Pfizer e Moderna non hanno bisogno della terza dose

Pfizer e Moderna non hanno bisogno della terza dose: lo suggerisce uno studio Usa, i centri germinali continuano a produrre anticorpi efficaci. Lo studio, effettuato su persone che sono state vaccinate, ha verificato che i centri germinali continuano a produrre cellule capaci di garantire l'immunità anche dopo molti mesi. Le prime indicazioni delle due aziende ipotizzavano una copertura di sei mesi. Forse si sbagliavano. Meglio così.

4' di lettura

I vaccini Pfizer e Moderna non hanno bisogno della terza dose. Un recente studio della Università di Saint Louis pubblicato sulla rivista Nature ha accertato che l’efficacia dei vaccini con mRna è di lunga durata.

Lo studio ha accertato che quattro mesi dopo la somministrazione della prima dose le persone vaccinate con Pfizer avevano ancora una produzione di cellule immunitarie contro il covid nei centri germinali dei linfonodi.

Prima di proseguire due parole per spiegare cosa sono i centri germinali.

I centri germinali si formano dopo una infezione o una vaccinazione. Si tratta, in pratica, di una sorta di campo di addestramento per cellule immunitarie: vengono istruite per riconoscere il “nemico” e affrontarlo nel modo più efficace.

Il vaccino migliore è quello che garantisce una risposta migliore dei centri germinali.

Pfizer e Moderna non hanno bisogno della terza dose: perché

Questa può essere una ragione per cui Pfizer e Moderna non hanno bisogno di una terza dose (questo, almeno, suggerisce la conclusione dello studio). Ma non è la sola.

La vaccinazione ha infatti anche prodotto alti livelli di anticorpi neutralizzanti, capaci di bloccare le varianti del virus, compresa la mutazione Beta del Sudafrica, quella che sembrava più resistente al vaccino.

I vaccini Pfizer e Moderna hanno anche indotto risposte anticorporali più intense nelle persone che si sono riprese dal virus rispetto a quelle che non erano mai state infettate.

Nei centri germinali le nostre memorie immunitarie

Qualche mese fa sia Pfizer sia Moderna sostenevano che il loro vaccino fosse efficace per almeno sei mesi. La stima veniva fuori dal monitoraggio del livello di anticorpi nel sangue. Ma all’epoca, era aprile, nessuno aveva ancora cercato di verificare come si stesse sviluppando la risposta immunitaria nel corpo.

La ricerca conclusa nei giorni scorsi avrebbe fornito indizi decisivi sulla forza e la persistenza della risposta immunitaria.

La questione è tutta nei centri germinali, Sono loro la chiave per una risposta immunitaria costante ed efficace.

Nei centri germinali si formano le nostre memorie immunitarie. Più a lungo avremo un centro germinale forte e più sarà assicurata la nostra immunità. Il motivo? Significa che è in corso un feroce processo di selezione, e a sopravvivere sono solo le migliori cellule immunitarie.

Gli studiosi hanno scoperto che i centri germinali erano ancora molto attivi 15 settimane dopo la prima dose del vaccino.

Al momento il monitoraggio sta continuando, e i centri germinativi non accennano a diminuire la loro produzione.

Questo risultato è considerato notevole.

L’efficacia dei vaccini con mRNA messaggero

C’è un dato che gli scienziati non riescono ancora a spiegarsi. E cioè: perché alcuni vaccini, come quello per il vaiolo, inducono una protezione che dura per tutta la vita, mentre altri, come il vaccino per la pertosse, richiedono dei richiami regolari.

Il sospetto di molti studiosi è che la differenza sia tutta nella qualità dei centri germinali indotti dai diversi vaccini.

Dunque i vaccini Pfizer e Moderna non hanno bisogno della terza dose. Questa è l’ipotesi, che al momento sembra molto credibile.

Pfizer e Moderna sono stati creati con la tecnologia mRNA.

Cosa significa? Che a differenza della maggior parte dei vaccini, che forniscono frammenti di proteine virali o batteriche per innescare una risposta immunitaria, i vaccini a base di mRNA forniscono istruzioni all’organismo per costruire e rilasciare proteine estranee, come la proteina spike nel caso del covid.

Pfizer e Moderna non hanno bisogno della terza dose: risposta robusta

Per gli esperti la risposta immunitaria indotta dai vaccini Pfizer e Moderna è davvero robusta. Le ricerche hanno dimostrato che il sistema immunitario delle persone vaccinate usa i centri germinali per perfezionare gli anticorpi per farli durare il più a lungo possibile.

Gli anticorpi nel sangue sono il risultato finale del processo, ma è nel centro germinale che tutto sta accadendo.

Ed è per queste ragioni che c’è una ragionevole certezza: Pfizer e Moderna non hanno bisogno della terza dose.

Per tutte le news e i video dui TheWam segui questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie