Percentuali di invalidità civile: cosa spetta

Percentuali di invalidità civile: cosa spetta, quali sono le differenze, quando scattano i benefici economici e quando si ha diritto solo ad agevolazioni fiscali. Una piccola guida per togliere i dubbi a chi ha sostenuto o si appresta a sostenere la visita davanti alla Commissione medica dell'Asl.

4' di lettura

Percentuali di invalidità civile: proviamo a mettere un po’ di ordine tra misure diverse rispetto a determinati gradi di invalidità, benefici economici, agevolazioni fiscali, certificati, diritti e doveri. Un quadro semplice e veloce, speriamo sufficientemente dettagliato per consentire a chi ha una invalidità di muoversi con maggiore sicurezza in una piccola giunga di disposizioni che a volte sembrano quasi contraddirsi. (aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati sui diritti delle persone invalide e la Legge 104

Percentuali di invalidità civile: la domanda

Partiamo dall’inizio. Per essere riconosciuti invalidi civili è necessario presentare domanda all’Inps (e non come ritengono alcuni all’Asl).

Il primo passaggio è dal medico di base che deve redigere e trasmettere per via telematica all’Istituto di previdenza un certificato medico introduttivo.

Non è ancora la domanda di invalidità civile. Quella deve essere presentata entro 60 giorni dal rilascio del certificato medico introduttivo (o scade).

Presentata la domanda sarà la Commissione Medico Legale dell’Asl (in alcune Regioni se ne occupa direttamente l’Inps). I tempi anche in questo caso dipendono dalle singole Asl. Potrebbero anche essere lunghi.

Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Percentuali di invalidità civile: il verbale

Dopo la visita si riceve un verbale. Quello è il documento importante, anche perché consente di stabilire a quali prestazioni si ha diritto.

Le informazioni più rilevanti sono queste:

  • la valutazione della commissione, che può essere: non invalido, invalido parziale, invalido totale;
  • l’indicazione della percentuale invalidante (che poi è essenziale per stabilire a quale prestazione si può avere diritto);
  • la data di decorrenza del riconoscimento dello stato di invalidità;
  • l’indicazione della eventuale revisione dello stato di invalidità. In pratica il mese e l’anno nel quale ci sarà un nuovo accertamento medico.

Percentuali di invalidità civile: la commissione

Tutto dipende dalla percentuale di invalidità che viene riconosciuta dalla Commissione. O meglio: quella percentuale potrà dare diritto o meno a una serie di prestazioni dell’Inps che partono dalle agevolazioni sanitarie o fiscali per finire ai trattamenti di tipo economico.

Ora le elenchiamole tutte. Per chi è stato riconosciuto invalido fino al 33% non spetta alcun beneficio. Vuol dire che quella percentuale di disabilità non viene ritenuta così invalidante da richiedere un qualsiasi intervento a favore della persona interessata da parte dello Stato.

Vediamo invece cosa accade oltre quella soglia.

Percentuali di invalidità civile: le agevolazioni e i benefici previsti

  • Dal 34% di invalidità civile riconosciuta: si ha diritto alla fornitura gratuita di protesi e ausili che sono connessi alle patologie segnalate nel verbale (nel campo diagnosi);
  • dal 46% di invalidità civile riconosciuta: accesso alle liste per il collocamento mirato, che consente di essere inseriti nell’elenco delle categorie protette, dove i datori di lavoro (pubblici e privati) possono scegliere le persone con disabilità da assumere per obbligo quando si superano i 15 dipendenti;
  • dal 51% di invalidità civile riconosciuta: i lavoratori dipendenti, pubblici e privati, possono chiedere ogni anno un congedo straordinario retribuito di 30 giorni per cure (possono anche non essere consecutivi). Serve comunque la richiesta del medico curante e l’autorizzazione dell’Asl;
  • dal 74% di invalidità civile riconosciuta: si può avere diritto all’assegno di invalidità dell’Inps che ammonta per il 2022 a 291,69 euro mensili. C’è però un requisito di reddito: non deve superare i 5.10,20 euro. A 67 anni questo trattamento si trasforma in assegno sociale;
  • dal 75% di invalidità civile riconosciuta: per i dipendenti pubblici e privati scatta una agevolazione contributiva: la maggiorazione dell’anzianità parti a due mesi per ogni anno lavorato e fino a un massimo complessivo di 60 mesi (ovviamente solo nel periodo in cui è stata accertata l’invalidità del 75%);
  • 100% di invalidità civile riconosciuta: spetta la pensione di inabilità (291,69 euro al mese), ma solo quando ci sono redditi personali inferiori a 17.050,42 (per il 2022). A 67 anni la pensione si trasforma in assegno sociale con un aumento massimo a 652 euro se i redditi personali sono inferiori a 8.500 euro (o a 14.459,90 se cumulati con quelli del coniuge;
  • 100% di invalidità civile riconosciuta: se la commissione medica valuta anche l’impossibilità di deambulare o di compiere gli atti quotidiani della vita senza un sostegno continuo si ha diritto all’indennità di accompagnamento, che è di 525,17 euro al mese (senza limiti di reddito).
Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie