Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse » Pensioni » Previdenza e Invalidità / Pensioni giugno 2024: si può sperare nell’aumento? Per pochi

Pensioni giugno 2024: si può sperare nell’aumento? Per pochi

Aumenti sulle pensioni per giugno 2024: chi li riceverà il mese prossimo e per quale motivo? Ecco cosa sapere su importi, arretrati e riforma IRPEF.

di Carmine Roca

Maggio 2024

In questo approfondimento vedremo insieme a chi spettano gli aumenti sulle pensioni per giugno 2024 (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Aumenti sulle pensioni per giugno 2024: a chi spettano?

Si sente parlare di aumenti sulle pensioni per giugno 2024. Sarebbero in arrivo incrementi di importo, qualche euro in più sul netto della pensione, nulla di esagerato, insomma.

Ma cosa sappiamo di questi aumenti? Ce ne saranno per tutti oppure no? Chiariamo subito che a giugno, solo qualche pensionato godrà di un leggero aumento della pensione, per effetto del ricalcolo degli importi dovuto all’ultima riforma dell’IRPEF.

Ma chi saranno questi “fortunati”? Semplicemente coloro che, fino a maggio, pur avendone diritto, non hanno beneficiato di alcun aumento sulla pensione e che, di conseguenza, potrebbero ricevere tutto a giugno.

Chi, invece, si è visto adeguare a maggio, o nei due mesi precedenti (marzo e aprile), l’importo della pensione per il taglio dell’IRPEF ed erogare i relativi arretrati non corrisposti da gennaio, non riceverà alcun aumento a giugno.

I “fortunati”, se così possiamo definirli, sono quei pensionati che l’INPS ha lasciato indietro e per ultimi, senza aumenti e arretrati fino a maggio. E che, finalmente, a giugno, potrebbero ricevere qualche decina di euro in più sulla pensione, che male non fa.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Aumenti sulle pensioni per giugno 2024 per la riforma IRPEF: importi e arretrati

La riforma dell’IRPEF entrata in vigore il 1° gennaio 2024, i cui effetti sono stati resi visibili, sugli importi delle pensioni, soltanto a partire dal mese di marzo, prevede la riduzione degli scaglioni IRPEF, passati da 4 a 3, con l’eliminazione dell’aliquota al 25% e l’ampliamento della platea di contribuenti al 23% per redditi fino a 28.000 euro.

A beneficiare di aumenti e arretrati, quindi, sono quei pensionati con redditi oltre i 15.000 euro, che rientravano nello scaglione al 25% e che, nel 2024, verseranno il 2% di IRPEF in meno, con un conseguente aumento dell’importo netto della pensione.

Di seguito alcuni esempi di aumenti per la fascia di reddito 15.000 euro-28.000 euro:

Chi non ha ricevuto nulla fino a maggio, oltre alla quota di aumento sopra indicata, riceverà anche 5 mesi di arretrati.

Ecco alcuni esempi di importi:

Aumenti sulle pensioni per giugno 2024: come visualizzare gli importi?

In attesa dei cedolini della pensione, visibili a partire da lunedì 20 maggio sul sito dell’INPS, da qualche giorno è possibile visualizzare il dettaglio pensionistico del mese di giugno 2024.

Ricordiamo che, ormai da qualche mese, non è più possibile visualizzare l’importo totale dell’assegno prima della pubblicazione del cedolino.

Esistono, però, dei metodi per aggirare l’ostacolo, come ad esempio il Modello OBIS/M, il servizio online a disposizione dei pensionati di tutte le gestioni, compresa l’ex INPGI confluita nell’INPS dal 1° luglio 2022, beneficiari di prestazioni previdenziali e assistenziali.

Per accedere al modello basta entrare nel proprio “Fascicolo previdenziale” sul sito dell’INPS e autenticarvi con una delle credenziali in vostro possesso (SPID, CIE o CNS).

Per i pensionati con invalidità o disabilità, il metodo per visualizzare in anteprima l’importo della pensione di giugno 2024 è l’accesso al “Portale della Disabilità”, il punto unico di accesso per invalidi civili, ciechi civili, sordomuti, invalidi di lavoro (Legge 68/1999) e portatori di handicap (Legge 104/1992).

Quando pagano le pensioni di giugno 2024?

giugno 2024, gli accrediti delle pensioni partiranno in due giorni diversi: il 1° giugno sugli strumenti postali (libretti, conti correnti, conti Banco Posta e Poste Pay Evolution); il 3 giugno tramite banca. Questo, perché, il 1° giugno è sabato.

Dal 1° giugno via libera anche ai pagamenti in contanti, con ritiro presso l’ufficio postale di riferimento, seguendo l’ormai consueto calendario ordinato in base alle lettere iniziali dei cognomi degli aventi diritto.

Di seguito il possibile calendario dei pagamenti, ma vi consigliamo di informarvi presso l’ufficio postale poiché le date potrebbero variare soprattutto nei comuni meno popolosi:

Aumenti sulle pensioni per giugno 2024
Aumenti sulle pensioni per giugno 2024: in foto alcune banconote di euro.

Faq sulla pensione 2024

Di quanto è aumentata la pensione minima nel 2024?

La pensione minima per il 2024 ha un importo di 598,61 euro.

Esempi di aumento:

Quali sono gli importi delle prestazioni di invalidità nel 2024?

Ecco una tabella riassuntiva con gli importi e i limiti di reddito aggiornati al 2024:

PrestazioneImporto 2024Limite di Reddito 2024
Ciechi civili assoluti ricoverati con sola pensione333,33 euro19.461,12 euro
Ciechi civili assoluti non ricoverati con sola pensione342,01 euro17.920 euro
Ciechi parziali con sola pensione333,33 euro19.461,12 euro
Ciechi parziali con sola indennità speciale221,20 euroNon ci sono limiti di reddito
Ciechi assoluti non ricoverati con pensione e indennità333,33 euro (+978,50 euro di indennità speciale)19.461,12 euro
Ciechi parziali con pensione e indennità speciale333,33 euro (+221,20 euro di indennità speciale)19.461,12 euro
Ipovedenti gravi decimisti con solo assegno a vita247,40 euro9.356,39 euro
Indennità di accompagnamento per ciechi civili978,50 euroNon ci sono limiti di reddito
Sordomuti333,33 euro19.461,12 euro
Indennità di comunicazione263,19 euroNon ci sono limiti di reddito
Invalidi civili totali (100%)333,33 euro19.461,12 euro
Invalidi civili parziali (dal 74% al 99%)333,33 euro5.725,46 euro
Indennità di accompagnamento per non autosufficienti531,76 euroNon ci sono limiti di reddito
Indennità di frequenza (invalidi minorenni)333,33 euro5.725,46 euro
Lavoratori affetti da talassemia major o drepanocitosi598,61 euroNon ci sono limiti di reddito
Tabella importi e limiti di reddito 2024

Quali trattenute ci saranno sulle pensioni di giugno 2024?

Anche per quanto riguarda le trattenute sulla pensione non ci sono variazioni da registrare a giugno 2024.

Queste trattenute includono il conguaglio a debito delle ritenute erariali del 2023, calcolato sull’ammontare delle pensioni erogate dall’INPS. Se le trattenute effettuate nel 2023 sono state inferiori al dovuto, l’INPS ha iniziato a recuperare il debito dei contribuenti tramite delle trattenute sulle pensioni applicate dal mese di gennaio.

Motivo per cui, alcuni pensionati hanno già estinto il debito entro giugno 2024, mentre altri continueranno a subire trattenute anche a giugno fino alla completa estinzione del debito.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp