Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Gestione del Debito » Pignoramento / Possono pignorare lo stipendio di mia moglie?

Possono pignorare lo stipendio di mia moglie?

Quando si diventa debitori insolventi e cattivi pagatori, si rischia il pignoramento. I debitori sottoposti a questo provvedimento esecutivo spesso si chiedono: possono pignorare lo stipendio di mia moglie? Scopriamo i dettagli.

di Imma Duni

Settembre 2022

Possono pignorare lo stipendio di mia moglie? (scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito). Quando si diventa debitori insolventi e cattivi pagatori, si rischia il pignoramento. I debitori sottoposti a questo provvedimento esecutivo spesso si chiedono: possono pignorare lo stipendio di mia moglie? Scopriamo i dettagli.

Indice

Possono pignorare lo stipendio di mia moglie: cos’è il pignoramento?

Coloro che non saldano i loro debiti e diventano cattivi pagatori, iscritti alla black list del CRIF, rischiano non solo un periodo di sofferenza bancaria, ma anche il pignoramento.

Ma cos’è esattamente il pignoramento? È un procedimento esecutivo in cui un creditore fa valere la sua pretesa nei confronti di un debitore insolvente, parzialmente o completamente.

Questa situazione può verificarsi se un debitore non ha adempiuto alla sua obbligazione anche dopo che è stato emesso un sollecito extra-giudiziale o addirittura un decreto ingiuntivo, che è un titolo esecutivo dal tribunale. Il creditore ha dunque a sua disposizione lo strumento del pignoramento per soddisfare il suo credito.

In generale un debitore non dovrebbe mai arrivare al pignoramento. Ci sono maggiori rischi di pignoramento per cattivi pagatori, ciò significa che coloro che sono stati iscritti nella black list del CRIF, non solo avranno difficoltà a ricevere crediti ulteriori, un conto corrente e una carta di credito, ma rischiano un vero e proprio pignoramento dei propri beni.

Quando si ha difficoltà a restituire un prestito, la cosa migliore da fare è avviare subito le trattative con il creditore.

Ma quando si rischia di diventare cattivi pagatori e, quindi, di subire un pignoramento? Il modo per diventare cattivi pagatori è spiegato dettagliatamente in questo articolo. Più semplicemente si può dire che si rischia di diventare cattivi pagatori quando non si rimborsa regolarmente un prestito o un mutuo, quando si salta il pagamento per una o più volte, o quando non si restituisce affatto il prestito ricevuto.

In questo caso il soggetto verrà iscritto in una black list dei cattivi pagatori nel CRIF, la più grande banca dati di coloro che richiedono prestiti e mutui. A quel punto la situazione futura si complica. Ci saranno enormi difficoltà nel ricevere prestiti futuri, nell’aprire un conto corrente, nel ricevere una carta di credito o, addirittura, nel richiedere un libretto degli assegni.

Oltre a questi problemi si aggiungono anche i maggiori rischi di pignoramento.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Possono pignorare lo stipendio di mia moglie: quando avviene il pignoramento dello stipendio?

Il pignoramento dello stipendio fa parte dei pignoramenti verso terzi.

Questo procedimento esecutivo non riguarda solo i beni e le liquidità in possesso del debitore come: oggetti, veicolo, immobili, liquidità, conto corrente. Ma può riguardare anche i crediti che il debitore insolvente ha nei confronti dei terzi.

In pratica, se ci sono persone che devono somme di denaro al debitore insolvente, queste saranno pignorate per soddisfare il creditore.

Il debitore insolvente non può assolutamente occultarle né spenderle prima che vengano pignorate.

Alcuni di questi crediti presso terzi possono essere: lo stipendio che l’azienda deve al debitore, la pensione, il conto corrente, o ancora i canoni di locazione che il debitore riceve da un locatario per un suo immobile affittato.

Il pignoramento presso terzi viene messo in atto con una notifica al debitore principale e a quello secondario, detto terzo pignorato. Il terzo pignorato, dopo la notifica del procedimento esecutivo, non dovrà versare più le somme al secondo pignorato, ma al creditore di quest’ultimo.

Se non avviene il saldo del debito, un’udienza in tribunale porterà al versamento dei pagamenti dovuti al creditore principale.

Nel caso in cui il pignoramento dello stipendio venga avviato dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione non vi è udienza e, a partire dalla notifica di pignoramento, il debitore ha 60 giorni per saldare il debito.

Scopri la pagina dedicata alla gestione dei debiti e a metodi per evitare il pignoramento.

Possono pignorare lo stipendio di mia moglie?
Possono pignorare lo stipendio di mia moglie?

Possono pignorare lo stipendio di mia moglie secondo il nostro ordinamento?

Nel momento in cui il creditore dovesse arrivare un pignoramento per tentare di soddisfare il suo credito, egli dovrà prima di tutto aggredire i beni personali del debitore (liquidità, oggetti mobili, immobili).

Solo se il credito non sarà soddisfatto, il creditore potrà aggredire i beni che fanno parte della comunione dei beni. In nessun caso potrà aggredire i beni personali dell’altro coniuge. Visto che lo stipendio è strettamente personale e non fa parte della comunione, non può essere pignorato a causa dei debiti dell’altro coniuge.

Ovviamente per evitare ogni problema, la cosa utile da fare sarebbe scegliere la separazione dei beni prima del matrimonio, in modo che i debiti di uno dei due coniugi non intacchi il patrimonio dell’altro.

L’art. 189 del codice civile al comma 2 stabilisce che “i creditori particolari di uno dei coniugi, anche se il credito è sorto anteriormente al matrimonio, possono soddisfarsi in via sussidiaria sui beni della comunione, fino al valore corrispondente alla quota del coniuge obbligato“.

Possono pignorare lo stipendio di mia moglie? Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp