Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni » Previdenza e Invalidità / Pensioni, certificato OBIS/M: cos’è e perché va scaricato

Pensioni, certificato OBIS/M: cos’è e perché va scaricato

Pensioni, certificato OBIS/M: cos'è e perché va scaricato e come si rivendicano i diritti inespressi.

di The Wam

Aprile 2022

Inps ha messo a disposizione dei pensionati i nuovi certificati OBIS/M, ossia i certificati ufficiali delle pensioni, con la spiegazione dettagliata di tutte le voci che compongono l’importo della pensione (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

È importante scaricare il certificato per due ragioni, la più importante riguarda i cosiddetti «diritti inespressi», ossia soldi che spettano per legge, ma che non vengono versati finché non c’è una richiesta esplicita da parte del pensionato.

La seconda ragione, di natura occasionale, è legata al mondo dei prestiti.

In questo articolo vi spiegheremo meglio cos’è il certificato OBIS/M delle pensioni e come si scarica, poi chiariremo cosa sono i diritti inespressi e quanto incidono sull’importo dei trattamenti previdenziali.

Pensioni, certificato OBIS/M: cos’è e cosa contiene

Il certificato OBIS/M delle pensioni viene messo a disposizione da Inps ogni anno, generalmente tra gennaio e aprile. Quest’anno l’annuncio della disponibilità è arrivato con leggero ritardo, il 4 aprile.

All’interno del certificato, scaricabile nell’area utente MyInps, oltre ai dati anagrafici registrati nella banca dati dell’ente, ci sono indicate queste importantissime voci:

Ricordiamo che il certificate ha validità annuale e perde la sua validità il 31 dicembre. È quindi necessario scaricare ogni anno la sua versione aggiornata.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Pensioni, certificato OBIS/M: aumentare l’importo con i diritti inespressi

Avendo davanti la lista degli importi come dovrebbero essere sarà possibile accorgersi di eventuali discrepanze, quindi agire di conseguenza.

Un esempio di diritti inespressi può essere l’abbassamento improvviso del reddito (da dichiarare manualmente con modelli appositi) che può far scattare il diritto alla quattordicesima (ecco quanto si prende e quando spetta).

Trova lavoro: ecco le aziende che assumono in Italia. Scopri tutte le offerte aggiornate.

Altro esempio sono i contributi cumulati dopo essere andati in pensione. Sono soldi che devono incidere sull’importo già percepito, ma che spesso, per un motivo o per un altro, non vengono conteggiati.

Per maggiori dettagli sui diritti inespressi consigliamo la lettura di questo articolo. Se invece sei curiosi di capire come incide la nuova Irpef sugli importi delle pensioni leggi questo approfondimento.

Pensioni, certificato OBIS/M e prestiti

Il certificato OBIS/M spesso è richiesto dalle banche o finanziarie prima di erogare un prestito.

Infatti, con questo documento si può avere la certezza degli importi percepiti e di quelli che si percepiranno.

Essendo un documento ufficiale, rilasciato dall’INPS e non manipolabile dal cittadino, c’è la certezza che quei dati siano veritieri e che è quindi possibile farci affidamento.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Pensioni, certificato OBIS/M: cos'è e perché va scaricato
Pensioni, certificato OBIS/M: cos’è e perché va scaricato

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp