pensione per casalinghe: anche chi si prende cura della casa e della propria famiglia ha diritto a una pensione. Vediamo insieme quale e come accedervi (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Pensione per casalinghe: iscrizione e requisiti

Per tutelare le casalinghe e il loro lavoro, l’INPS ha istituito un Fondo pensione casalinghe, una sorta di salvadanaio alimentato direttamente dalla casalinga (o dal casalingo, essendo accessibile anche agli uomini), tramite versamenti liberi che si trasformano in anni di contributi.

Al Fondo possono iscriversi le donne, o gli uomini, di età compresa tra i 16 e i 65 anni, che non risultino titolari di pensione diretta e che non svolgano attività lavorativa per cui è necessario iscriversi a un ente o a una cassa previdenziale. È possibile svolgere un’attività part-time se, in base allo stipendio e all’orario di lavoro si verifichi una riduzione delle settimane utili per avere diritto alla pensione.

Infine, condizione necessaria, chi si iscrive al Fondo deve esercitare un lavoro in famiglia non retribuito e non soggetto a vincoli di subordinazione. Per iscriversi al Fondo bisogna recarsi alla sede INPS del proprio comune di residenza, oppure inviare domanda tramite posta raccomandata oppure online sul sito dell’INPS o ancora tramite il contact center (al numero gratuito 803.164 da rete fissa o 06 164.164 da rete mobile a pagamento) oppure facendosi aiutare da un patronato o da intermediari dell’INPS.

Nei prossimi paragrafi vedremo come funziona il versamento dei contributi e a quali pensioni per casalinghe è possibile accedere.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Pensione per casalinghe: quali sono?

Iniziamo col dire che non c’è un importo obbligatorio da versare al Fondo, ma con il versamento, tramite bollettino postale, di almeno 25,82 euro al mese si ha diritto a un mese di contributi. In un anno, per ottenere un anno di contributi, è necessario versare 309,84 euro.

Il Fondo pensioni casalinghe eroga due tipi di pensione, entrambe con una contribuzione minima di 5 anni.

Considerato che, dal 1° gennaio 2022, l’importo dell’assegno sociale è di 468,10 euro al mese, aggiungendo il 20% a questo valore, l’importo della pensione per casalinghe dovrà essere di almeno 561,72 euro al mese.

Una volta compiuti 65 anni, invece, a prescindere dall’importo dell’assegno previdenziale, si ha diritto alla pensione per casalinghe.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Pensione per casalinghe
Pensione per casalinghe: importo, contributi e pensioni previste per le iscritte al Fondo.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp