Home / Lavoro domestico / Periodo di prova colf e badanti: durata e retribuzione

Periodo di prova colf e badanti: durata e retribuzione

Periodo di prova colf e badanti: in questo approfondimento vediamo come funziona, quanto dura e come va gestita la retribuzione dei giorni di prova del collaboratore.

La redazione di thewam.net è composta da giornalisti e copywriter esperti in welfare, fisco, lavoro e disabilità.
Conoscici meglio

2' di lettura

Quanto può durare il periodo di prova colf e badanti e quando deve essere retribuito il lavoratore in questo frangente? (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

Se hai appena assunto un collaboratore domestico queste sono tutte domande più che legittime.

Insieme, proviamo a scogliere i dubbi sul tema: continua a leggere l’articolo.

Periodo di prova colf e badanti: come funziona

Come avviene per qualsiasi contratto relativo a un rapporto di lavoro subordinato, anche nei casi di collaborazione domestica è previsto il cosiddetto periodo di prova colf e badanti.

Si tratta di un periodo durante il quale entrambe le parti coinvolte nel contratto possono tirarsi indietro con effetto immediato in qualsiasi momento.

In questo caso non esiste alcun obbligo di preavviso e al lavoratore spetta il pagamento della retribuzione relativa ai giorni effettivi di lavoro portati a termine.

Se, al contrario, nessuna delle due parti interrompe il rapporto lavorativo prima del termine del periodo di prova, il contratto viene automaticamente confermato e il periodo di prova viene conteggiato in termini di anzianità lavorativa.

Ti ricordiamo che per essere valido il periodo di prova deve essere segnalato nel contratto.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Durata e retribuzione del periodo di prova

Il periodo di prova colf e badanti è di 8 giorni di lavoro effettivo.

Caso diverso, invece, per i lavoratori domestici di livello D e DS e per i collaboratori conviventi.

Per queste categorie, infatti, il nuovo contratto collettivo nazionale in vigore dall’1 ottobre 2020 ha esteso il periodo di prova a 30 giorni.

Periodo di prova colf e badanti
Periodo di prova colf e badanti: durata e retribuzione.

In entrambi i casi, comunque, la retribuzione è quella regolarmente stabilita dal CCNL sulla base dell’inquadramento e delle mansioni.

Speriamo di aver fatto un po’ di chiarezza, ma se hai ancora dubbi sul periodo di prova colf e badanti non esitare a scriverci su Instagram.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie