Pensioni militari: ufficiale il ricalcolo. Le cifre

Pensioni militari: buone notizie per chi ha maturato meno di 15 anni di contributi prima del 31 dicembre 1995. Ecco cosa accadrà.

3' di lettura

Pensioni militari: è ufficiale il ricalcolo dei trattamenti previdenziali per il personale militare (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

In questo articolo vi sveleremo le ultime novità e la decisione dell’Inps in seguito alla sentenza della Corte dei Conti a Sezioni Riunite.

Se sei interessato all’argomento e vuoi saperne di più, continua a leggere l’articolo.

Pensioni militari: la decisione dell’Inps

L’Inps ha accolto la sentenza della Corte dei Conti a Sezioni Riunite, optando per il ricalcolo delle pensioni del personale militare, con meno di 15 anni di anzianità contributiva, maturati entro il 31 dicembre 1995.

Come da sentenza della Corte dei Conti, numero 12 del 2021, questi potranno beneficiare del coefficiente di rendita pensionistica del 2,44% per ogni anno utile, rispetto al coefficiente del 2,33% applicato fino all’ultima sentenza.

Con la circolare numero 199 del 2021, l’Inps si è adeguata alla sentenza della magistratura contabile. Il tutto nasce dal contenzioso che si era creato riguardo all’applicazione dell’articolo 54 del Decreto del Presidente della Repubblica, risalente al 1973.

Fino alla sentenza numero 12 del 2021, il coefficiente di rendimento del 2,44% per ogni anno di contributi versati al 31 dicembre 1995, spettava soltanto al personale militare (Aeronautica, Esercito, Marina Militare) ed equiparato (finanzieri e Carabinieri) che avevano versato dai 15 ai 18 anni di contributi.

Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Pensioni militari: cosa accadrà?

Come spiegato nei precedenti paragrafi, arrivano buone notizie per il personale militare con meno di 15 anni di contributi versati al 31 dicembre 1995.

Pure a loro spetterà l’aliquota del 2,44% per ogni anno di contributi versati. Lo ha deciso l’Inps, correggendo la sentenza pubblicata nel gennaio del 2021, che favoriva solo coloro che avevano maturato dai 15 ai 18 anni di contributi, prima del 31 dicembre 1995.

Al personale militare già in pensione sarà riconosciuta la differenza sui ratei arretrati, dovuti alla riliquidazione, oltre agli interessi legali nei limiti della prescrizione quinquennale (5 anni), che va calcolata dalla data di riliquidazione.

Pensioni militari
Pensioni militari: buone notizie per il personale militare con pochi anni di contributi.

La riliquidazione, inoltre, è applicata anche ai giudizi pendenti dinanzi alla Corte dei Conti, in primo grado e in appello, ma non potranno essere accolti i ricorsi amministrativi per la riliquidazione della pensione con l’aliquota del 44%.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie