Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Perché il bonus sociale è diminuito: quanti soldi perdi

Perché il bonus sociale è diminuito: quanti soldi perdi

Perché il Bonus sociale è diminuito? Quanti soldi spettano in meno? Scopriamo tutto in questo articolo, con i nuovi importi da aprile 2024.

di Carmine Roca

Aprile 2024

In questo articolo andremo a vedere insieme perché il Bonus sociale è diminuito e quanti soldi spettano in meno (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Perché il Bonus sociale è diminuito?

A partire dal 1° aprile 2024 è stato dato un “taglio” all’importo del Bonus sociale. Gli aiuti del governo alle famiglie numerose o in difficoltà economica sono diminuiti di valore, così come gli assegni potenziati fissati dall’ARERA e lo sconto in bolletta per le famiglie con all’interno persone in condizione di disagio fisico.

In pochi mesi si è passati dall’estensione della platea dei potenziali beneficiari, con l’innalzamento della soglia ISEE da rispettare, a seguito dell’aumento del costo delle bollette per effetto della guerra in Ucraina, a un ritorno alle origini, con una decurtazione degli aiuti e un aumento dell’importo delle bollette del gas, dovuto alla fine di altre misure di emergenza volute dai governi precedenti.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come cambia il Bonus sociale per luce e gas da aprile 2024?

Per quanto riguarda il Bonus sociale per luce e gas, questo viene riconosciuto direttamente come sconto in bolletta (non c’è bisogno di presentare domanda). L’agevolazione è prevista dalla normativa nazionale, ma viene attuata da ARERA, che stabilisce l’ammontare dell’importo del Bonus.

Fino al 31 dicembre 2023, il Bonus sociale luce e gas spettava ai nuclei familiari con ISEE fino a 15.000 euro o fino a 30.000 euro, per i nuclei familiari con almeno 4 figli a carico.

A partire dal 1° gennaio 2024, i limiti ISEE sono stati sensibilmente abbassati, con un massimo di 9.530 euro e di 20.000 euro per le famiglie con almeno 4 figli a carico.

Bonus energia elettrica dal 1° aprile 2024: ISEE e importi

Dal 1° aprile 2024, gli importi del Bonus per l’energia elettrica rimarrà invariato ogni mese, fino al 31 dicembre 2024, e sono i seguenti:

Fino a marzo, invece, sono stati erogati contributi straordinari di importo variabile a seconda della numerosità del nucleo familiare (non spettano più da aprile):

Dato che il Bonus viene assegnato per un periodo di 12 mesi, le famiglie che nel 2024 continuano a ricevere il bonus, basato sull’attestazione ISEE del 2023 che rientra nel valore compreso tra 9.530 e 15.000 euro, vedranno ancora applicato in bolletta un importo ridotto all’80% rispetto agli importi stabiliti.

Ricordiamo, inoltre, che a partire dal 1° aprile 2024 i contribuenti hanno ripreso a pagare le bollette dell’energia elettrica comprensivi degli oneri di sistema per l’elettricità, che fino al 31 marzo scorso erano stati azzerati.

Bonus gas: ISEE e importi

L’importo del Bonus sociale gas è quantificato da ARERA e varia di mese in mese. Lo sconto in bolletta è diverso a seconda della stagione in cui viene riconosciuto: è più alto nel periodo invernale (si consuma più gas), e più contenuto nei mesi estivi, quando si consuma meno gas.

L’importo del Bonus sociale gas dipende:

Di seguito ecco l’ammontare del Bonus sociale gas per il 2024:

 Zona climatica
A/BCDEF
Famiglie fino a 4 componenti
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura10,92 euro10,92 euro10,92 euro10,92 euro10,92 euro
Riscaldamento50,96 euro55,51 euro69,16 euro72,80 euro69,16 euro
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento56,42 euro60,97 euro75,53 euro88,27 euro84,63 euro
Famiglie con più di  4 componenti
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura15,47 euro15,47 euro15,47 euro15,47 euro15,47 euro
Riscaldamento55,51 euro62,79 euro80,08 euro81,9 euro78,26 euro
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento63,7 euro71,89 euro90,09 euro82,81 euro79,17 euro
Importi del Bonus gas aggiornati al 2024

Bonus sociale acqua 2024: a quanto ammonta?

Il Bonus sociale acqua garantisce uno sconto pari a 50 litri/abitante/giorno. Una famiglia di 4 persone, ad esempio, arriva a risparmiare 200 litri di acqua al giorno.

Come descritto nel decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 13 ottobre 2016, la quantità di 50 litri è considerata quella necessaria per assicurare il soddisfacimento dei bisogni fondamentali della persona. 

L’importo del Bonus acqua 2024 non è uguale per tutti gli utenti, poiché le tariffe idriche non sono uniche a livello nazionale, ma cambia in base all’area geografica in cui si trova la fornitura agevolata.

Per conoscere il valore dell’agevolazione è necessario consultare il sito del proprio gestore idrico e verificare le tariffe applicate per il servizio idrico, quindi calcolare l’importo del Bonus a cui hanno diritto (moltiplicando 50 litri al giorno per il numero di componenti della famiglia anagrafica).

Lo sconto è applicato per il servizio di: 

In alternativa, è possibile contattare il call center dello Sportello per il consumatore Energia e Ambiente di ARERA – numero verde 800 166 654, che potrà fornire assistenza nella verifica della correttezza dell’agevolazione applicata.

Perché il Bonus sociale è diminuito
Perché il Bonus sociale è diminuito: in foto banconote da 100 euro volanti.

Faq sul Bonus sociale nel 2024

Cosa cambia nel bonus bollette 2024 rispetto al 2023?

In merito al Bonus bollette, nel 2024 ci sono alcune variazioni significative rispetto all’anno precedente. La prima e più rilevante è la riduzione dei fondi: nel primo trimestre del 2024, i fondi disponibili saranno solo 200 milioni, a differenza dei 400 milioni disponibili nel 2023. Questa decisione deriva dalla bozza della manovra di bilancio proposta dal governo.

Come richiedere il Bonus bollette 2024

Per richiedere il Bonus bollette è necessario l’ISEE 2024, che si può ottenere compilando la DSU attraverso portale dedicato l’ISEE Precompilato sul sito dell’INPS, qui è necessario accedere con le credenziali SPIDCIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Se necessario, è anche possibile richiedere assistenza ai Caf o ai commercialisti. Una volta ottenuto l’ISEE in corso di validità, se si rientra nei criteri di accesso, sarà l’INPS a gestire automaticamente l’attivazione del Bonus bollette, applicando lo direttamente sconto senza ulteriori richieste da parte dell’utente.

A chi spetta il Bonus elettrico per disagio fisico?

Il Bonus Elettrico per il Disagio Fisico consente di avere uno sconto annuale sulla bolletta dell’energia elettrica. Possono riceverlo le persone affette da una grave malattia o chi ospita malati che hanno bisogno di queste apparecchiature elettromedicali:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp