Petardi nello stadio di Terni: archiviata l’indagine sui tifosi avellinesi

Petardi nello stadio di Terni: archiviata l'indagine sui tifosi avellinesi
1' di lettura

Archiviata l’indagine a carico dei 4 giovani tifosi avellinesi (difesi dall’avvocato Fabio Tulimiero) accusati di aver introdotto torce e petardi lo scorso 18 maggio, nello stadio Libero Liberati di Terni, in occasione di una partita che era valsa la salvezza sul campo per la squadra bianco-verde (Foto di copertina del sito SportAvellino).

I fatti e le ragioni dei tifosi avellinesi

I tifosi dell’Avellino, che avevano tutti fra i 28 e i 38 anni, erano stati identificati con i video estratti dal circuito di video-sorveglianza interna allo stadio. Ma la difesa è riuscita a dimostrare come i quattro indagati non abbiano mai portato petardi nella struttura. Insomma: l’accusa non reggeva. Anche perché – quanto i tifosi dell’Avellino erano entrati in campo per festeggiare la promozione – c’era una confusione tale da rendere impossibile un’identificazione chiara di chi avesse portato gli oggetti nello stadio.

La Procura aveva chiesto l’archiviazione, ora accolta dal gip. Per i quattro tifosi bianco-verdi cadono tutte le accuse, senza bisogno di alcuna udienza preliminare o processo.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Leggi qui l'ultima rassegna stampa inviata.

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie