Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile » Pensioni » Previdenza e Invalidità / Pensioni e invalidità, gli importi del 2024

Pensioni e invalidità, gli importi del 2024

Come aumentano gli importi per le pensioni e l’invalidità nel 2024. Parliamo della rivalutazione per le prestazioni previdenziali e assistenziali. Quali sono le misure escluse. Tutti gli importi.

di The Wam

Gennaio 2024

Pensioni e invalidità, l’INPS ha diffuso la circolare con tutti gli adeguamenti previsti per i trattamenti previdenziali e assistenziali. Vediamo in questo post come cambiano gli importi con la rivalutazione. (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Pensioni e invalidità, la circolare INPS

L’INPS ha recentemente pubblicato la consueta circolare che indica i nuovi adeguamenti per i trattamenti previdenziali e assistenziali. Questo documento è importante per chi riceve pensioni e assegni d’invalidità: dettaglia come cambieranno gli importi nel 2024 con la rivalutazione.

La rivalutazione straordinaria delle pensioni

Nel 2024, ci sarà una rivalutazione straordinaria per alcune categorie di pensioni. Ecco i dettagli principali:

  1. Pensioni non superiori al trattamento minimo: queste pensioni godranno di un aumento del 2,7%. Questo significa che se una pensione era al di sotto dell’importo minimo stabilito, vedrà un incremento significativo che aiuta a bilanciare l’inflazione e il costo della vita.
  2. Pensioni superiori al minimo: per le pensioni che superano il minimo, la rivalutazione sarà gradualmente inferiore. In pratica, maggiore è l’importo della pensione, minore sarà la percentuale di aumento. Ad esempio, le pensioni che superano dieci volte il trattamento minimo INPS (5.679,41€ mensili) vedranno un incremento di soli 1,188%.

Questa struttura di rivalutazione è progettata per supportare maggiormente coloro che percepiscono importi più bassi, garantendo un maggiore potere d’acquisto a fronte dell’aumento del costo della vita.

Aumenti specifici per le pensioni nel 2024

Ecco come gli aumenti si applicheranno specificamente:

Cambiamenti per le prestazioni assistenziali

Subiranno cambiamenti anche le prestazioni assistenziali. Adeguamenti che sono essenziali per garantire che le persone con disabilità o in condizioni di bisogno ricevano un supporto in linea con il costo della vita. Le modifiche includono:

Come funziona la rivalutazione

Questa rivalutazione, nota tecnicamente come “perequazione”, ha dunque lo scopo di adeguare gli importi delle pensioni in relazione al costo della vita. Ecco come funziona e cosa implica per i beneficiari.

La perequazione: meccanismo di adeguamento

La perequazione è un meccanismo annuale che regola gli importi delle pensioni per proteggere il loro potere d’acquisto dall’erosione causata dall’inflazione. Questo processo si applica a:

Il processo di aggiornamento annuale

L’aggiornamento delle pensioni avviene in due fasi principali:

  1. Applicazione dell’indice provvisorio: a gennaio di ogni anno, le pensioni vengono aggiornate secondo un indice provvisorio. Questo indice riflette le stime preliminari dell’inflazione e altri fattori economici.
  2. Conguaglio con l’indice definitivo: sempre a gennaio, si effettua un conguaglio basato sull’indice definitivo dell’inflazione dell’anno precedente. Se l’indice definitivo differisce da quello provvisorio, gli importi delle pensioni vengono ulteriormente adeguati.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Tutti gli aumenti del 2024

Iniziamo analizzando il conguaglio, un meccanismo fondamentale nella determinazione degli importi per il 2024:

Rivalutazione differenziata per fasce di appartenenza

Un aspetto cruciale della rivalutazione del 2024 è la sua applicazione differenziata in base alle fasce di appartenenza delle pensioni:

  1. Pensioni fino a 4 volte il trattamento minimo (Tm): aumento del +5,4%, pari al 100% dell’inflazione.
  2. Pensioni tra 4 e 5 volte il Tm: aumento del +4,59%, corrispondente all’85% dell’inflazione.
  3. Pensioni oltre 5 volte e fino a 6 volte il Tm: aumento del +2,862%, pari al 53% dell’inflazione.
  4. Pensioni oltre 6 volte e fino a 8 volte il Tm: aumento del +2,538%, equivalente al 47% dell’inflazione.
  5. Pensioni oltre 8 volte e fino a 10 volte il Tm: aumento del +1,998%, pari al 37% dell’inflazione.
  6. Pensioni superiori a 10 volte il Tm: aumento del +1,188%, corrispondente al 22% dell’inflazione.

