Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Diritto / Posti auto in condominio: sono a rotazione

Posti auto in condominio: sono a rotazione

Posti auto in condominio: la Cassazione si è pronunciata su una delle questioni che animano il contenzioso nei condomini, il posto auto nelle aree comuni.

di The Wam

Aprile 2022

I posti auto in condominio sono da sempre materia di infinito contenzioso, una sentenza della Cassazione ha messo in chiaro una delle questioni principali. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Ci riferiamo all’assegnazione dei posti auto condominiali (e non dunque quelli pertinenziali): i giudici dell’Alta Corte hanno stabilito che non possono essere a tempo indeterminato ma seguire una rotazione.

Per gli Ermellini non basta la previsione nel regolamento per decidere l’assegnazione definitiva dell’aria di parcheggio a vantaggio di un condomino piuttosto che un altro.

Condominio minimo, quante persone servono per costituirlo?

Posti auto in condominio: cosa dispone la legge

Come già detto la questione posto auto nelle aree condominiali è decisamente uno dei punti caldi della convivenza tra condomini. La legge vieta anche quelle assegnazioni parziali della zona parcheggio che limitano l’uso del bene comune ad altri condomini.

Il punto risulta chiaro anche rispetto a quanto viene stabilito dall’articolo 1117 del Codice civile:

«Sono oggetto di proprietà comune dei proprietari delle singole unità immobiliari dell’edificio, anche se aventi diritto a godimento periodico, necessarie all’uso comune, inclusi i cortili e le aree destinate a parcheggio».

Obbligo green pass nei condomini

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Posti auto in condominio: assegnazione definitiva

Partendo proprio da questa normativa, è dunque possibile assegnare un posto auto condominiale permanente?

La Cassazione ha affrontato la questione in una ordinanza emessa il 21 marzo del 2022 (la numero 9069).

La vicenda riguardava l’assegnazione definitiva del posto auto ai proprietari di appartamenti escludendo di fatto dal godimento dell’area parcheggio i singoli proprietari di locali commerciali.

I giudici dell’Alta Corte hanno ritenuto che l’assemblea condominiale può assegnare i singoli posti auto per gli aventi diritto, ma lo scopo principale di questa “condivisione” è quella di rendere sia ordinato, sia razionale l’utilizzo paritario.

La Cassazione si è pronunciata sulla sentenza che era stata in precedenza emessa dalla Corte d’Appello. I giudici di secondo grado avevano ritenuto corretta la ripartizione degli spazi effettuata esclusivamente a vantaggio dei proprietari di appartamenti, escludendo quindi i proprietari dei locali.

Bonus zanzariere a rischio: cosa cambia nel 2022

Posti auto in condominio: la sentenza

«Né il regolamento di condominio in senso proprio, né una deliberazione organizzativa approvata dall’assemblea – scrivono i togati nella sentenza – possono validamente disporre, come avvenuto nella specie, l’assegnazione nominativa, in via esclusiva e per un tempo indefinito, a favore di singoli condomini – in questo caso, i soli proprietari degli appartamenti, con esclusione dei proprietari dei locali commerciali – di posti fissi nel cortile comune per il parcheggio della loro autovettura».

Il motivo è questo: «Tale assegnazione parziale, da un lato, sottrae ad alcuni condomini l’utilizzazione del bene a tutti comune, ex articolo 1117 del Codice Civile, e, dall’altro, crea i presupposti per l’acquisto da parte del condomino, che usi la cosa comune animo domini, della relativa proprietà a titolo di usucapione, attraverso l’esercizio del possesso esclusivo dell’area».

Posti auto in condominio: unanimità

C’è un dato che può rivelarsi determinante anche per sciogliere annose questioni condominiali: l’assegnazione definitiva ed esclusiva di un posto auto ai singoli condomini nel cortile comune, deve essere comunque stabilità all’unanimità da tutti i condomini.

Se la delibera non risponde a questi requisiti si può ritenere illegittima, non è cioè valida e può dare spazio a contenziosi che hanno anche una buona possibilità di successo.

Per la legge e per gli stessi motivi anche un regolamento condominiale stabilito con le stesse modalità (e quindi senza l’unanime consenso di tutti gli aventi diritto) non sarebbe legittimo.

Posti auto in condominio: conclusione

E quindi, per concludere. Non basta né il regolamento condominiale e neppure una delibera approvata dall’assemblea condominiale per procedere con una assegnazione definitiva ed esclusiva di un posto auto all’interno di un cortile o di una qualsiasi area comune.

Il motivo è semplice lo ribadiamo: questa assegnazione esclusiva impedisce il godimento per altri condomini di quello che è e resta un bene comune. Per questo motivo è più saggio procedere con una rotazione dei posti.

Chi si è interessato a questo articolo ha letto anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp