Pierpaolo Marino: Ho vissuto il terremoto del 1980 ma non è paragonabile con quest’epidemia

Pierpaolo Marino racconta come sta vivendo i giorni del coronavirus, andando indietro con la memoria ai terribili giorni del terremoto del 1980.

CESENA, ITALY - APRIL 29: Pierpaolo Marino General Manager of Atalanta before the Serie A match between AC Cesena and Atalanta BC at Dino Manuzzi Stadium on April 29, 2015 in Cesena, Italy. (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)
1' di lettura

Sulle pagine di Tuttosport, stamattina è uscita un’intervista rilasciata da Pierpaolo Marino, esperto di calcio, ex ds anche dell‘Avellino e attuale direttore dell’area tecnica dell’Udinese Calcio. Il dirigente irpino, ha raccontato come sta vivendo questi giorni in cui l’epidemia ha fermato l’Italia, facendo un raffronto con un’altra tragedia vissuta, quella del terremoto dell’Irpinia del 1980.

Queste le parole di Marino: “La tragedia che stiamo vivendo con il coronavirus mi riporta indietro ad un altro evento luttuoso che ho vissuto. Era il 23 novembre del 1980 ed ero il direttore sportivo dell’Avellino quando vivemmo la tragedia del terremoto. Fu un disastro, oltre 3000 morti, una distruzione, la federazione ci chiese anche di poter abbandonare il campionato. Noi però dovevamo finirlo per la nostra gente e non solo, dovevamo salvarci e lo facemmo. Avevo 24 anni, ero il più giovane ds in Serie A ai tempi con l’Avellino. Fu una tragedia ma non è paragonabile a questa epidemia del coronavirus”.

Marino parla di come sta vivendo la pandemia del Coronavirus in Friuli ad Udine: “Anche qui in Friuli ricordano un terremoto devastante, del 1976, che causò circa 1000 morti, li stessi causati fin’ora dal coronavirus. Però si deve andare avanti. La situazione è critica, ma dobbiamo lottare per uscire da questa emergenza il prima possibile, rispettando le regole e le raccomandazioni del governo e degli organi sanitari. Tornare a giocare? Non lo so, vediamo le prossime settimane come si evolve la situazione. Per quanto riguarda l’Udinese, nessun rapporto di lavoro è stato sospeso. C’è stata una riduzione di stipendi per tutti in questi mesi, ma nessuno è rimasto senza lavoro e quindi siamo contenti di questa decisione nell’attesa di tornare quanto prima alla normalità”.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra nel nostro gruppo WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus e agevolazioni. Per entrare clicca qui.

Come funziona il gruppo?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie

Ricevi le news più importanti della giornata.

Guide e altri contenuti esclusivi su Google , Facebook e Instagram.