Implicazioni della rivalutazione progressiva

Importante sottolineare che la rivalutazione si applica sull’intero importo della pensione, non per fasce progressive. Questo assicura che ogni beneficiario mantenga il miglior importo maturato, anche con la rivalutazione della fascia precedente.

Come cambiano gli assegni minimi

Gli assegni che non superano il limite minimo, fissato a 598,61€ al mese, beneficiano di una rivalutazione straordinaria. Ecco cosa significa in termini pratici:

Chi è escluso dall’adeguamento

Non tutti i tipi di assegni e pensioni beneficiano degli adeguamenti del 2024. Ecco chi è escluso da questi cambiamenti:

Gli aumenti per le prestazioni assistenziali

Vediamo ora nel 2024 quali sono gli aumenti destinati alla prestazioni assistenziali.

Assegno sociale e trattamento minimo FPLD

Gli incrementi più significativi si notano nell’assegno sociale e nel trattamento minimo del FPLD (Fondo Pensione Lavoratori Dipendenti):

Prestazioni per invalidi civili

Le prestazioni assistenziali destinate agli invalidi civili vedono anch’esse un importante aumento:

Aumento per invalidi di guerra e del servizio

Infine, un aumento del 2,01% è stato applicato alle indennità e agli assegni accessori per gli invalidi di guerra e del servizio, titolari di pensione di guerra o di pensione privilegiata di prima categoria, come l’assegno di superinvalidità.

Pensioni e invalidità, gli importi del 2024
Nell’immagine, in primo piano, una coppia di pensionati.

FAQ (domande e risposte)

Quali sono le novità INPS 2024 su pensioni e invalidità?

Le novità INPS del 2024 si concentrano sull’adeguamento dei trattamenti previdenziali e assistenziali, con una particolare attenzione alla rivalutazione delle pensioni. Viene introdotta una rivalutazione straordinaria del 2,7% per gli assegni non superiori al trattamento minimo e variazioni differenziate a seconda dell’importo della pensione.

Come influisce la rivalutazione 2024 sulle pensioni italiane?

La rivalutazione del 2024 influisce sulle pensioni italiane adeguando gli importi in base al costo della vita e all’inflazione. Per le pensioni fino a quattro volte il trattamento minimo, l’aumento è del 5,4%. Per importi superiori, la rivalutazione è progressivamente inferiore, variando in base alla fascia di appartenenza dell’assegno.

Qual è l’aumento percentuale delle pensioni minime nel 2024?

Nel 2024, le pensioni minime godono di un aumento percentuale del 2,7%, portando l’importo da 598,61€ a 614,77€ al mese. Questo adeguamento mira a migliorare il potere d’acquisto di chi percepisce le pensioni più basse.

Quali pensioni sono escluse dalla rivalutazione 2024 dell’INPS?

Sono escluse dalla rivalutazione 2024 dell’INPS gli assegni straordinari a carico dei fondi di solidarietà, l’indennità mensile nel contratto di espansione, l’ape sociale e l’isopensione. Queste prestazioni non vengono rivalutate per tutta la loro durata.

Come varia la rivalutazione delle pensioni in base all’importo?

La rivalutazione delle pensioni nel 2024 varia in base all’importo dell’assegno. Per le pensioni fino a 4 volte il trattamento minimo, l’aumento è del 5,4%. Per gli assegni in fasce superiori, la percentuale di rivalutazione diminuisce progressivamente, fino a un aumento dell’1,188% per le pensioni superiori a dieci volte il trattamento minimo.

Quali aggiustamenti sono previsti per le prestazioni assistenziali nel 2024?

Nel 2024, gli aggiustamenti per le prestazioni assistenziali includono l’aumento dell’assegno sociale a 534,41€, del trattamento minimo FPLD a 598,61€, e dell’indennità di accompagnamento a 531,76€. Inoltre, le prestazioni per gli invalidi civili e di guerra vedono un incremento, con l’assegno mensile e la pensione di inabilità civile che raggiungono i 333,33€ al mese e un aumento del 2,01% per le indennità e gli assegni accessori agli invalidi di guerra e del servizio.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp