Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni » Previdenza e Invalidità / Pensioni 2024: aumenti e arretrati solo ad aprile

Pensioni 2024: aumenti e arretrati solo ad aprile

Aumenti delle pensioni 2024: i benefici della riforma IRPEF saranno visibili soltanto dal mese di aprile. Chi ci guadagna? Ecco esempi, calcoli e importi.

di Carmine Roca

Gennaio 2024

Aumenti delle pensioni 2024: se ne parla ad aprile, anche per gli arretrati! (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Aumenti delle pensioni 2024: arretrati IRPEF ad aprile

L’INPS ha battuto un colpo annunciando, con il comunicato il 22 gennaio 2024, quando verranno pagati gli aumenti e gli arretrati relativi alla riforma IRPEF introdotta dall’ultima Legge di bilancio.

Ebbene, se ne parlerà soltanto ad aprile 2024, quando nel cedolino della pensione di quel mese, oltre all’aumento perequativo del 5,4%, sarà presente anche l’aumento dovuto alla riforma IRPEF, con i relativi arretrati non corrisposti a gennaio, febbraio e marzo.

Scrive l’INPS: “Si comunica inoltre che la tassazione delle pensioni sarà adeguata ai nuovi scaglioni di reddito e alle nuove aliquote, introdotte dal decreto legislativo n. 216 del 31 dicembre 2023, dalla mensilità di aprile 2024 sulla quale sarà corrisposto anche il conguaglio riferito alle mensilità precedenti”.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Aumenti delle pensioni 2024: di quanto?

Ma a quanto ammonterà questo aumento IRPEF? Parliamo di circa 20-21 euro lordi al mese (circa 63 euro di arretrati) sui redditi da 28.000 euro annui. Più basso è il reddito, minore sarà l’aumento della pensione.

Per capirne di più, dobbiamo ricordarvi che dal 1° gennaio 2024 è stata abolita l’aliquota IRPEF del 25% e i redditi compresi tra 15.000 euro e 28.000 euro sono stati inglobati nello scaglione al 23%.

Di conseguenza, gli unici a ricevere un aumento della pensione, derivante da un IRPEF più basso, sono coloro che dichiaravano, fino al 2023, un reddito compreso tra 15.000 e 28.000 euro, con il 2% in meno di IRPEF da versare.

Rimane tutto invariato per i redditi fino a 15.000 euro, che già rientravano nell’aliquota al 23%; per i redditi compresi tra 28.000 euro e 50.000 euro, che rimangono nell’aliquota al 35% e per i redditi oltre i 50.000 euro, confermati nello scaglione al 43%.

Esempi di aumento delle pensioni 2024 con IRPEF più basso

Facciamo alcuni esempi, per i redditi tra 15.000 euro e 28.000 euro, per comprendere meglio la portata dell’aumento delle pensioni, grazie all’IRPEF più basso:

Pensione di febbraio 2024: cosa aspettarsi?

Ma cosa c’è nel cedolino delle pensioni di febbraio? Sicuramente un importo netto più elevato, considerato che INPS ha esaurito i conguagli a debito, rendendo finalmente visibili gli effetti della rivalutazione del 5,4% degli importi delle pensioni.

Per quanto riguarda le prestazioni fiscalmente imponibili, anche sul rateo di febbraio, oltre all’IRPEF mensile, vengono trattenute le addizionali regionali e comunali relative al 2023.

Si ricorda che le addizionali regionali e comunali vengono recuperate in 11 rate, da gennaio a novembre dell’anno successivo a quello cui si riferiscono. Le somme conguagliate verranno certificate nella Certificazione Unica 2024.

Le prestazioni di invalidità civile, le pensioni o gli assegni sociali, le prestazioni non assoggettate alla tassazione per particolari motivazioni (detassazione per residenza estera, vittime del terrorismo) non subiscono trattenute fiscali.

Quando pagano la pensione di febbraio 2024?

Le pensioni di febbraio 2024 saranno pagate dall’1 al 7 febbraio 2024. Il 1° febbraio 2024 sono previsti gli accrediti bancari e con Poste italiane per chi non ritira la pensione in contanti.

Chi va allo sportello postale deve seguire i turni regolati con le iniziali dei cognomi dei pensionati. Ecco una bozza del calendario da verificare con l’ufficio postale di riferimento:

Aumenti delle pensioni 2024
Aumenti delle pensioni 2024: in foto un uomo guarda l’ora sul suo orologio.

Faq sulla pensione di febbraio 2024

Qual è l’importo delle pensioni minime a febbraio 2024?

Sulle pensioni minime (nel 2023, 563,74 euro), oltre alla rivalutazione piena del 5,4%, verrà applicata una rivalutazione extra del 2,7%, che farà lievitare la rivalutazione totale all’8,1% e l’importo in misura piena pari a 614 euro al mese.

Ma ci saranno ancora i mini-bonus perequativi dell’1,5% e del 6,4%, come nel 2023? No, le due integrazioni usciranno di scena il 31 dicembre 2023, per fare posto alla rivalutazione extra del 2,7%, a prescindere dall’età anagrafica del pensionato al minimo.

A quanto ammonta la rivalutazione effettiva sulle pensioni 2024?

Con un comunicato dell’ISTAT, ripreso anche dall’INPS, è stata ufficializzata la rivalutazione effettiva degli importi delle pensioni per il 2024, pari al 5,7%. Rispetto alla rivalutazione provvisoria già applicata sugli importi dei trattamenti previdenziali e assistenziali a partire dal 1° gennaio 2024, parliamo di un incremento dello 0,3%, che si tradurrà in un conguaglio da calcolare per ogni mese di pensione e da erogare tra fine 2024 e inizio 2025.

Quali sono gli importi delle prestazioni di invalidità nel 2024?

Ecco una tabella riassuntiva con gli importi e i limiti di reddito aggiornati al 2024:

PrestazioneImporto 2024Limite di Reddito 2024
Ciechi civili assoluti ricoverati con sola pensione333,33 euro19.461,12 euro
Ciechi civili assoluti non ricoverati con sola pensione342,01 euro17.920 euro
Ciechi parziali con sola pensione333,33 euro19.461,12 euro
Ciechi parziali con sola indennità speciale221,20 euroNon ci sono limiti di reddito
Ciechi assoluti non ricoverati con pensione e indennità333,33 euro (+978,50 euro di indennità speciale)19.461,12 euro
Ciechi parziali con pensione e indennità speciale333,33 euro (+221,20 euro di indennità speciale)19.461,12 euro
Ipovedenti gravi decimisti con solo assegno a vita247,40 euro9.356,39 euro
Indennità di accompagnamento per ciechi civili978,50 euroNon ci sono limiti di reddito
Sordomuti333,33 euro19.461,12 euro
Indennità di comunicazione263,19 euroNon ci sono limiti di reddito
Invalidi civili totali (100%)333,33 euro19.461,12 euro
Invalidi civili parziali (dal 74% al 99%)333,33 euro5.725,46 euro
Indennità di accompagnamento per non autosufficienti531,76 euroNon ci sono limiti di reddito
Indennità di frequenza (invalidi minorenni)333,33 euro5.725,46 euro
Lavoratori affetti da talassemia major o drepanocitosi598,61 euroNon ci sono limiti di reddito
Tabella importi e limiti di reddito 2024

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:


Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp