Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni / Pensione, quanti anni non lavorati si possono recuperare

Pensione, quanti anni non lavorati si possono recuperare

Quanti anni non lavorati si possono recuperare? La mancata proroga della Pace Contributiva lascia "orfane" due soluzioni: versamento volontario e riscatto dei contributi.

di Carmine Roca

Settembre 2022

Quanti anni non lavorati si possono recuperare per andare in pensione? Ne parliamo in questo articolo (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE:

Quanti anni non lavorati si possono recuperare? La Pace Contributiva

Quanti anni non lavorati si possono recuperare per andare in pensione?

Riempire buchi contributivi causati da periodi lavorativi frammentati e discontinui, può essere importante per chi non ha a disposizione l’anzianità contributiva necessaria per raggiungere la soglia minima e accedere alla pensione.

A venire incontro ai lavoratori con carriere lavorative spezzettate è stato il decreto legge numero 4 del 2019, rimasto in vigore fino al 31 dicembre 2021: con questo strumento, il lavoratore o la lavoratrice ha potuto sistemare la propria posizione contributiva, a condizioni agevolate.

Parliamo, dunque, di Pace Contributiva, adottata in via sperimentale dal 2019 al 2021, ma purtroppo non prorogata (i termini per aderirvi sono scaduti il 31 dicembre 2021).

Con la Pace Contributiva è stato possibile riempire i buchi contributivi favorendo l’uscita dal mondo del lavoro dei lavoratori iscritti all’AGO (Assicurazione Generale Obbligatoria) dell’INPS, alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi, alla gestione separata dell’INPS e ai lavoratori iscritti presso le gestioni sostitutive ed esclusive dell’AGO.

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali.

Questo strumento, però, non è stato accessibile a tutti i lavoratori. La misura, infatti, poteva essere sfruttata soltanto dai lavoratori che avevano versato tutti i loro contributi dal 1° gennaio 1996 in poi: anche un solo mese di contributi maturati precedentemente questa data farebbe venire meno il diritto alla Pace Contributiva.

Si tratta, dunque, di uno strumento che ha favorito chi vedrà calcolato il suo assegno previdenziale con il sistema interamente contributivo, il più penalizzante previsto dal nostro ordinamento.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Quanti anni non lavorati si possono recuperare? Contributi volontari

Quanti anni non lavorati si possono recuperare? Tolta la Pace Contributiva, “scaduta” nel 2021, cosa rimane per coprire i buchi contributivi dopo il 1996?

La prima ipotesi è il versamento volontario dei contributi. Il lavoratore o la lavoratrice che hanno cessato o interrotto un’attività lavorativa possono coprire i buchi contributivi versando autonomamente il costo di ogni anno di contributi per avvicinare l’anzianità contributiva o aumentare l’importo dell’assegno.

Esistono dei requisiti da rispettare: in primis è necessario aver cessato il rapporto di lavoro e aver maturato almeno 5 anni di contributi oppure 3 anni negli ultimi 5 anni precedenti alla presentazione della richiesta di versamento dei contributi volontari.

Possono accedervi tutti i lavoratori, anche gli iscritti alla gestione separata dell’INPS non iscritti ad altra cassa e non titolari di pensione.

Ma i contributi volontari hanno un costo e pure molto alto: nel 2022, i lavoratori dipendenti che vogliono versare contributi volontari dovranno pagare 67 euro in più rispetto al 2021. Versare un anno di contributi costerà 3.696 euro.

Quanti anni non lavorati si possono recuperare
Quanti anni non lavorati si possono recuperare?

Quanti anni non lavorati si possono recuperare? Riscatto contributi

Quanti anni non lavorati si possono recuperare? Un’altra soluzione è il riscatto dei contributi versati dal 1996 in poi. L’opzione è legata a un requisito: il periodo a cui si riferisce il riscatto non deve essere coperto da un’ulteriore contribuzione.

Anche il riscatto dei contributi ha un costo: per saperne di più leggi questo approfondimento di The Wam.net.

Per coprire buchi contributivi si possono riscattare i seguenti periodi:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp