Pensioni più ricche dal 2022: vediamo di quanto

Pensioni più ricche dal 2022: l'assegno sarà aumentato anche per la crescita dell'inflazione, per i trattamenti medi si arriverà a 300 euro l'anno. Gli aumenti saranno invece decrescenti per le pensioni che superano una certa soglia. Ma le penalizzazioni non saranno così rilevanti.

4' di lettura

Pensioni più ricche il prossimo anno. Nel 2022 scatteranno aumenti per circa 300 euro l’anno per chi ha un trattamento di 1.500 euro al mese. Il motivo? La ripresa dell’inflazione. Che in questi ultimi mesi è tornata a crescere in modo importante, almeno rispetto agli anni precedenti.

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro

L’aumento servirà a pareggiare l’incremento dei prezzi e a mantenere inalterato il rapporto tra la pensione e il costo della vita.

Questi aumenti, ancorché non consistenti, faranno comunque salire la spesa pensionistica di 4 miliari.

Una spesa che si controbilancia con il risparmio che lo Stato è riuscito ad accumulare nel 2021, quando, complice la pandemia e una situazione economica in stallo, l’inflazione è scesa sotto lo 0%.

Pensioni più ricche: 300 euro l’anno

Pensioni più ricche dunque. Quella media (1.500 euro, appunto), che arriva a 300 euro in più in un anno (lordi). Più o meno 25 euro al mese.

Gli aumenti saranno assicurati a 23 milioni di assegni previdenziali. Il calcolo è stato fatto sul tasso di inflazione accertato dall’Istat. Tasso d’inflazione che a settembre è arrivato all’1,7%.

Con gli aumenti del settore energetico (e non solo), quella percentuale potrebbe continuare a salire e non scendere.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Pensioni più ricche: per 2 anni aumenti bloccati

Le pensioni non aumentano da circa due anni. Nel 2020, qualche mese prima che scoppiasse la pandemia, c’era stato l’ultimo aumento: +0,5%.

Nel 2021 le pensioni non sono state ritoccate (anche perché per il primo semestre non s’è registrata variazione nel tasso di inflazione).

Dal 2022 gli aumenti.

Pensioni più ricche: sistema a scaglioni

Tornerà il sistema a scaglioni. Cosa prevede?

Il sistema è più vantaggioso per i pensionati. Sarà infatti tagliata la rivalutazione solo sugli assegni che superano certe soglie.

Ci spieghiamo meglio:

  • il recupero rispetto all’inflazione sarà pieno per tutte quelle pensioni che arrivano fino a 4 volte il minimo Inps. Ovvero: 2.000 euro lorde;
  • sarà invece al 90% per le pensioni che sono tra 4 e 5 volte superiori al minimo;
  • del 75% per quelle sono superiori più di 5 volte rispetto al minimo.

Pensioni più ricche: meno penalizzante

Questa scelta è meno penalizzante per le pensioni più alte rispetto a quella che è stata applicata dal 2014 a quest’anno.

Si scalava dalla rivalutazione piena, al 100%, fino al 40% per le pensioni superiori a determinate soglie.

Una decisione che il governo non dovrebbe confermare, soprattutto in una delicata fase come questa.

In passato molti esecutivi (di centrosinistra e centrodestra) hanno effettuato interventi sulla rivalutazione delle pensioni per cercare di risparmiare soldi in modo immediato.

Ci ha provato anche Mario Monti, che bloccò tra il 2012 e il 2013 gli aumenti delle pensioni che superavano i 1.500 euro lordi (che è un po’ la quota di riferimento).

La Corte Costituzionale è poi intervenuta e lo Stato ha dovuto concedere un rimborso parziale a chi era stata escluso dagli aumenti.

Pensioni più ricche: e l’inflazione è ripartita

Oltretutto dopo anni di stasi l’inflazione è ripartita. E continuerà anche nei prossimi mesi. Almeno fino a quando i prezzi non saranno tornati ai livelli che c’erano prima della pandemia da covid.

In prospettiva un aumento costante fino almeno alla metà del 2022.

Il Fondo Monetario Internazionale ha calcolato che l’inflazione in tutte le democrazie occidentali dovrà toccare il prossimo anno un picco del 3,6%.

Un dato che non si registrava da molti anni.

Pensioni più ricche: posta pandemia, ma non solo

E segnala, da un lato, anche la ripresa dell’economia e dei consumi dopo la crisi sanitaria. Ma anche la risalita dei costi dell’energia, che è innescata dalla post pandemia, ma pure dalle politiche di transizione energetica.

Ma del resto, lo sapete, i costi delle bollette per luce e gas sono un altro dei temi caldi del governo. E non solo di quello italiano.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie