Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni » Previdenza e Invalidità / Pensioni di vecchiaia e anticipate: novità e importi 2024

Pensioni di vecchiaia e anticipate: novità e importi 2024

Pensioni di vecchiaia e anticipata nel 2024: ecco i nuovi importi soglia per i contributivi puri. Vediamo cosa è cambiato rispetto all'anno scorso.

di Carmine Roca

Marzo 2024

In questo approfondimento vi parleremo di pensioni di vecchiaia e anticipata nel 2024: cosa è cambiato? (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Pensioni di vecchiaia e anticipata nel 2024: la circolare INPS

Con la circolare numero 46 pubblicata il 13 marzo scorso, l’INPS ha ufficializzato le modifiche alla disciplina della pensione di vecchiaia (articolo 24, comma 7, decreto legge numero 201 del 2011) e della pensione anticipata (articolo 24, comma 11, decreto legge numero 201 del 2011), per ciò che concerne il “requisito di importo soglia”.

Le modifiche riguardano i contributivi puri, ovvero quei lavoratori e quelle lavoratrici che hanno maturato anni di contributi esclusivamente a partire dal 1° gennaio 1996.

Ricordiamo che per accedere alla pensione di vecchiaia con anzianità contributiva a partire dal 1996 e alla pensione anticipata contributiva (64 anni di età, 20 anni di contributi versati dal 1996) è obbligatorio rispettare il requisito fondamentale dell’importo soglia.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Pensioni di vecchiaia nel 2024: qual è l’importo soglia?

Iniziamo dalla pensione di vecchiaia: i requisiti d’accesso sono rimasti invariati nel 2024 e almeno sino al 2026 non verranno modificati, dal momento che, dagli ultimi rilevamenti ISTAT, l’aspettativa di vita è peggiorata (di pochi mesi).

In pensione si va a 67 anni, con almeno 20 anni di contributi versati. Ma, attenzione: se gli anni di contributi sono stati versati esclusivamente a partire dal 1° gennaio 1996, per accedere alla pensione di vecchiaia occorrerà aver maturato un assegno pensionistico pari al valore dell’Assegno sociale (fino al 2023, era 1,5 volte l’Assegno sociale).

Dal momento che l’importo mensile dell’Assegno sociale, per il 2024, è di 534,41 euro, i contributivi puri, per andare in pensione, dovranno aver maturato un assegno pensionistico almeno dello stesso valore.

Con un rapido calcolo possiamo dire che per raggiungere tale importo è necessario aver guadagnato uno stipendio lordo annuo di almeno 18.000 euro, per 20 anni.

Pensioni di vecchiaia nel 2024 per lavoratrici madri: quale novità?

Alle lavoratrici madri è garantito il cosiddetto bonus contributivo, previsto dalla legge numero 335 del 1995, con il quale si riconosce alle lavoratrici la possibilità di anticipare l’accesso alla pensione di 4 mesi per ogni figlio avuto, fino a un massimo di 1 anno.

In alternativa è possibile scegliere il calcolo della pensione più favorevole, dal momento che per trasformare il montante contributivo in pensione si utilizza un coefficiente di trasformazione maggiorato di 1 anno, in caso di uno o due figli avuti, e di 2 anni, in caso di tre o più figli avuti.

Pensioni anticipata nel 2024: qual è l’importo soglia?

Anche l’accesso alla pensione anticipata contributiva è legato al rispetto di una soglia minima di importo.

La pensione scatta al compimento del 64° anno di età, con almeno 20 anni di contributi versati e un assegno pensionistico di importo pari ad almeno 3 volte il valore dell’Assegno sociale (fino al 2023 era 2,8 volte l’Assegno sociale).

Dunque, moltiplicando l’Assegno sociale 2024 per tre, avremo l’importo minimo dell’assegno: 1.603,23 euro.

Per le lavoratrici madri con un solo figlio avuto, il requisito economico di accesso alla pensione anticipata contributiva rimane invariato: 2,8 volte l’Assegno sociale, per un importo di 1.496,35 euro.

Infine, per le lavoratrici madri che hanno avuto 2 o più figli, il requisito economico di accesso è ridotto a 2,6 volte il valore dell’Assegno sociale, per un importo di 1.389,47 euro.

Inoltre, chi accede alla pensione anticipata ordinaria non potrà percepire un assegno pensionistico superiore a 5 volte il valore del trattamento minimo, fino al compimento del 67° anno di età: nel 2024, l’importo massimo di pensione è fissato a 2.993,05 euro (598,61 euro x 5).

Pensioni di vecchiaia e anticipata nel 2024
Pensioni di vecchiaia e anticipata nel 2024: in foto alcune banconote di euro e una calcolatrice.

Faq su pensione di vecchiaia e anticipata

Cos’è la pensione anticipata flessibile nel 2024?

Per pensione anticipata flessibile nel 2024 si intende Quota 103, la misura più “giovane” entrata a far parte del panorama previdenziale italiano a partire dal 1° gennaio 2023 e confermata per l’anno in corso (articolo 1, comma 139-140 della legge numero 213 del 2023).

Possono accedere a Quota 103 coloro che hanno compiuto 62 anni di età e maturato almeno 41 anni di contributi. La misura si applica a tutti i lavoratori dipendenti del settore privato e pubblico, inclusi i lavoratori autonomi e gli iscritti alla gestione separata INPS.

Come cambiano i requisiti per l’Ape sociale nel 2024?

L’Ape sociale sarà accessibile per tutto il 2024 e i requisiti rimangono quasi inalterati. Per i disoccupati, le persone con una percentuale di invalidità di almeno il 74%, i lavoratori in attività gravose e coloro che assistono persone con handicap gravi, l’accesso sarà possibile con almeno 63 anni e cinque mesi di età.

Come richiedere la pensione anticipata nel 2024?

Leggi il nostro articolo che elenca alternative per la pensione anticipata spiegando quanto perde chi va in pensione prima.

Di quanto è aumentata la pensione nel 2024?

A partire dal 1° gennaio 2024, per effetto della rivalutazione delle pensioni, gli assegni previdenziali sono aumentati del 5,4%.

In questa tabella potete verificare quanto vi verrà erogato in più ogni mese, in base al vostro reddito:

IMPORTI PENSIONERIVALUTAZIONE 2024AUMENTI 2024
1.000 euro100% (5,4%)54 euro lordi al mese
1.500 euro100% (5,4%)81 euro lordi al mese
2.000 euro100% (5,4%)108 euro lordi al mese
2.500 euro85% (4,59%)114,75 euro lordi al mese
3.000 euro53% (2,86%)85,80 euro lordi al mese
3.500 euro47% (2,53%)88,55 euro lordi al mese
4.000 euro47% (2,53%)101,20 euro lordi al mese
5.000 euro37% (2%)100 euro lordi al mese
6.000 euro22% (1,19%)71,40 euro lordi al mese
Aumenti delle pensioni 2024 per fasce di reddito

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp