Piano del consumatore: come può salvarti dai debiti

Piano del consumatore: scopriamo come fare per rinegoziare i termini dei debiti contratti per restituire solo una percentuale delle somme dovute.

3' di lettura

Parliamo oggi del piano del consumatore, uno strumento giuridico importante per chi si trova in difficoltà economica e ha bisogno di rinegoziare i termini dei debiti contratti.

La procedura può aiutare i consumatori a ridurre la somme da restituire soltanto a una percentuale del totale dovuto.

Vediamo insieme tutti i dettagli. (Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

INDICE

Continua a leggerci per scoprire come si configura la procedura, come possono accedervi i consumatori e come funziona.

Cos’è il piano del consumatore

Partiamo da alcune considerazioni generali: il piano del consumatore è uno strumento giuridico molto utile per chi si trova in difficoltà economica.

Se hai contratto molti debiti a cui non riesci a far fronte, puoi sfruttare questa procedura per rinegoziarli.

Una volta presentato il piano al giudice e pagata la somma stabilita (soltanto una percentuale del totale dovuto), il debitore viene considerato libero da ogni altra imposizione.

Ma come funziona?

L’Organismo di Composizione della Crisi sancisce che la cosiddetta “ristrutturazione del debito” debba essere pianificata in base alle effettive disponibilità economiche del consumatore.

Per stabilire la somma da restituire ai creditori, si tiene conto:

  • Del reddito del debitore
  • Del patrimonio 
  • Delle somme necessarie per il sostentamento (suo e dei membri della famiglia a carico)

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivici su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video-guide sul canale YouTube.

Come richiederlo

Per richiedere il piano del consumatore dovrai rivolgerti a un avvocato, a un commercialista o a un ufficio dell’Organismo di Composizione della crisi.

Sulla base delle informazioni elencate nel paragrafo precedente, relative alla tua situazione economica e di debito, verrà realizzata la proposta di un piano.

Qui dovranno essere specificati la lista dei creditori, le rate che ti impegni a pagare, i singoli importi e le scadenze.

Nella proposta dovrà essere indicato anche quale percentuale di debito salderai rispetto al totale.

La proposta verrà poi presentata al tribunale del luogo della tua residenza insieme a una relazione dell’OCC in cui si attesta che:

  • Il richiedente è in stato di sovraindebitamento
  • La documentazione è attendibile e verificabile
  • Il piano è la migliore soluzione attuabile sulla base delle condizioni economiche del debitore
  • Non è stato richiesto un piano nei 5 anni precedenti
  • Sono state verificate le ragioni dell’indebitamento e dell’incapacità a restituire le somme dovute 

Ricevuta la proposta, il giudice fisserà poi un’udienza entro sei mesi in cui decreterà l’attuazione o meno del piano del consumatore.

Quanto dura il piano del consumatore

Vediamo ora in quanto tempo va restituita ai creditori la somma stabilita dal piano del consumatore.

La legge n.3/2012 relativa allo strumento non definisce un limite massimo di durata del piano.

In passato però molte proposte sono state rifiutate proprio sulla base delle tempistiche proposte per la restituzione delle somme stabilite.

Tuttavia nel 2019 la Corte di Cassazione ha stabilito che la durata del piano del consumatore deve essere davvero commisurata alla situazione del debitore.

Comunemente le proposte si aggirano intorno ai 5/6 anni, ma possono anche prevedere una durata più lunga nel caso in cui venga dimostrato che non esistono altre soluzioni attuabili.

Potrebbero interessarti anche:

Si può pignorare un nullatenente?

Ricevi su Whatsapp tutte le news su bonus e lavoro

Ricevi su Telegram gli ultimi aggiornamenti su pagamenti e bonus

Se hai dubbi su bonus e pagamenti, invia le tue domande su Instagram 

Guarda subito tutte le video-guide sui bonus e i pagamenti sul Canale YouTube

Sul gruppo Facebook segui le ultime novità sui bonus e confrontati con migliaia di persone 

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie