I pirati nel cinema e nei prodotti d’intrattenimento

Ecco come la figura dei pirati è diventata protagonista in prodotti cinematografici e d'intrattenimento. E come è cambiata nel tempo.

5' di lettura

Il cinema e la letteratura hanno sempre intrattenuto un rapporto molto stretto, seppur dai tratti ambivalenti, con le avventure dei pirati.

I pirati sono stati spesso dipinti come i cattivi per eccellenza, anche se non mancano prodotti di intrattenimento in cui questi ultimi sono invece posti al centro della narrazione e resi protagonisti, tanto da spingere i telespettatori a immedesimarsi nelle loro scorribande e avventure. Di film e serie tv sui pirati ne esistono davvero tanti: alcuni di questi, però, hanno davvero fatto la storia.

I pirati, chi sono e come sono rappresentati

Per capire come i pirati siano stati rappresentati nel cinema è importante tenere a mente quale sia la loro storia. Come raccontato in un articolo di World open news, la figura del pirata è stata molto idealizzata nel cinema e nella letteratura, tanto da contribuire alla diffusione di stereotipi tuttora considerati a torto realtà storiche.

I pirati, le cui prime tracce risalgono al 1400 avanti Cristo, non erano altro che razziatori e saccheggiatori dei mari, soliti prendere di mira le navi mercantili attraverso delle regole e delle tecniche ben studiate.

I pirati, ad esempio, tendevano a non uccidere né a fare prigionieri durante i loro attacchi, proprio perché il loro scopo era semplicemente quello di impossessarsi dei beni e delle ricchezze presenti sulle altre navi, senza per forza dover far del male agli avversari.

In più, al contrario di quanto si vede o si sente spesso dire sui pirati, questi ultimi non erano soliti andare alla ricerca di monete d’oro o di forzieri pieni di gioielli, ma di oggetti e beni che potessero essere davvero utili all’equipaggio, come ad esempio le medicine. Eppure, è proprio all’oro e ai beni preziosi che viene da pensare quando si immagina un pirata, complice anche l’idea che i prodotti di intrattenimento (e non solo i film!) hanno contribuito a diffondere su di loro.

Nell’anteprima della slot machine Boom Pirates, ad esempio, il pirata protagonista del gioco è rappresentato proprio con un piede sopra un forziere d’oro, pronto a difendere le ricchezze conquistate; allo stesso modo ma in appartenente a un settore diverso, nel multigiocatore online Sea of Thieves, ad essere rappresentato come tesoro d’eccellenza è proprio l’oro, e non manca nemmeno l’idea dei vascelli fantasma.

I pirati nelle serie tv: Black Sails

Una delle serie tv più recenti e più note sui pirati è Black Sails, una produzione statunitense composta da quattro stagioni e da un totale di 38 episodi. Si tratta di una serie tv ambientata nel 1715, un momento storico decisamente significativo per le razzie dei mari a danno delle imbarcazioni mercantili. Protagonista della serie tv è la nave Walrus, simbolo di indipendenza e libertà, proprio come i pirati che fanno parte del suo equipaggio, ispirati ai personaggi dell’opera letteraria “L’isola del tesoro”.

Come raccontato in una recensione sulla serie tv, Black Sails è stata fin troppo sottovalutata dal pubblico, forse anche a causa della sua casa di produzione, StarZ, spesso associata a serie tv fin troppo cariche di sesso, violenza e azione.

Eppure, Black Sails sarebbe stata considerata dai suoi fan molto più di questo: innanzitutto per i suoi personaggi, capaci di incarnare le tipologie di pirata più comuni nell’immaginario collettivo, ma anche e soprattutto per i suoi effetti speciali.

Nonostante StarZ non sia conosciuta per la cura nei confronti degli effetti visivi e sonori, in Black Sails, al contrario, non ci sarebbe proprio nulla da invidiare ai grandi colossal, complici anche le stupende riprese effettuate in Sudafrica, che hanno reso la serie una delle migliori dal punto di vista delle scene marine.

Dalla parte dei pirati: la saga di Jack Sparrow

Se i pirati sono spesso stati immaginati come nemici da temere, la saga de “I pirati dei caraibi” è probabilmente quella che più ha contribuito a ribaltare le idee più comuni sui predatori del mare, tanto da presentarci un protagonista per cui è difficile non provare simpatia.

Jack Sparrow, infatti, interpretato da Johnny Depp, è un personaggio molto eccentrico e bizzarro, ben lontano dall’idea di pirata truce e severo cui siamo stati abituati. Anche la narrazione, in questo caso, è ribaltata rispetto a quella più tradizionale: i pirati, infatti, non sono gli antagonisti, i nemici da temere o coloro che ostacolano le imprese dell’eroe di turno, ma i veri e propri protagonisti della storia, ovvero coloro con cui i telespettatori sono portati ad empatizzare.

La trama del primo film, intitolato “La maledizione della prima luna”, ruota intorno al rapimento di Elisabeth Swann, la figlia del governatore inglese. Elisabeth è stata rapita proprio da un pirata (anche in questo caso, quindi, è presente l’idea dei pirati come nemici da combattere), ma è Jack Sparrow, insieme a Will Turner, un amico della ragazza innamorato di lei, ad andare alla ricerca della nave di Barbarossa e della ragazza rapita.

Oltre all’immagine dei pirati che ci viene restituita, la particolarità del film sta anche nella presenza di creature soprannaturali e nel riferimento a una misteriosa maledizione che avrebbe condannato tutti i membri dell’equipaggio di Barbarossa. Questi, infatti, non sarebbero né vivi né morti, e svelerebbero la loro identità solo con l’arrivo della luna piena. Un film che ha avuto un enorme successo, tanto da aver dato vita a ben quattro sequel.

La vera storia dei pirati è decisamente molto affascinante: per quanto la loro rappresentazione nel cinema sia a volte legata a qualche cliché, i prodotti di intrattenimento sui predatori dei mari continuano a essere ancora oggi molto apprezzati.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie