Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni / Pensioni, quattordicesima più alta: il governo ci pensa

Pensioni, quattordicesima più alta: il governo ci pensa

Pensioni, quattordicesima più alta dopo il bonus 200 euro: il governo pensa a incrementi dell'importo e nuovi limiti di reddito.

di The Wam

Giugno 2022

Quattordicesima più alta – Il bonus 200 euro erogato ai pensionati nel mese di luglio aiuterà la ripresa degli acquisti e bilancerà, almeno in parte, il caro prezzi (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

L’incentivo però è una misura temporanea, mentre inflazione e costo delle materie prime sono qualcosa di duraturo nel tempo, che peseranno per i prossimi anni sulle tasche degli italiani.

Ecco perché si comincia a discutere di una quattordicesima più alta, a cui potranno accedere più pensionati, che potrebbe diventare una misura strutturale per alimentare il potere d’acquisto degli italiani e incentivare la domanda.

In questo articolo vi spiegheremo cos’è la cosiddetta «quattordicesima rafforzata», quali dovrebbero essere i requisiti e quali sono i tempi affinché venga prima approvata e poi adottata.

Pensioni, quattordicesima più alta dopo il bonus 200 euro

Il bonus 200 euro, finanziato con gli extra-profitti dei fornitori energetici, sarà versato a quasi tutti gli italiani, compresi i pensionati (in questo articolo spieghiamo quali sono i documenti utili per ottenere il bonus 200 euro).

Luglio sarà un mese di paga decisamente ricco a prescindere: i dipendenti, pubblici a privati, riceveranno anche i primi rimborsi 730; i pensionati invece, in base al reddito dichiarato, riceveranno anche la quattordicesima.

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali.

Il Governo è stato chiamato a deliberare proprio sulla quattordicesima; le parti sociali, infatti, approfittando del clima collaborativo in vista della riforma delle pensioni 2023, stanno giocando a rialzo proponendo l’allargamento della platea e una quattordicesima più alta.

L’incremento, da inserire nella riforma delle pensioni in modo strutturale a partire dall’anno prossimo, dovrebbe riguardare solo gli assegni fino a 1.500 euro.

L’importo, secondo i sindacati, sarebbe simile al bonus 200 euro, ma riparametrandolo con un nuovo sistema di rivalutazione pensionistica (oggi basata su indici ISTAT), desueto per via della particolare situazione economica e sociale che stiamo vivendo.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Pensioni, quattordicesima più alta: come funziona oggi

La quattordicesima attualmente spetta a chi ha almeno 64 anni e percepisce un reddito mensile fino a 2 volte la pensione minima, per quest’anno quindi la soglia equivale a 1.048,70 euro lordi.

L’importo varia in base al reddito e dipende dalla fascia di appartenenza. La forbice comunque parte da un minimo di 336 euro fino a un massimo di 504 euro.

A incidere sull’importo c’è anche l’anzianità contributiva. Rimandiamo a questo articolo per approfondire, qui ci limitiamo a confrontare l’importo erogato per la fascia A (con il reddito più basso) con l’importo erogato per chi raggiunge il massimale (1.048,70 euro lordi al mese, ossia 13.663,1 euro annui):

reddito annuo lordoFino a 10.224,83€Fino a 13.663,1€
Anzianità contributiva////
Fino a 15 anni (18 autonomi)437€336€
15-25 anni (18-28 autonomi)506€420€
Oltre i 25 anni (28 autonomi)655€504€

 

Pensioni, quattordicesima più alta: il governo ci pensa
Pensioni, quattordicesima più alta: il governo ci pensa

Pensioni, quattordicesima più alta: da quando?

La legge di bilancio ci farà capire effettivamente quanto il governo ha intenzione di incidere sulla riforma delle pensioni, che conterrà anche una nuova forma di pensione anticipata.

Sai che ci sono diversi modi per andare in pensione in anticipo? Uno di questi è quello destinato a chi ha un’invalidità civile riconosciuta dalla legge. I colleghi di invaliditaediritti.it hanno spiegato come si fa a ottenerla e quali sono i requisiti.

Le modifiche dovrebbero entrare in vigore a partire dal 2023. Quindi chi ha già compiuto 64 anni nella prima metà del 2023 vedrà accreditarsi la quattordicesima rafforzata a luglio, mentre chi li compirà nella seconda metà dell’anno la riceverà a dicembre.

Questo meccanismo anagrafico resta lo stesso, ricordiamo quindi che vale anche per quest’anno: chi compie almeno 64 anni da luglio in poi e rientra nei requisiti della quattordicesima, la riceverà a dicembre insieme alla tredicesima.

Trova lavoro: ecco le aziende che assumono in Italia. Scopri tutte le offerte aggiornate.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp